Utente 854XXX
Buonasera dottore, le scrivo per sottoporle le analisi di mia madre (53enne). Lei soffre spessissimo di tosse e quest'inverno è stata sottoposta a svariati cicli di antibiotici; al momento non abbiamo trovato la causa di questa iperreattività agli sbalzi di temperatura a parte un concomitante reflusso gastrico. Dalle ultime analisi emerge un valore LDH alterato: 262 u/l - valore di riferimento 135-214 i.r. femmine oltre 15 anni; in fondo alla colonna compare "sovrastima da lieve emolisi" ma non so se si riferisce a questa voce. Il nostro medico di condotta ha solamente commentato dicendo che andrebbero fatti accertamenti che poi non ha prescritto. Mia madre afferma che ha notato un aumento dalle ultime analisi che aveva fatto. Gli altri valori sono tutti nella norma, qualora le occorrano altri dati non esiterò a scriverglieli. La ringrazio anticipatamente; cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
il dato, svincolato da ogni contesto, è assolutamente aspecifico.

Infatti l'LDH (lattato deidrogenasi) è un enzima presente nelle cellule di vari organi e tessuti (fra cui fegato, globuli rossi, miocardio, muscoli scheletrici, pancreas, polmoni, reni),
ed il suo aumento, peraltro molto contenuto, va inserito e considerato nel contesto clinico di quel dato paziente.

Penso ne dovrà necessariamente discutere con il suo curante.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it