Utente 618XXX
buona sera, sono una ragazza di 25 anni, pochi giorni fa ho già scritto chiedendo aiuto per un fastidio alla testa, che mi porto dietro da mesi ormai. purtroppo sono tornata a scrivere perchè è comparso un fastidio che speravo fosse definitivamente passato.
dunque da che ricordo, ho sempre avuto una certa predisposizione all'ingrossamento dei linfonodi, da piccola ricordo spesso quelli sotto le orecchie e il collo, mai in maniera esagerata, ma per un non nulla erano sempre li un pò indolensiti.
due anni fa ormai esattamente il mese di maggio 2006, comincia la mia odissea, da un giorno all'altro mi danno fastidio tutti i linfonodi, (collo, ascelle, inguine)io li sento gonfissimi e come una sensazione di tensione soprattutto quelle del collo, a volte sembrava che fossero talmente gonfi da non riuscire quasi a respirare,( anche se a occhio non erano visibili) e l'inguine, contemporaneamente avevo un dolore muscolare alle gambe, in particolare la destra, a volte molto forte.
tra tanti medici che ho girato solo un paio hanno trovato effettivamente un pò gonfi al tatto i miei linfonodi, anche se a me sembrava che stessero per esplodere, contempèoraneamente avevo un pò di febricola (solo 4-5 giorni) e una forte stanchezza, a volte proprio a livello muscolare, piano piano ho smesso di lavorare, di avere fiducia di tutti, il motivo? dopo avermi fatto fare delle analisi( che poi ho ripetuto molte volte ) in cui i risultati dell'emocromo e della ves erano usciti alterati, e una presenza di anticorpi passati peròa mononucleosi, citomegalovirus, toxoplasmosi, la risposta della maggior parte dei medici purtroppo è stata che dei virus principali ero stata colpita, ma ora non erano in corso, e dopo aver ripetuto le analisi ed essersi un pò sistemati i valori alterati- VA Bé é PASSATO FORSE QUALCHE VIRUS NON CONOSCIUTO; L'IMPORTATE Eé CHE ORA STAI MEGLIO- a me dispiace dirlo, ma avevo perso tutta la fiducia, da maggio 2006, comunque questi fastidi si sono trascinati andando e venendo, seguendo non so che criterio, fino a marzo 2007, dove credevo fosse finalmente passato definitivamente.
al suo posto è comparsa una grande paura di non essere seguita correttamente, di avere qualcosa e di non essere creduta, perchè questa cosa è rimasta cosi in sospeso senza una spiegazione logica.
fino ad oggi ho sofferto purtroppo di ansia e attacchi di panico che ho curato anche se sono rimasti questi forti fastidi alla testa che non riesco a risolvere.
mi scuso se mi sono dilungata tanto, ma volevo farvi un quadro preciso per cercare di avere una risposta, dato che purtroppo 5 giorni fa quei fastidi sono tornati: improvvisamente, da un giorno all'altro mi sono sentita un'enorme tensione sotto al collo ,l'esofago come irrigidito e indolensito , fino ad oggi linfonodi un pò gonfi al collo, inguine e ascelle, un pò di febricola 36'9-37 dolore muscolare alla gamba e di nuovo tanta delusione e paura.
c'è solo un particolare che non so se collegabile, dopo il problema presentato la prima volta due anni fa, molte volte, ma non sempre capita che durante il periodo premestruale si indolensivano un pò i linfonodi inguinali, ma in forma lieve, appena appena. questa volta purtropposi è ripresentato tutto in forma molto forte, come due anni fa, mi sento indolensito e gonfio ovunque, ma anche sta volta comunque, due giorni dall'inizio dei fastidi e arrivato il ciclo,con 12 giorni di ritardo. sono spaventatissima e vorrei una soluzione, vi prego mi sono sentita sprofondare, quando sono ricomparsi i sintomi e ora che stò uscendo da attacchi di panico dovuti proprio al lungo trascinarsi di questi fastidi mai spiegati e curati che purtroppo mi terrorizza ancora di più, grazie mille per qualsiasi suggerimento.
per il momento aspetto risultati
VES
EMOCROMO
SIDEREMIA
INDICE DI TORC
ancora grazie

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,

in attesa degli esami di cui parla, cerchi di stare tranquilla poichè un ingrandimento dei linfonodi, in assenza di altra sintomatologia, può verificarsi per svariati motivi anche i più banali, poichè si tratta di una reazione del sistema immunitario nei confronti di vari stimoli di natura infiammatoria o infettiva. Per sua tranquillità anche un mal di denti può portare a questo.
Può esistere una relazione con il ciclo mensile ma anche in questo caso non deve assolutamente preoccuparsi. Se tutte le visite non hanno evidenziato nulla , le ripeto, stia tranquilla

Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 618XXX

grazie mille Dr. Baraldi, cercherò di stare un pò più tranquilla, è stato gentilissimo, ma se possibile vorrei chiederle due cose,
la prima è che la febbre non viene da due giorni, ma da ieri sera è cominciato un forte prurito per tutto il corpo, dal cuoio capelluto fino giù ai piedi, solo in alcuni punti però si notano delle piccolissime bollicine, ma proprio piccole e neppure tanto rosse, si arrossa di più tutta la zona attorno. E' cominciato ieri in serata, durato tutta la notte, e stamattina molto intenso non riuscivo a smettere di grattarmi, ora sembra un pò diminuito, ma non canto ancora vittoria. può essere collegato a tutta la situazione che ho, o è qualcos'altro?
poi la seconda cosa è (mi scusi se le faccio molte domande, ma vorrei solo capirci un pò in più, proprio per non spaventarmi), vorrei saperepere eventualmente fosse una stupidaggine, questa cosi come le altre volte, è mai possibile che il mio sistema immunitario reagisce cosi? in casa mia o chi conosco nessuno ha mai lamentato qualcosa di simile, al massimo un pò gonfio qualche linfonodo sootto al collo se c'era un pò di mal di gola, perchè a me puntualmente si indolensisce tutto portandomi tutti i fastidi che le ho già descritto? potrebbe essere pericoloso per il mio organismo? forse non si difende bene? dovrei rinforzarlo?
ultima domanda, perchè puntualmente ogni volta che mi succede questo, la gamba destra, e a volte anche il braccio destro mi fanno malissimo, provo proprio fatica, indolenzimento, e forte dolore al polso e alla caviglia soprattutto, come se avessi preso una storta, questa volta non riuscivo neppure a poggiare il piede a terra, ora si è calmato, ma succede ogni volta, cosa può essere?
Scusi se chiedo anche a lei questa cosa, ma è stato cosi chiaro nella sua spiegazione, che davvero con poche parole è riuscito a farmi capire molto, o perlomeno a darmi una spiegazione chiara, anche se devo aspettare i risultati delle analisi, nel frattempo è stato molto gentile.
Vorrei chiederle ciò che ho chiesto al suo collega neurologo, non so se lei può vedere la mia domanda, brevemente ho dei fastidi alla testa da mesi, come una vibrazione interna, non dolorosa, che mi prende gli occhi e per qualche istante mi sembra di perdere il controllo della testa, le ho spiegato molto brevemente, ma le assicuro che questo fastidio persiste e mi tormenta, e anche qui unica spiegazione "ansia" ho fatto cure, tac, risonanze ecc. potrebbe essere qualche infezione, infiammazione ai nervi o non so, e eventualmente qualche analisi per stabilirlo?
grazie mille di cuore per la sua disposizione

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,

per il prurito e la comparsa di bolle e/o puntini rossi bisogna che ci sia una visita diretta del medico per una valutazione visiva.
Riguardo una valutazione del sistema immunitario ci sono analisi che si possono fare, per esempio tipizzazione linfocitaria, dosaggio immunoglubuline ed altri, ma sono indicati nel momento in cui un soggetto ha continue infezioni, ho fatto solo un esempio, ed in altre patologie, ma non mi sembra questo il suo caso; piuttosto mi sembra di capire anche leggendo le risposte degli altri colleghi che sussiste uno stato ansioso marcato e, secondo me , è su questo punto che deve essere aiutata. Si affidi con fiducia ai medici che l'hanno in cura ma non pensi a cose che non esistono
Un saluto

A. Baraldi