Utente cancellato
Da diverso tempo ho questi disturbi come più volte riferito in altre domande nel sito:
meteorismo, dolori transitori alternatamente o al colon ascendente o al discendente, borbotti e accumuli di aria nel colon con sensazione di passaggio difficoltoso alla flessura splenica, bruciore alla pancia (non stomaco), alvo alterno con evacuazioni scarse ma molli e frazionate, bisogno impellente di defecare anche se ho poche feci nel retto, emissioni di aria notevoli.

Alle volte mi capita di avere forte bruciore di pancia notturno con stimolo a defecare già verso le 3:00 di notte, meteorismo, NON nausea.
Al mattino le feci sono molto scarse, poltacee (consistenza di una passata di pomodoro), ricche di muco, calde e brucianti (al retto/ano), ho dolori ala pancia con malessere generale e comparsa sul palato molle vicino all'ugola di macchie rosso cupo e puntini rosso scuro in numero anche rilevante, assenti nei giorni che non presento alvo di questo tipo, in cui il volume delle feci è superiore con sensazione di pancia meno gonfia e pesante.
Alle volte dopo giorni di evacuazioni ridotte, passo una giornata con tre evacuazioni notevoli ma non diarrea, in cui il colon "si ripulisce".

Secondo il medico di famiglia le macchie indolori nel palato sono petecchie, quindi mi spiegate quale possibile connessione con i disturbi intestinali?
Lui ha parlato di malattie infiammatorie intestinali e allergie e mi ha prescritto una colonscopia e dei test sulle allergie e intolleranze (IgE+IgG) verso alimenti comuni.

Ho la Sideremia bassa da anni nonostante prenda ferro, esami per celiachia (Ab endomisio e Transglutaminasi NEGATIVI), Latticodeidrogenasi sempre sopra la norma, transaminasi, colesterolo, ves, emocromo normali.

Siccome ho il sangue occulto positivo e la calprotectina mossa, il mio timore è per un tumore al colon.
Ho fatto anche ricerca candida, parassiti e coprocoltura tutti NEGATIVI!
In una ecografia anse intestinali mi hanno diagnosticato una diverticolosi del sigma.


VORREI UNA RISPOSTA ANCHE SINTETICA A QUESTE DOMANDE:

1] In quali possibili problemi intestinali possono manifestarsi petecchie nel palato senza mal di gola?

2] Alcuni anni fa in un periodo di alvo alterno e mal di pancia con dolore a destra in basso facevo feci marroni lucenti in cui vi erano diversi corpuscoli grandi come chicchi di grano color marrone scurissimo quasi nero e siccome non avevo mangiato nei giorni precedenti verdure, gettai acqua ossigenata sulle feci e notai che questi corpuscoli diventarono subito bianchi ed emettevano bolle a non finire a differenza del resto delle feci. Potrebbe essere stato sangue digerito?

3] Come si manifesta la stipsi da stenosi del colon discendente/sigma da parte di grossi polipi o tumori?

4] Ad Aprile e Maggio di quest'anno ho avuto degli episodi molto più prolungati del solito di stipsi: possibile che una neoplasia eserciti già da 5 mesi il suo effetto stenosante e ancora non ci sia un aggravamento dei sintomi?

GRAZIE IN ANTICIPO!
Cordiali Saluti!

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Cominciamo dalla fine:

Sulla neoplasia le ha già risposto in modo più che esauriente un Collega nel precedente, analogo consulto.

A distanza e senza visita ipotizzerei un intestino irritabile o, in alternativa, una malattia infiammatoria cronica intestinale.

Non conosco malattie dell'apparato digerente con petecchie nel cavo orale.


Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
460297

dal 2018
Grazie!

LA PREGO DI RISPONDERMI ULTERIORMENTE
su un' altra cosa su un disturbo che non ho più:

Anni fa la mattina evacuavo non completamente con feci non dure ma più formate di adesso.
Mi sforzavo ulteriormente ma non usciva niente anche se non mi sentivo svuotato, invece ancora seduto sulla tazza se mi provocavo delle conati di vomito volontariamente (pur non vomitando essendo a digiuno) ed in maniera molto forte, dopo immediatamente evacuavo ancora e mi svuotavo completamente.
Adesso questo non succede più e mi occorre un' altra seduta più tardi.

Come mai sforzando i muscoli addominali nel tentativo di vomitare, sudando energicamente, questo mi aiutava a scaricare ulteriormente?
Tale disturbo potrebbe essere una "mutazione" di quello attuale in cui mi occorrono più "sedute" giornaliere?

GRAZIE!!!

CORDIALMENTE!

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Per aumento della pressione all'interno dell'addome.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
460297

dal 2018
Grazie!

Per quanto riguarda i lassativi, mi potrebbe dire che differenza c'è come efficacia tra lattulosio e macrogol?
Il medico prima mi aveva prescritto il macrogol, poi il lattulosio, soltanto che il macrogol rendeva le feci troppo liquide mentre il lattulosio favorisce una evacuazione più normale (feci più abbondanti ma non sfatte) ma causa gonfiore per alcune ore dopo la somministrazione serale.