Lieve fastidio nervo del braccio un mese dopo tatuaggio

Salve, un mese fa ho commesso una sciocchezza che tanti ragazzi fanno: mi sono fatto un tatuaggio nero sul braccio destro. Sono stato tatuato da un tatuatore professionista che ha usato materiale usa-e-getta e inchiostro di origine vegetale panthera ink (la cui scheda tecnica è reperibile online e non evidenzia alcuna controindicazione).

Non ho avuto rossore nè prurito ma un mese dopo ho iniziato a sentire un lieve fastidio al nervo del braccio tatuato (anche se non nell'esatto punto del tatuaggio). Potrebbe essere questa una reazione all'inchiostro del tatuaggio? Se questo fastidio peggiorasse o persistesse, a chi potrei rivolgermi? (neurologo?) Ho anche effettuato analisi complete (emocromo, urine, transaminasi, glicemia) e tutti i valori sono risultati nella norma.

La pagina qui: (link rimosso dallo staff) mi ha inoltre molto spaventato in quanto c'è scritto che le particelle accumulate nei linfonodi rimarranno in circolo nel corpo per tutta la vita.
[#1]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 304 152
Gent.le pz
difficile pensare ad una nevralgia indotta dalla esecuzione di un tatuaggio, perché il razionale che lo collega al danno nervoso non c'è.
Ciò nonostante vanno fatte indagini.
Vanno intanto escluse cause non dermatologiche, quali cervicobrachialgie, e ovviamente cause psicologiche,legate anche a queste paure da lei evidenziate, ma in primis va fatta una accurata visita medica.
Ma non legga troppi Alert allarmistici, spesso non giustificati.
Cordialità

Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Brescia,Porto Tolle(RO)

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa