Utente 546XXX
Buongiorno, scrivo per un chiarimento sulla mia situazione.
Circa 7 mesi fa ho iniziato ad accusare fastidi anali a cui non ho dato peso perché ho emorroidi lievi da molti anni, che in rarissimi casi mi hanno dato qualche problema limitato a pochi giorni. Questa volta però non passava, quindi la mia dottoressa mi ha prescritto una pomata. Poco dopo la situazione è peggiorata drasticamente, con fortissimi dolori dopo aver evacuato, tanto da costringermi a letto con borsa dell'acqua calda per diverse ore. Cercando informazioni on line ho avuto sospetto si trattasse di una ragade, così sono tornata dalla mia dottoressa, la quale mi ha prescritto una nuova pomata. Ho iniziato a stare meglio, ma continuavo ad avere dolorini e fastidi all'ano dopo aver evacuato. A volte tracce di sangue, altre piccoli coaguli e infine, più di recente, leggere perdite di liquido sporco. Mi sono fatta quindi prescrivere una visita specialistica, che ho fatto due giorni fa. Il proctologo ha evidenziato emorroidi di primo grado e una ragade posteriore. Nonostante io ultimamente stessi abbastanza bene (solo lievi fastidi e poche tracce di sangue sulla carta igienica) ha deciso di trattare la ragade. Ha usato infiltrazione con Atossisclerol 1% (un dolore atroce, mi domando perché non usare un anestetico) e mi ha prescritto Levorag 2 volte al giorno per 10 giorni. Successivamente, per circa un'ora, ho avuto di nuovo dolori come all'inizio, anche se meno intensi, poi solo fastidio. Il giorno seguente (ieri) è comparsa una vescicola che sembra piena di liquido esternamente all'ano, in corrispondenza della ragade. Non è dolorosa e la cute in quel punto non ha sensibilità. La mia domanda è la seguente: è normale trattare una ragade con una sostanza sclerosante? E questa specie di vescicola cosa può essere? Sono piuttosto demoralizzata perché ultimamente, nonostante la ragade non fosse perfettamente guarita, tutto sommato stavo bene, mentre ora sto peggio e non vorrei aver peggiorato la situazione. Preciso anche che non ho mai avuto difficoltà ad andare di corpo, salvo rari episodi e seguo una dieta sana, ricca di fibre, verdura e acqua. Grazie mille per l'attenzione che potrà dedicarmi.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Immagino la sclerosante sia stata utilizzata per le emorroidi. Non conosco trattamento per la ragade. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 546XXX

Buongiorno, grazie per la veloce risposta. La sclerosante è stata usata proprio sulla ragade, infatti mi risultava strano. Ho fatto qualche ricerca e ho trovato un solo riscontro on line, su non ricordo quale sito, che parla di iniettare sostanza sclerosante sul pavimento della ragade, ma resto perplessa. Le emorroidi non mi danno fastidio e sono state diagnosticate di primo grado, quindi non sono state considerate. Io ho chiesto spiegazioni ma non mi sono state fornite, la sola risposta è stata che questo è l'unico modo per guarire e che comunque non dà garanzie. Non so come muovermi, se aspettare la fine della terapia e vedere come va e poi eventualmente rifarmi vedere, ma purtroppo le visite le danno avanti di mesi e non posso permettermi di andare privatamente. Grazie di nuovo, buona giornata.