Utente 235XXX
Salve Dottori, da un mesetto a questa parte avverto un insolito fastidio. Dopo aver portato a casa un pacco (un televisore inscatolato) già dopo poche ore ho iniziato ad avvertire una sensazione di puntura al dito indice sinistro, come quando rimane conficcata una piccola spina di fico d'india. Il fastidio è localizzato tra la 3a e la 2a falange dell'indice sinistro, giusto in corrispondenza della piega del dito, la avverto particolarmente quando sfrego la zona, anche delicatamente, mentre a volte succede che io non senza nulla, ne sfregando delicatamente ne con vigore. Alla vista il dito appare normale, ho guardato bene alla ricerca di spine ma non ne vedo. Tendendo il dito e tastando, al tatto avverto la pelle ispessita, come se fosse presente un callo e una zona più dura che immagino sia l'osso, ma il fastidio a volte c'è a volte no.
Cosa mi consigliate di fare? Dovrei rivolgermi a qualcuno in particolare?
Vi ringrazio anticipatamente....

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo utente, effettui la visita Dermatologica almeno per escludere le cause dermatologiche e le condizioni stress mediate che possono danneggiare determinazioni neurosensoriali di quella zona.
Segua il mio consiglio!

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 235XXX

La ringrazio per la risposta dottore. Domani mi recherò dal medico curante per consultarlo.
Nonostante tutto sia iniziato quella sera trasportando il pacco del televisore, volevo comunque dire che le dimensioni non erano tali da far pensare ad un trauma da stress o da sforzo. Era un normalissimo scatolo di cartone marrone da trasporto, come se ne possono trasportare tanti in determinati giorni.

Inoltre ho individuato il punto esatto della pelle che mi scatena il fastidio, fastidio/dolore che rimane a livello epidermico pur andando accentuandosi.

La mia preoccupazione deriva dal fatto che sono un chitarrista, con le dita ci lavoro....potrebbe trattarsi di qualcosa che può arrecare danni permanenti? Ad oggi, non ho avuto nessun calo a livello di sensibilità, velocità e forza del dito....

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non credo proprio, le ipotesi sono molteplici e non escludono anche un frammento che si è indovato nella cute; spero abbia già fatto la visita dermatologica comunuque..

saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it