Utente 153XXX
Salve
Sono un ragazzo di 29 anni e da circa 3 mesi mi sono accorto di avere dei linfonodi laterocervicali non dolenti confermati da un'ecografia, dove si evidenziano circa 6 linfonodi tra il mezzo centimetro e con il più grande di 13 mm. L'ecografista mi tranquillizza dicendo che si tratta di linfonodi reattivi. Il medico di base, leggendo il referto, conferma. Il problema è che ad oggi i linfonodi sono ancora lì e, a volte, compaiono dei piccoli pomfi in varie parti del corpo (a volte prugirinosi altre no) di colore rosso acceso (se ci passo il dito sopra si schiariscono per poi tornare rossi quando lo tolgo) e che ci mettono settimane a schiarirsi e togliersi. Inoltre da circa 5 giorni ho un dolore al polso sinistro (in special modo quando lo muovo) senza nessuna causa apparente (nessuno sforzo o contrattura che ricordi). Potrebbe trattarsi di leucemia o linfoma? Potrebbe aver sbagliato l'ecografista nell'analizzare i linfonodi? Oppure è possibile che non fossero ancora visibili i linfonodi patologici (quindi risultassero ancoracreattivi)? Ho il terrore di effettuare le analisi del sangue per paura che qualche valore possa uscire alterato e confondersi di più le idee. Grazie per la cortese attenzione

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore se non ci sono processi infettivi alla gola, naso tonsille , denti, tiroide, laringe oppure una infezione virale tipo la mononucleosi ecc. che possano giustificare dei linfonodi reattivi. quindi è comunque necessario che faccia degli esami su indicazione del suo medico dopo una visita approfondita. (Linfonodi reattivi vuol dire che non sono di tipo tumorale). Cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 153XXX

Dottore grazie per la risposta
In effetti avrei una carie che non ho ancora curato causa lavoro, e il mio medico curante ha detto che la causa possa essere proprio questa. Però, leggendo su internet, i linfonodi che si occupano del drenaggio del cavo orale sono quelli sottomandibolari e quelli laterocervicali alti, mentre i due più "grossi" cioè gli unici palpabili si trovano nella parte bassa del collo. La causa potrebbe essere comunque quella carie che ho, tra l'altro, situata nella zona sinistra della bocca (dove ci sono anche i linfonodi) oppure possono essersi gonfiati per altro motivo? Inoltre sia l'ecografista che il medico curante hanno detto che potrei anche averli da molto tempo e che io me ne sia accorto solo da 3 mesi e che possono restare gonfi anche per sempre. Le ricordo che i due più grossi sono di 13 mm e 11mm e che, a detta del l'ecografista e del medico, quasi insignificanti. Grazie per la cortese attenzione

[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signore la presenza di una infiammazione/infezione giustifica la presenza di linfonodi ingranditi. Peraltro è anche vero quello che le ha detto l'ecografista, che date le dimensioni contenute, i linfonodi posso essere li anche da tempo e lei non se ne sia mai accorto. I linfonodi vecchi se palpati si muovono facilmente, quelli giovani si muovono meno. per il resto non c'è modo di saperlo se non a posteriori, quando avrà curato la carie. Cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena