Utente 493XXX
Buongiorno a tutti. Sono una ragazza di 23 anni e recentemente ho fatto una visita dermatologica in quanto da circa 6 mesi ho notato un diradamento progressivo sul cuoio capelluto e una consistente perdita di capelli (col wash test sono arrivata a contarne anche 300/400 e i giorni che non li lavo ne perdo comunque tantissimi pettinandomi.) Aggiungo che ho una forte dermatite seborroica (forfora, crosticine, prurito intenso..) da almeno 1 anno e non riesco a curarla con nulla. L'esito della visita è stato: possibile inizio di alopecia androgenetica (nonostante non ci siano casi in famiglia) unito a un effluvio intenso di cui il medico non è riuscito a capire la causa (esami tiroide nella norma, ferro zinco ecc anche). Io soffro di ovaio policistico ma uso il nuvaring da quasi 3 anni, può essere che tale anello avendo un dosaggio basso non sia sufficiente nel contrastare la caduta che un ovaio policistico può causare e che dunque sia il caso di passare a una pillola con dosaggio maggiore? Inoltre il medico per questo inizio di alopecia (che lui definisce anomala sia perché in famiglia nessuno ne soffre sia perché dice che a 23 anni è strano che si manifesti in maniera così intensa con tutta questa caduta) mi ha prescritto minoxidil 5% da usare una volta al giorno dicendomi "non le prescrivo quello al 2% perché dovrebbe metterlo due volte al giorno ed è un trattamento più scomodo".. a parte la paura che con un effluvio intenso come il mio il minoxidil possa fare solo più danni, il dubbio che mi è sorto è il seguente: mettendo il 5% una sola volta al giorno avrei davvero la stessa copertura (per via dell' emivita del farmaco) che potrei avere col 2% due volte al giorno? Voi mi consigliate di fare come ha detto il dottore o di mettere il 2% (che di solito è quello che viene prescritto alle donne anche per evitare eccessiva peluria su viso/collo, irritazioni varie, caduta indotta) due volte al giorno?
Grazie della disponibilità a chi vorrà rispondermi

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gentile pz
Non posso risponderle sulla terapia impostata del collega che l'ha visitata (ed ha quindi molti più dati di me)se non in maniera generica,anche per motivi di correttezza e deontologia.
Naturalmente la farmacocinetica e la farmacodinamica ci rassicurano sul fatto che il minoxidil possa essere dato una sola volta al giorno ,al corretto dosaggio di 2 ml.
La scelta della concentrazione è legata invece al dato obiettivo ,e alla Potenza con la quale vogliamo impattare . Di norma il 5% è più "maschile" anche perché può veramente essere più legato ad induzione di peli superflui.Ma ciò non toglie che nei casi che lo richiedano si possa dare.
Per il resto la diagnostica va sempre tesa ad individuare una causa per agire in maniera eziologica,cioè sulle cause. Se questo non è possibile si agisce in via patogenetica ,cioè lavorando sulla catene successiva ,cioè sui meccanismi biochimici.
Cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 493XXX

Gentile dottor Griselli, la ringrazio per la risposta. Il dubbio mi è sorto perché il dermatologo che mi ha visitata ha detto di mettere il 5% 1 solo mL la sera "per non mettere quello da 2% 1mL due volte al giorno". Quindi non penso si tratti di una scelta ponderata sulla base della visita, ma pensando a una mia comodità di applicazione. Inoltre non mi ha detto di mettere 2mL di quello al 5%, ma solo 7 spruzzi (cioè circa 1mL). Quindi tanto vale mettere quello al 2% 1mL due volte al giorno, no?

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Il dosaggio giornaliero può essere adattato dal medico a seconda dei suoi desiderata.
Dagli studi di farmacocinetica del farmaco risulta che la dose singola di 2 ml al dì equivale in sostanza alle 2 classiche dosi rifratte di 1 ml (mattina e sera). Questo nell'ottica di mantenere sul bersaglio una quantità sufficente e necessaria per la azione terapeutica. Sottodosare potrebbe diminuire, o anche abolire la azione terapeutica voluta.
Un aumento della concentrazione di principio attivo nella soluzione preparata puo'equivalere certamente ad un possibile aumento della azione sul bersaglio. Ma la riduzione della quantità totale applicata riduce nuovamente la Potenza.
Io infatti do di base i 2 ml giornalieri qualunque percentuale si utilizzi ,a meno che non metta in gioco strategie terapeutiche diverse ,magari scalari.
Con tutto ciò non voglio entrare nella "penna"del collega ,che certamente avrà ragioni terapeutiche prevalenti e che invito a seguire.
Cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)