Utente 395XXX
Gentili Dottori,

Vi scrivo per un problema che ho notato da un po' di tempo e che credo sia causato dalle terapie per l'acne che sto portando avanti ormai da circa 5/6 anni, e cioè il colorito molto pallido, praticamente bianco latte, del mio volto, con conseguente esposizione delle occhiaie. Premetto che ho i capelli scuri e non ho lentiggini. Ho sempre avuto la carnagione chiara, ma non eccessivamente.
Il medico di base ha escluso anemia e altre malattie, anche perché sono perfettamente in salute, mangio sano, pratico sport e faccio regolarmente le analisi del sangue.
Il dermatologo mi ha detto che probabilmente la causa è da trovarsi nelle terapie di mantenimento per l'acne, ormai molto migliorata, e specie nell'utilizzo di creme giornaliere che avrebbero proprio l'effetto di assottigliare la pelle, andando quindi a diminuire, e nel mio caso togliere, il colorito.
Un altro effetto credo correlato è che il mio volto, a differenza del resto del corpo, non si abbronza: per due estati sono stato per diverse settimane al mare e mentre il corpo si è abbronzato molto, il colorito del viso è rimasto pressoché invariato, arrossato sarebbe un'esagerazione, sia con l'utilizzo di creme solari che senza.
Questo problema mi provoca un certo disagio a livello estetico, perché con questo colorito dò l'impressione di essere ammalato e le occhiaie peggiorano il tutto. Inoltre le macchie rosse post-acneiche sono per questo molto visibili.

Quello che Vi chiedo è un parere su come risolvere questo problema, se con l'utilizzo di creme apposite (magari anche anti-acneiche), con l'assunzione di certi alimenti, o se invece la pelle si ripristina dopo un periodo senza l'utilizzo di creme per l'acne (se sì quanto tempo?). Premetto che il dermatologo, che visito regolarmente, sembra, a mio parere, sottovalutare questo disagio.


Cordiali Saluti,


[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

né l'Acne né le terapie anti Acne danno incarnato bianco del volto.

Pertanto non è da ricondurre a questo stato (probabilmente fisiologico) il suo pallore.

Si chiarisca con il suo medico di fiducia
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it