Post-operatorio di fistola perianale

Partecipa al sondaggio
Gentilissimi, mi è stata rimossa una fistola anale transfinterica bassa anteriore.
È stata effettuata fistulectomia con zaffo (caduto giorno seguente).
A quindici giorni esatti dall'intervento ed in condizioni di completo riposo (tranne una breve erezione avvenuta due ore prima) mi si è presentata una emorragia.
Entro mezzora il sanguinamento cospicuo si è interrotto inserendo una garza.
La circostanza mi ha scosso molto.
È un evento comune?
È una conseguenza dell'erezione?
È possibile che il sanguinamento sia stato favorito dall'assunzione quotidiana (dose massima da 3 anni circa) di cipralex gocce 20mg?
[#1]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
Nessuna delle due!
Può accadere, una ferita aperta in fase di guarigione può sempre sanguinare.
Cordiali saluti.

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio subito per la sua attenzione. Il chirurgo continua a dirmi che la ferita deve chiudersi autonomamente. Naturalmente, so che non vi è possibile prescrivere farmaci e/o dispositivi medici a distanza. Volevo soltanto sapere se in questi casi solitamente si utilizzano o meno pomate cicatrizzanti per favorire e/o aiutare processo di guarigione.
[#3]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
Irrigare ed eventualmente zaffare la ferita, evitare creme.
[#4]
Utente
Utente
La ringrazio. Un'ultima domanda: è possibile incorrere in altre emorragie rilevanti dopo 3-4 settimane dall'intervento o solitamente è molto improbabile? Un caro saluto.
[#5]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
Si! Le probabilità di sanguinamento si riducono.
[#6]
Utente
Utente
Gentilissimo dottor D'Oriano, mi perdoni se la disturbo ancora. Sono sicuro lei capirà che dopo mesi di dolori e di profonda sofferenza, le preoccupazioni rappresentano elementi del tutto legittimi e comprensibili. Ad ogni modo, dopo quasi 5 settimane dall'intervento e nonostante un'alimentazione ricca di fibre ho ancora perdite ematiche durante la defecazione. La garza, invece, si sporca di materiale giallo. È tutto nella norma o devo ricontattare il chirurgo? Il suo collega mi ha visitato rapidamente la settimana scorsa.
[#7]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
A distanza non posso dirle con sicurezza se il suo è un decorso regolare o se esistono problemi che interferiscono con la guarigione.
Non tutte le ferite in quella zona vengono trattate allo stesso modo, solo con una visita sarà possibile indicarle come gestire la medicazione e con quali prodotti.
[#8]
Utente
Utente
Gentile dottore, a due mesi esatti dall'intervento continuo a sanguinare quotidianamente all'atto della evacuazione. Il chirurgo, due settimane fa, ed a seguito di una dolorosissima visita, mi disse che era tutto normale. Io sono davvero esausto. Non so più cosa fare. Vorrei utilizzare qualche pomata, ma senza autorizzazione di un professionista temo di fare errori. Stamattina ripasseró dal medico di base. Cosa posso fare? Temo che arrivi l'estate ed io sono ancora in queste condizioni. Sono crollato anche psicologicamente.
[#9]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
Pur comprendendo il suo stato d' animo non posso esserle di aiuto.
Senza una visita che possa far comprendere quale è il suo problema non è possibile fare prescrizioni.
Da quello che riferisce non sembra tutto normale, lei necessità di una ulteriore valutazione, da questa scaturirà il programma terapeutico.
Se lo desidera mi tenga informato sul risultato della nuova visita.
[#10]
Utente
Utente
Gentile dott. D'Oriano, il medico di base ha insistito nel farmi usare Fitostimoline proctogel. Venti giorni di trattamento, durante e dopo i quali, perdo comunque sangue all'atto della defecazione. Il chirurgo che mi ha operato mi ha detto che necessitavo di un'anoscopia. Le chiedo sinceramente: è una prassi dolorosa? Mi dica la verità. Io sono stanco. Inoltre, lei dove fa studio? È nei miei pressi? Grazie per la disponibilità.
[#11]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
È un esame di facile esecuzione.
Napoli!
[#12]
Utente
Utente
Gentilissimo prof.D'Oriano, dall'anoscopia è venuta fuori la presenza di una emorroide interna. Il proctologo sostiene che l'emorroide si sia formata durante la fase di chiusura della ferita chirurgica. Ho, per questo, alcune semplico e brevi domande da porLe:
1) è possibile che tale formazione emorroidaria sia dovuta ad un errore chirurgico?
2) è possibile curare l'emorroide senza dover incorrere in un altro intervento chirurgico?
3) è sufficiente pentacol 500 solo a sera e daflon500mg mattina e sera per la guarigione?
4) esistono pomate migliori e maggiormente efficaci rispetto a pentacol 500 (su cui ho i miei dubbi)?
Grazie per la Sua disponibilità.
Un caro abbraccio.
[#13]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
1)No!
2) Dipende dalle condizioni e caratteristiche dell'emorroide
3) Anche questo dipende dalle condizioni e caratteristiche dell'emorroide
4) Si!
Prego.
Emorroidi

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, cause, cura, rimedi e prevenzione della malattia emorroidaria. Quando è necessario l'intervento chirurgico o in ambulatorio?

Leggi tutto