Utente 713XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 24 anni che ha da circa due mesi i linfonodi cervicali ascellari e inguinali ingrossati. Cerco di spiegare meglio la mia situazione :
- settembre 2007: ingrossamento linfonodi, febbre :mononucleosi(LDH mosso, monotest++,faringodinia e splenomegalia)
- settembre 2007: tonsillite legata alla mononucleosi
-aprile 2007 : linfonodi ingrossati e prurito generalizzato : dermatite curata con antistaminici e scomparsa linfonodi (ma non sono sicurissimo)

sono stato da un ematologo che mi ha detto di stare tranquillo e di eseguire alcuni esami per sicurezza:
emocromo con formula, VES,PCR,QPE : tutti a posto.
inoltre :
Siero Epstein Barr Virus VCA IgG : 84
Epstein Barr Virus VCA IgM : <40
Epstein Barr Virus IgG anti EBNA : <20
s-glucosio,s-urea,s-creatinina,s-bilirubina totale,s-AST,s-ALT,s-CK,s-LDH,s-Amilasi Pancreatica,s-Sodio,s-Potassio,p-Tempo di Protrombina(INR),p-Tempo di tromboplastina parziale attivata,p-Fibrogeno : TUTTI NELLA NORMA.
Inoltre:
Siero
Toxoplasma IgG : <3
Toxoplasma IgM : Negativo
Citomegalovirus IgG : 180
Citomegalovirus IgM : Negativo
Inoltre
RX TORACE 2 viste : Non si rilevano segni di lesioni polmonari o pleuriche con caratteristiche radiologiche di attività. L'ombra cardio-vasale ha forma e dimensioni regolari.
Inoltre
ECO ADDOME SUP + INF : tutto regolare
In sede inguinale bilaterale persistono alcuni linfonodi di aspetto reattivo, con prevalente morfologia a "pseudo-Kidney" delle dimensioni massime a dx di 13 mm e a sn di 15 mm.
In sede latero-cervicale e sottomandibolare bilaterale sono riconoscibile multiple adenopatie, sia di morfologia ovalare e struttura solida ipoecogena omogenea, sia con aspetto a "pseudo-Kidney" verosimilmente reattive di dimensioni variabili fino ad un massimo di 14 mm a dx e 22mm a sn.
La tiroide ha dimensioni regolari e struttura omogenea se si eccettua una lacuna cistica di 2,5 mm al III inferiore del lobo sn. La trache è in asse.
In sede ascellare bilaterale sono apprezzabili adenopatie con prevalente aspetto a "pseudo-Kidney", di dimensioni variabili fino ad un massimo di 14 mm a dx e 23 mm a sn.
Ora ho una visita con l'ematologo prenonata ma nell'attesa sono molto preoccupato, vorrei anche un vostro consulto per sapere cosa aspettarmi.
Vi ringrazio anticipatamente e mi complimento per il servizio svolto.
Alessandro

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

poichè il range dei valori di laboratorio può variare ci dovrebbe fare sapere per le Ig M dell'Epstein Barr fino a che titolo il laboratorio le considera negative;
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 713XXX

Buongiorno,
ecco i valori di riferimento :

Siero
Epstein Barr Virus VCA IgG (CMIA) : <20
Epstein Barr Virus VCA IgM (CMIA) : <40
Epstein Barr Virus IgG anti EBNA (CMIA) : <20

gli ultimi due coincidono con i valori che ho come esito.

Grazie

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Dagli esami si evidenzia soltanto una pregressa mononucleosi che le ha lasciato gli anticorpi EBNA Ig G che sono quelli protettivi.
I linfonodi si possono ingrandire per i più svariati motivi poichè rappresentano una difesa immunitaria nei confronti di agenti come virus, batteri ecc. Vanno appunto sotto il nome di reattivi. L'esame ecografico evidenzia soltanto questo, ma gli esami di laboratorio sono normali; fai con tranquillità questa visita ematologica ma senza preoccuparti
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 713XXX

grazie mille per la risposta celere! ora sono più tranquillo.
e per quanto riguarda la ciste sulla tiroide c'è da preoccuparsi?
grazie ancora anticipatamente

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Per la cisti tiroidea, per sua tranquillità, faccia anche una visita endocrinologica o, se lo desidera, ponga la domanda nella sezione endocrinologia del sito
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 713XXX

Buongiorno,
grazie per le risposte.
Ho fatto la visita dall'ematologo siccome mi è stata anticipata, e mi ha detto di stare tranquillo che non c'è nulla di che preoccuparsi.
Ho fatto anche presente che sempre da due mesi a questa parte mi capita di sentirmi come se avessi un po di febbre, e nelle ultime due settimane ho iniziato a misurarla constatando spesso un 37 - 37.2 ma anche su questo punto mi ha detto semplicemente di non misurarla più...io nonostante tutto sono ancora preoccupato...perchè non mi senti più in forma.ci potrebbero essere altri esami utili?
grazie anticipatamente

Saluti

[#7]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,

se tutti gli esami sono negativi, mi associo al parere del suo ematologo e La invito a stare tranquillo
Un saluto

A. Baraldi

[#8] dopo  
Utente 713XXX

Dopo due anni vi riscrivo per chiedervi semplicemente se è normale che i linfonodi siano ancora ingrossati.

grazie

[#9]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
In quale parte del corpo sono ingrossati e poi sono stati definiti tali , cioè ancora ingrossati , dal suo medico o è una sua sensazione ?
Un saluto

A. Baraldi

[#10] dopo  
Utente 713XXX

al lato del collo, ascelle e inguine.
son sempre uguali, palpabili, come lo erano due anni fa quando feci gli accertamenti.

Cordialmente

[#11]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Però mi scusi un linfonodo palpabile non è asolutamente detto che sia ingrossato, occorre fare un'ecografia per valutarlo, perchè , èer esempio, nei soggetti magri i linfonodi sono molto più papabili che nei grassi dando anche la sensazione di essere ingranditi. A questo punto faccia un'ecografia di controllo
Un saluto

A. Baraldi