Utente 299XXX
Spett.li Medici, ho già usufruito del servizio e ho sempre trovato questo servizio davvero prezioso. Arrivo subito al mio quesito. Ho 28 anni e la pelle molto chiara, piena di nevi. Faccio regolari controlli e mi è sempre stato detto fossero nei "atipici" visto che non rispondono alle famose regole dell'autovalutazione dell'ABCDE. L'ultimo controllo risale a 4 mesi fa, il nuovo dermatologo che mi ha visitata (con videodermatoscopia digitale) ha scritto nel referto che non ha riscontrato segni clinici di atipia. E' possibile che nevi sempre considerati atipici "a vista" ora risultino non atipici? Tra tutti i nevi quello che suscita maggiormente la mia preoccupazione è uno che ho sul seno (da almeno 4 anni) leggermente rilevato, diametro 6 mm c.a, che sembra si stia schiarendo da un pò di tempo a questa parte, i bordi sono diventati sfumati e all'interno ci sono zone del colore della pelle, e anche tutto il colore del neo sembra più chiaro.Neanche questo sembra aver suscitato dubbi nel dermatologo (perchè simile come caratteristiche a tutti gli altri che ho sul corpo, quindi non il "brutto anatroccolo") ma a me sembra che continui a modificarsi. E' possibile che un neo benigno si scolorisca? Se fosse stato un melanoma la diagnosi sarebbe stata particolarmente complessa a causa di questo fenomeno? E' come se piano piano stesse scomparendo. Devo nuovamente sottoporlo all'attenzione del dermatologo o posso aspettare visto che il consiglio è stato di ripresentarmi tra 1 anno? Sentitamente ringrazio gli specialisti che vorranno chiarire i miei dubbi. Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima è verosimile che il suo dermatologo abbia ben controllato ciascun nemmeno presente sulla sua pelle pertanto le sue ansie appaiono smodate:

ovviamente anche una benigno può andare incontro talune modificazioni in senso iper o ipo pigmentarie: ovviamente se persistono i dubbi non esiste altra strada che riproporre la medesima visita dermatologica corredata di epiluminescenza
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 299XXX

Gent.mo Dr Laino,
innanzitutto La ringrazio per la risposta. Mi permetto di aggiornarLa rispetto alla mia situazione. Ho chiesto il parere di un altro dermatologo che ha effettuato una videodermatoscopia in epiluminescenza. Questo ha definito il nevo in questione e un altro molto vicino in regressione. Mi ha tranquillizzata dicendomi che gli altri aspetti del neo fanno propendere per la natura benigna, ma vuole ricontrollarmi tra 6 mesi. Ho cercato di esternare le mie preoccupazioni al medico in questione che però essendo infastidito da questo mio atteggiamento è stato molto frettoloso, scambiando per mancanza di fiducia la mia voglia di avere completamente chiara una situazione che desta in me particolare preoccupazione. Per questo, oltre che per ringraziarla, sono qui a chiederLe, se le è possibile, di dirimere il mio dubbio: la regressione non è un aspetto che renderebbe consigliabile un esame istologico? Esistono nevi che regrediscono spontaneamente, ma senza alone bianco? Ho letto proprio in questo sito di metastasi da melanoma con lesione primaria completamente regredita, se il mio neo scompare del tutto come si farà a sapere se era di natura realmente benigna? Certa della Sua disponibilità La saluto cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Carissima signora

Questo e' quello che si chiama "distorsione da iper-informazioni telematiche":

In pratica, lei vorrebbe (ascolti in senso simpatico il mio discorso..) ridurre 6 anni di medicina 5 anni di specializzazione in dermatologia, uno o più master in dermoscopia e anni di impiego clinico nei pazienti in talune descrizioni che ha letto e che possono essere associabili:

A. a forme banalissime e fisiologiche
B. a forme displastiche
C. a forme maligne

Pertanto...che vogliamo fare? Ci fidiamo dei nostri medici specialisti o non ci vogliamo fidare?

Un caloroso saluto!
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it