Fistola perianale

Partecipa al sondaggio
Gentili dottori,
Circa un anno e mezzo fa mi è stata diagnosticata una fistola perianale.
Purtroppo causa covid non ho potuto ancora operarmi, ma da allora ho esguito due ecografie transanali con sonda rotante per potermi rendere conto dello stato della fistola.
Di seguito riporto gli esiti delle due ecografie, poi procederò a porvi alcune domande.

Ecografia eseguita nel mese di Novembre 2019: "Al terzo superiore del canale anale nella norma la zona iperecogena del muscolo puborettale.
Al terzo medio del canale anale si apprezza il normale strato iperecogeno dello sfintere esterno e il normale strato dello sfontere interno.
Al terzo medio inferiore ad h 6 si apprezza la presenza di un'area ipoecogena da verosimile ascesso intersfinterico che diventa transfinterico nel canale anale inferiore".

Ecografia eseguita nel mese di Febbraio 2021: "Da un piano di scansione estremamente superficiale, alle ore 6, presenza di sottile tragitto fistoloso che si porta in profondità e superiormente per circa 8mm, sino ad arrivare a livello dello spazio intersfinterico, alle ore 6, ove termina in una formazione ipoecogena di circa 7x3mm.
Tale formazione appare ascrivibile a fistola transfinterica".

1) Sulla base di quanto si riscontra da questi esami strumentali, credete sia possibile, per il tipo di fistola, poter optare per una metodica mini invasiva come una tecnica laser?

2) Vista l'estensione della mia fistola, esiste un rischio concreto di incontinenza qualora il chirurgo dovesse decidere di optare per una tecnica standard?

3) Una simile fistola potrebbe in pochi mesi evolvere ed andare ad intaccare anche l'uretra o questa è anatomicamente troppo distante e la mia risulta essere solo un timore infondato?
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 26.9k 667 234
1) Volendo, si
2)Improbabile direi
3) Infondato

prego

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

Covid-19

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto