Utente 400XXX
Buongiorno Dottori. Nel febbraio 2015 ho scoperto avere condilomi anali esterni. Cominciato cura con crema aldara (dopo visite da dermatologo e proctologo) e a giugno non c'era più traccia di condilomi . Nelle seguente visite con anoscopia si confermava il buon esito della cura. Da alcuni anni soffro sporadicamente di ragadi anali ma da dicembre 2015 ho cominciato a sentire un forte dolore all ano in basso verso lo scroto,sia nel defecare che al tatto con relativo prurito, e che a volte mi impediva di restare seduto. Alla visita il proctologo ipotizzava una fistola (anoscopia impossibile da eseguire per troppo dolore nell ispezione). Fatto dallo stesso proctologo endoscopia anale non si sono evidenziate fistole,ragadi e alcuna lesione. Solo una dermatite. Mi è stata prescritta crema ADVANTAN al cortisone, ma ho fatto notare al proctologo che lui stesso si era raccomandato di non usare creme cortisoniche per via del Hpv precedente . Risposta : bisogna tentare per via della dermatite. Io sinceramente non ho intenzione nemmeno di provare. Non vorrei guarire di dermatite e ricominciare con i condilomi adesso che sono 8 mesi che non si vedono. Però i miei dubbi sono : può una dermatite causare un dolore così forte e in punto specifico e sempre lo stesso ? Con crema cortisonica effettivamente rischierei una recidiva da Hpv ? Un amico che ha avuto un problema simile tempo fa mi ha consigliato L'unguento Most ai Peg. L'ho provato per un paio di giorni ma mi è aumentato il dolore sempre nello stesso punto. Come posso curare questa dermatite senza rischiare ?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si gentile utente la possibilità c'è

Un cortisonico topico, può innescare una recidiva locale di condilomatosi: fra l'altro un cortisonico topico in regione perianale può sviluppare anche altre infiezioni (candidosi, batteriosi): cerchi di chiarire meglio questo problema con il Venereologo.

Cari saluti

Dr Laino
www.latuapelle.it
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 400XXX

Gentile Dottor Laino la ringrazio per la celere risposta, quindi i miei dubbi mi sono datati utili. Riguardo al dolore (sempre allo stesso punto) come ho scritto a volte è forte e mi impedisce di restare seduto, e accompagnato al prurito arriva sempre dopo essere stato "in bagno" e lo sento anche nel pulire al contatto. Il prurito so che è una caratteristica della dermatite ma il dolore così forte (anche se non è sempre presente) può derivare dalla stessa dermatite? E riguardo all unguento " Most unguento ai Peg" cosa ne pensa? Crede che potrei trarne beneficio ?
Grazie ancora.

[#3] dopo  
Utente 400XXX

Gentile Dottor Laino, sono stato oggi dal dermatologo-venereologo. Dopo avermi visitato è giunto alle seguenti conclusioni:
- non c'è dermatite
- il dolore che sento e che ha localizzato nel punto specifico dove sento il dolore forte secondo lui può essere dovuto ad un nodulo che ha chiamato "nodulo sentinella della ragade" (anch' io mettendomi la crema sento come una piccola pallina in quel punto da abbastanza tempo )
Inizialmente aveva anche parlato di un possibile "cordone emmorroidiale ".
Mi ha prescritto Crema "antrolin" due volte al giorno. Come prima ipotesi di cura aveva pensato ad una crema alla nitroglicerina .
Ho domandato al dottore come sia possibile che nella endoscopia fatta il 2 febbraio non si sia evidenziata questa diagnosi, ma non ho avuto una risposta esaudiente.
Vorrei avere appena le sarà possibile un suo parere, sia sulla diagnosi che sulla cura.
Grazie.