Utente 349XXX
Gentili dottori,
vorrei sottoporre alla vostra attenzione un problema che mi affligge da circa una ventina di giorni. A fine luglio sono andato in vacanza in un villaggio vacanze, dove ho regolarmente fatto il bagno sia in mare che in piscina. Negli ultimi due giorni di permanenza ho notato sul piede destro una lesione tondeggiante e screpolata, pensando fosse una scottatura da sole. Tornato a casa ho notato che la lesione non guariva: si presentava con forma tondeggiante irregolare, frastagliata, con bordo rosso formato da puntini lievemente rilevati e l'interno più chiaro con tendenza a desquamare. Non avvertivo prurito né dolore. Essendo agosto, ho chiesto un parere al farmacista, che prendendo in considerazione la frequentazione della piscina e della conformazione della lesione, mi dice si tratta di un fungo e mi consiglia Trosyd crema. Dopo 12 giorni di terapia il bordo è diventato marrone, l'interno rosa pallido con piccole venature rosse: talora è più chiara, talora si ripresenta più marcata, e in generale sembra aumentata di superficie, senza però alcun altro sintomo. Dopo aver lavato e asciugato la lesione, essa tende a diventare impercettibile, ricomparendo successivamente un po' alla volta. Ovviamente appena sarà possibile mi recherò dal mio dermatologo al momento in vacanza, ma ci terrei a conoscere il vostro parere in merito e possibili diagnosi differenziali. Cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Stefano Maria Serini

20% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Purtroppo senza una visita diretta non é possibile fare una diagnosi, tantomeno lo é per il Farmacista, che per formazione (fare diagnosi non rientra nelle sue competenze) e contesto (una visita dermatologica va svolta con la giusta luce e ausili opportuni come lenti e lampada di Wood in uno studio medico) é completamente impossibilitato nonostante la buona volontà a capire di cosa si tratti. Le opzioni da prendere in considerazione sono diverse: eczema nummulare, eritema anulare centrifugo, eritema cronico migrante, dermatite da contatto, eczema idico legato alla presenza di un fungo tra le dita dei piedi o alla pianta dei piedi (tinea pedis), una dermatofitosi, un eritema fisso da medicamento, una chiazza madre di pitiriasi rosea di Gibert eczematizzata. Queste sono solo alcune delle possibili diagnosi che saranno chiarite dalla visita dermatologica. Senza una corretta diagnosi é completamente inutile e dannoso eseguire qualsivoglia terapia. Le consiglio quindi di sospendere l'applicazione di qualsiasi prodotto e di recarsi ad una visita dermatologica. Cordiali saluti. Stefano Maria Serini - Dermatologo Milano
Dott. Stefano Maria Serini
studiomedicoserini.it - dermatologo Milano
3332968417
studiomedicoserini@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 349XXX

Grazie per l'esaustiva risposta. Infine ho potuto sottopormi alla visita, che ha confermato la dermatofizia. Ho iniziato terapia con Desamix Effe e Diflucan 100. Vorrei un'ultima delucidazione: è normale che la lesioni si presenti talora più marcata talaltra più sbiadita durante la terapia?