Utente
Buonasera dottori,
vi scrivo per richiedere un vostro parere.
A fine scorso anno ho notato delle piccole perdite di sangue rosso accesso sulle feci (soprattutto quando più dure).
Il mio medico di base mi ha indirizzato da un proctologo.
Ho fatto la visita intorno a metà gennaio 2020.
Esito: Polipo (di probabile natura infiammatoria in corrispondenza della linea pettinata, subito dopo l'apertura anale + ragade posteriore ed emorroidi congeste.
Mi indicava la rimozione per via transanale in considerazione della vicinanza all'apertura anale che avrebbe reso impossibile la rimozione per via endoscopica.

Il mio medico di base mi ha però prescritto una colonscopia, che ho fatto l'11 febbraio.
Riporto esito: All'isepzione della regione perianale noduli emorroidari congesti, non sanguinanti.
Esame condotto fino al ceco.
A carico del retto, in retro visionse, subito sopra la linea pettinata, si osserva formazione polipoide plurilobata mobile sui piani sottostanti che si bioptizza.
Imperfetta toilette intestinale.
La mucosa esplorata si presenta ovunque rosea, liscia, esente da ulteriori alterazioni patologiche.

Dopo 1 settimana circa arrivo l'esito della biopsi che riporto: Mucosa rettale con cripte iperplastiche ed esenti da displasia e con erosioni superficial come per prolasso mucoso.
Agli inizi di marzo vengo sottoposto ad una nuova colonscopia per rimuovere la formazione.
Riporto esito: Si conferma la presenza di formazione polipoide a larga base di impianto, mammellonata coinvolgente la linea pettinata.
Si eseguono biopsie.
Al risveglio mi viene detto che non è stata tolta in quanto forse un pochino cresciuta e perchè scomoda da togliere per sede.
Dopo 1 settimana arriva l'esito della biopsia: Mucosa rettale con fibrosi dello stroma ed alterazioni similiperplastiche senza displasia.
Reperto compatibile con prolasso mucoso.
Mi viene detto che forse non è un polipo, ma mucosa ridondante e che si potrebbe anche tenere sotto controllo senza rimuovere.
1 settimana dopo vengo contattato di nuovo e mi viene detto che la chirurgia vorrebbe rimuovere la formazione perchè comunque non deve esserci, attraverso un intervento Transanale.
All'intervista con la chirurgia mi viene detto che sembra una cosa sostenuta da un processo infiammatorio ma che non si può escludere che ci siano focolai di displasia o che si formino in futuro e pertanto va rimosso.
Ho fatto pre ospedalizzazione e sono in attesa di essere chiamato per l'intervento (sono andati lunghi per il COVID19).
Mi piacerebbe avere un vostro parere, la preoccupazione, l'ansia e lo stress sono tanti, soprattutto in questo periodo.
Io ho 35 anni non ho, che io sappia, altri problemi di salute e da sempre (da che ero alle scuole medie) ho avuto problemi un pò di stitichezza nei momenti di stress che mi portano spesso a stimolare con la carta per favorire l'evacuazione.
Negli ultimi mesi ho avuto dei disturbi da colon irritabile, che ho tenuto sotto controllo con alimentazion ed ASACOL400mg per 10 giorni.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Nessun tumore, se è questo che la preoccupa!
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per il feedback, dottore. Si, in effetti l'ansia è generata da questa paura oltre che dalla situazione che ormai va avanti da mesi. Secondo lei l'iter che sto seguendo è quello corretto? A volte temo che dovrei fare qualcosa di più, ma non so cosa..

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Direi di si!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Gentile dr D'Oriano,
Ho effettuato l'intervento per la rimozione della neoformazione. È andato tutto bene. È arrivato anche l'istologico definitivo e mi è stato detto che si tratta di una neoformazione benigna.
Le riporto l'esito:
Descrizione macroscopica
Lembo mucoso a superficie irregolare, misurate 2.5x1.5x1.1 Prel. 1-2, t.i.
Diagnosi
Il lembo mucoso è caratterizzato dalla presenza di gaviccioli emorroidari nella sottomucosa e di vasi venosi di piccolo calibro dilatati nel coron mucoso. La mucosa, localmente ulcera, è sede di stravaso emorragici e di iperplasia epiteliale reattiva in talune cripte. Non atipie.

Posso chiederle un parere?
Mi hanno detto che si tratta di qualcosa assolutamente benigno, non precancerosa. Per scrupolo se voglio tra un anno ripeto la colonscopia.

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Confermo!
Dimentichi il tutto.
Nessuna colonscopia, sarà sufficiente una ano-proctoscopia con rettoscopio rigido, esame che non richiede preparazione ed è di facile esecuzione.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com