Utente 235XXX
Buongiorno,
a seguito di un'esame del sangue di routine nel novembre del 2011 è stato rilevato nell'elettroforesi sieroproteica un "lieve picco in zona gammaglobulinica di probabile origine monoclonale" , tracce di catene leggere libere monoclonali kappa nella proteinuria di Bence-Jones e infezione da Epstein-Barr positiva nelle igg anti-ebna e nelle igm anti-vca.
In seguito a visita ematologica è stata ipotizzata la riattivazione asintomatica della mononucleosi come causa della temporanea componente monoclonale e mi è stato consigliato di ripetere a febbraio le analisi.
Queste ultime hanno riscontrato nell'elettroforesi una "presenza di lieve componente monoclonale in zona gammaglobulinica tipizzata come IgG-kappa non distinguibile graficamente" ma proteinuria di bence jones negativa.
Valori come LDH, beta2microglobulina, ves, proteina c-reattiva, dosaggio delle immunoglobuline, ecc sono tutti nella norma.
Considerato che:
1) soffro da 8 anni di sebopsoriasi medio-leggera
2) soffro da 1 anno di glossite migratoria benigna (verosimilmente collegata alla sebopsoriasi)
3) nel dicembre 2011 durante un'ecografia addominale di controllo mi è stato rinscontrato un nodulo epatico di 4,5 cm vascolarizzato compatibile con angioma ma che necessita di approfondimento (RMN prevista per il 28 febbraio),
Volevo chiedere se la lieve componente monoclonale si possa attribuire alla sebopsoriasi o se nel peggiore dei casi sia una conseguenza di una neoplasia epatica che magari è stata erroneamente diagnosticata come angioma.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Quello che farei è un esame di immunodiffusione per valutare se effettivamente presente questa componente monoclonale, perchè non è chiaro dal referto, visto che si parla di lieve componente monoclonale "non distinguibile graficamente".
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 235XXX

Gentile Dott. Baraldi,
Buongiorno. Ho effettuato nella scorsa settimana l'esame di immunodiffusione dal quale è arrivata la conferma di una lieve componente monoclonale tipizzata come igg-k ma non quantificabile nè distinguibile graficamente.
Tra gli altri dati: il valore delle gamma globuline è passato dal 15,1% al 15,6%, ovvero 1,24 g/dl (praticamente invariato), il valore della beta2microglobulina è passato da 1,2 di febbraio a 1,8 ma sempre dentro nel range [0,85-2,16] mentre il resto è tutto nella norma (bence jones, ldh, funzionalità renale ed epatica).
Dalla risonanza al nodulo epatico si è arrivati alla diagnosi di nodulo benigno (iperplasia nodulare focale) che, in seguito ad una recente ecografia, non ha subito modificazioni nel corso dei mesi.
A questo punto avrei qualche quesito da porle.
Il mio ematologo, nel novembre scorso, ipotizzava un carattere "temporaneo" di questa lieve componente collegato alla riattivazione del virus epstein-barr. Dopo quasi 1 anno si può parlare ancora di carattere temporaneo della componente? L'altra ipotesi è che, essendo lieve, possa essere collegata alla psoriasi del cuoio capelluto, la quale tuttavia non è di carattere grave. Si sta cercando insomma di cercare un "capro espiatorio" per evitare di accettare il fatto la mgus possa arrivare già a 25 anni.
La ringrazio per l'attenzione.