Balanopostite cronica che non guarisce del tutto

Gentili Medici,
Sono 4 anni che soffro di una diabolica balanopostite che si fa viva un paio di volte al mese.
Sono stato visitato da 2 dermatologi nel corso degli anni e la terapia è sempre stata: detergente intimo, crema all'ossido di zinco ed Advantan.
Tampone per germi e miceti negativo in quanto il secondo dermatologo pensava fosse candida.
Ho tenuto a bada la desquamazione, l'infiammazione e la fimosi proprio grazie all'uso (e abuso) di Advantan che mi risolveva sempre la situazione di pene martoriato come fosse uscito da Waterloo.
Nelle ultime settimane però nulla riesce a calmare i bollenti spiriti del mio pene, tutti squisitamente platonici visto che un amplesso o una masturbazione sono l'ultima cosa che mi verrebbe in mente visto come è conciato.
Preciso che già dalla prima visita dermatologica ho cercato di tenere la migliore igiene del pene possibile (Hydral, balanil etc.
)
Per questi motivi vi chiedo:
1) il mio uso scellerato di Advantan mi ha fatto sviluppare una resistenza a questo corticosteroide o devo continuare fino alla remissione dei sintomi come al solito?
Me ne sono servito per anni di fila ogni volta che sentivo male.

2) attualmente applico solo crema di zinco, non fa molto, ma mi dà l'impressione di non peggiorare la situazione.
Sospendo anche questa?

3) devo ripetere il tampone al glande di 2 anni fa?
Magari il laboratorio ha sbagliato e vorrei sinceramente capire cosa ho fatto di male per meritare questa buffa e stressante maledizione.


Vi ringrazio molto
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 22k 461 502
Gentile utente come potrà leggere nel sito www.balanopostite.it potrà scoprire che di balanopostiti ce ne sono decine e tutte di simili tra loro.
Inoltre ci sono decine di altre affezioni croniche o ad andamento cronico recidivante che possono interessare il pene.
Pertanto la invito a comporre una diagnosi precisa con una visita di venereologia ed una peniscopia digitale (può leggere informazioni nel sito www.peniscopia.it ) poichè senza una diagnosi adeguata al suo caso, sarà molto difficile che lei possa trovare il bandolo della matassa.
Dott.Laino

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Laino grazie,
In caso di tampone mi consiglia un tampone uretrale o un tampone del solco balano prepuziale ?
Preciso che durante la minzione non ho nessun dolore o fastidio

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test