Utente 259XXX
Salve, ho ritirato i risultati delle analisi; ho il colesterolo, ma c'è quasi sempre stato: l'hdl è buono, l'ldl è di pochissimo superiore alla norma, il totale è di una ventina di mg/dl superiore. Quello su cui mi vorrei soffermare è l'alt cinetico enzimatico, i valori di riferimento sono fra 10 e 41, il mio è di 57. Il medico mi ha detto che è dovuto all'alimentazione; infatti mi sono documentato ed ho visto sì che l'aumento è dovuto la maggior parte delle volte all'alimentazione, ma possono essere anche farmaci anti-colesterolo (io prendo totalip, anche se non mi ha mai dato effetti di quel genere, non so se gli effetti indesiderati vengono subito in chi prende farmaci, quindi si è predisposti, o se possono venire anche dopo, se mi può chiarire questo la ringrazio) ed il virus dell'epatite c ad alzare il livello. Quest'ultimo ho letto che è frequente nella mia regione, il Lazio. Quindi vorrei sapere lei che ne pensa di questi due fattori oltre l'alimentazione. Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
L'aumento dell'ALT non ha valori tali da pensare ad una epatite, potrebbe essere piuttosto legato alla steatosi (fegato grasso), per cui le consiglio una ecografia epatica.
Ovviamente, per sua tranquillità, non sarebbe male effettuare i dosaggi dei markers sia dell'epatite B che C.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 259XXX

Ho fatto un ecografia ed il fegato è nella norma; per esserci il fegato grasso può quest'organo avere dimensioni normali e rilevarlo solo nelle analisi?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
No, è una valutazione della "brillantezza" ecografica del fegato che viene effettuata dall'esecutore dell'esame.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 259XXX

Quindi lei escluderebbe una causa proveniente dall'alimentazione come affermato dal medico?

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
I farmaci anticolesterolemici, nel tempo, possono dare movimenti delle transaminasi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 259XXX

Reversibile questo aumento se dipende da questi farmaci? Perchè dalle precedenti analisi è aumentato di 17 "punti", quindi un cambio improvviso e l'alimentazione non è variata.

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
L'ipertransaminasemia, se dovuta a farmaci anticolesterolemici,
regredisce con la sospensione del farmaco,
da decidere ovviamente con il suo curante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 259XXX

Suggerirebbe di vedere le prossime analisi e dopo eventualmete, decidere?

[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Certamente van bene i controlli,
le riconfermo quanto già scritto in replica #1.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 259XXX

Ok, grazie delle risposte.

[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Di nulla.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it