Utente 342XXX
Salve!
Ho 25 anni e da qualche giorno o mese non saprei di preciso ho fastidi al collo e ghiandole salivari infiammate, ho preso antiinfiammatori ma senza risultati o meglio per qualche giorno hanno fatto effetto ma poi si sono rigonfiate!
Mi sono accorta di avere una pallina anche all'inguine e una sul bordo della mascella.
Ho il collo che tira e non riesco a stare dritta soprattutto a destra dove sento due palline piccole.
Il mio medico mi ha detto che sarà sicuramente un'infezione (non so dovuta a cosa) e mi ha dato altri infiammatori per una settimana.
Ancora non mi sembra che abbiano avuto il minimo effetto.
Ho sempre mal di collo che arriva fino alla spalla e anche dietro la testa,ma forse la colpa è anche del lavoro che faccio e dei continui movimenti ripetitivi.
Soffro anche di reflusso ed esofagite e ho pensato che forse gli acidi infiammano la gola e quindi di conseguenza si gonfiano i linfonodi?
Sono un po preoccupata, lei cosa mi consiglia?

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Monaco

24% attività
0% attualità
0% socialità
SAN PRISCO (CE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2014
salve! Il quadro descritto e' verosimilmente da correlare ad uno stato infiammatorio. Comunque, se la sintomatologia persiste a distanza di qualche settimana, le consiglio di farsi ri-visitare e di praticare una visita specialistica. L'esofagite molto difficilmente e' da imputare ad un ingrossamento linfonodale in sede cervicale.

Saluti!
Dr. Giuseppe Monaco, Specialista in Ematologia

[#2] dopo  
Utente 342XXX

Grazie per la risposta!
Il mio medico mi ha chiesto se avessi avuto qualche problema ginecologico,un infezione, se io avessi la candida vaginale è possibile che si gonfino le ghiandole del collo? O non centra nulla?
Ieri ho avuto delle fitte sotto le costole da entrambi i lati, non so se può centrare qualcosa...
Se avessi qualche infezione cosa devo fare? Dalle analisi del sangue si vede?

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Monaco

24% attività
0% attualità
0% socialità
SAN PRISCO (CE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2014
Buonasera! In genere, i linfonodi che tendono ad ingrossarsi sono sempre quelli contigui alla sede d'infezione ( per esempio in caso di candidosi vaginale, dovrebbero essere interessati quelli inguinali). La linfoadenomegalia in sede cervicale puo' essere dovuta a patologie di tipo odontoiatrico. In caso di linfoadenomegalie ad eziologia virale, non sempre si riesce a trovare la causa con risoluzione spontanea. La ricerca laboratoristica di routine e' limitata solo ad alcuni virus ( CMV, EBV, Herpes virus etc), ma raramente sono positivi. Per quanto riguarda il dolore costale, non e' da correlare all'ingrossamento linfonodale e puo' essere un semplice dolore intercostale.
Saluti!
Dr. Giuseppe Monaco, Specialista in Ematologia