Utente 233XXX
Gentilissimi Dottori, vorrei chiarirmi un dubbio.

Oggi in pausa pranzo mi sono recato nel solito self service che abitualmente frequento. Durante il pasto, ho introdotto in bocca più volte il coltello con cui stavo mangiando per leccare alcuni residui di cibo che si erano depositati. Ho fatto attenzione a non tagliarmi, ma subito dopo sono stato assalito dalla perplessità. Nel caso mi fossi tagliato, oppure ci fossero già dei tagli nella mia bocca, è possibile che abbia contratto l'HIV? Il coltello credo fosse pulito, dato che questo posto fa parte di una catena di self service presenti in tutta Italia e dunque ha la professionalità dalla sua parte. Nel caso malaugurato fosse stato sporco (magari con tracce di sangue di altri), corro dei rischi?

In linea di massima, quando ci troviamo in un ristorante/self service e accidentalmente ci tagliamo con il coltello che stiamo usando per mangiare, siamo in una situazione a rischio contagio? Quali altre malattie possiamo contrarre?

Per contrarre l'Hiv in via ematica, ci deve essere il contatto diretto e immediato tra il proprio sangue e quello di un sieropositivo? Dopo quanto tempo l'Hiv muore all'esterno dell'organismo, depositato su un qualsiasi oggetto? pochi minuti, qualche ora?

Vi ringrazio tantissimo per le risposte,

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
il virus HIV ha una scarsissima resistenza e vitalità nell'ambiente essendo il contagio tipicamente interumano.
Più che preoccuparsi di coltello e forchetta si ricordi di proteggere i contatti intimi: sono quasi sempre loro la causa.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it