Utente 262XXX
Buongiorno,

Soffro di emorroidi da anni, negli ultimi il problema si è sia accentuato che, successivamente, cronicizzato.
Non ho mai dato particolare peso alla cosa fino a quando non ho deciso di fare una visita chirurgica, che risale al 2017: il medico di allora aveva rilevato emorroidi interne di I e II grado e mi aveva consigliato una colonscopia (il sanguinamento si era fatto più evidente e avveniva spesso anche in assenza di evacuazione).
La colon, effettuata nel febbraio del 2018, non ha rilevato nulla di sospetto.

Scrivo perché da allora, in sostanza, ho continuato comunque a perdere sangue, ma rassicurata dagli esami precedenti mi sono sentita legittimata alla leggerezza.
Il dubbio è che l'aver fatto controlli paradossalmente mi induca ad un atteggiamento di noncuranza a fronte di sintomi che magari un giorno potrebbero indicare dell'altro ma che continuerei ad ignorare.

Ogni quanto consigliereste controlli di routine?
Vorrei evitare sia apprensione che trascuranza.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Una visita proctologica con una proctoscopia, esame che non richiede preparazione sarà sufficiente a chiarire l'origine emorroidaria del sanguinamento.
Ulteriori esami o controlli le saranno indicati, in relazione al suo caso, dop tale visita.
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 262XXX

La ringrazio per la risposta.
Un ultimo dubbio: nel caso si rivelassero emorroidi anche come eziologia del sanguinamento, la visita ogni quanto tot. sarebbe consigliato farla, non fossero in condizioni da dover essere operate, ad oggi?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende dal grado di prolasso e dalla sintomatologia correlata!
Tutto è in relazione alle condizioni attuali e come queste risponderanno alla terapia.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 262XXX

La ringrazio.