Utente 826XXX
Gentili dottori, ho 29 anni e soffro di alopecia androgenetica dall'età di 20-21, con un evidente stadio Norwood II. Sto cercando disperatamente un modo per far ricrescere i follicoli atrofizzati cercando di sfruttare le staminali. Sto provando con una tecnica yoga indiana chiamata Balayam che consiste, secondo i principi dell'agupuntura per cui unghie e scalpo sarebbero riflessologicamente collegati, nello sfregamento delle unghie delle mani. Ciò dovrebbe favorire un maggiore apporto di sangue e ossigeno allo scalpo.
Escludo l'autotrapianto in quanto i capelli prelevati dalla fascia occipitale-parietale hanno una consistenza, spessore e orientamento diverso rispetto a quelli della frontale e il risultato non sarebbe soddisfacente e risibile secondo i miei canoni.
Ho smesso di fumare 20 sigarette al giorno, evito stress e ricadute depressive tipiche del mio passato e ho diminuito il sovrappeso. Il mio protocollo di trattamento personale prevede:
- Minoxidil 5% mattina e sera;
- Serenoa Repens/Saw Palmetto mattina e sera;
- AnnurMets (estratti di mela annurca campana-laziale) mattina e sera;
- the verde mattina e sera bevuto e "spalmato" sui capelli;
- estratto naturale di succo di olio e cipolla a giorni alterni con quella di zenzero e aglio;
- lozione fai-da-te con olio di cocco, olio di ricino e olio di jojoba.
Inoltre non trascuro attività aerobica e sonno, mangio una mela, una pera, un kiwi e una arancia al giorno, ascolto anche suoni frequenze binaurali isocroniche da youtube tramite cuffiette prima di addormentarmi e avevo intenzione di comprare una spazzola-pettine a infrarossi.
Sto soffrendo molto psichicamente per la mia stempiatura, non mi piaccio per niente, non mi riconosco quasi più, non riesco a guardarmi più allo specchio.
La mia intenzione non è solo quella di "salvare" i capelli con follicoli annessi preesistenti, ma di recuperare quelli vecchi portando la mia linea della fronte (e così anche l'attaccatura ai lati delle tempie) da forma a "M" molto pronunciata (e assimetrica) come erano prima.
I trapianti di staminali per i capelli saranno pronti per il 2020 (almeno così dicono) e il prezzo, ovviamente, non accessibile a tutti. Come è possibile far rinascere i follicoli atrofizzati (non dormienti, ATROFIZZATI)?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

le indico questo mio articolo per avere più dati utili per la sua richiesta:

https://www.medicitalia.it/blog/dermatologia-e-venereologia/5216-nuove-terapie-rigenerative-per-la-calvizie.html

Da anni ormai la effettuiamo con successo.
Ne parli con il suo dermatologo di fiducia

cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 826XXX

Gentile dottor Laino, la ringrazio per la sua risposta. Ho letto con attenzione l'articolo dal link che mi ha fornito. Ero già a conoscenza delle terapie rigenerative (PRP, hCRP fino al protocollo bSBS che prevede diverse terapie strategicamente utilizzate in sinergia). Il problema é credo che sulle mie tempie glabre i follicoli siano completamente atrofici, cioé "morti", e quindi non più in grado di generare capello. Da quello che so il processo di reversibilità é possibile solo se il follicolo é ancora attivo, ovvero non completamente atrofico, in questo caso si parla di "rigenerazione". Ma se esso é atrofico, allora andrebbe "resuscitato" e in questo caso non si parla di "rigenerazione", ma di "rinascita". Spero di non esserle sembrato inopportuno, saccente e/o arrogante. Non sono ovviamente un dermatologo-tricologo, ma da profano complessato quale sono ho approfondito da molti anni a questa parte la problematica dell'AGA e della miniaturizzazione del capello.
MAGARI avessi la possibilità di recuperare i follicoli inattivi, non sarei costretto a sottopormi a un autotrapianto FUE i cui esiti non sono ancora, oggigiorno, credibili al 100% (si sa che i capelli prelevati dalla fascia occipitale/parietale hanno una consistenza e orientamento differente rispetto a quelli della regione frontale). Quindi il mio obiettivo sarebbe recuperare i follicoli atrofizzati e "riattivarli", anziché rimpiazzarli con altri attraverso l'autotrapianto. E in questo senso credo di essere un illuso se spero di recuperare la chioma e l'attaccatura frontale come lo era ai bei tempi.

Il mio quesito é: quando sarà pronta questa benedetta terapia sul trapianto di cellule staminali del capello? Ogni anno dicono "l'anno prossimo" o "fra due anni", fatto sta che l'ultima data che ho sentito é fissata per il 2020.

Abito a Milano, e conosco diverse strutture dove viene praticato il PRP e hCRP.
Poi se lei mi promette di far resuscitare i follicoli atrofici, sono pure disposto a venirla a trovare nel suo centro a Roma.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Può stare serenamente a Milano..;)

Saluti!

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it