Utente 396XXX
Gentili Dottori,
ecco la mia situazione:
Ho 27 anni, sono alto 172 cm e peso 83 Kg circa. Conduco una vita sedentaria. Non bevo, non fumo.

Ultimo intervento avuto:
Correzione di un varicocele sinistro di 2° grado nel 2003.

Adesso ecco i miei sintomi:
- è da circa un anno che presento una piccola "massa" palpabile
appena sotto il capezzolo sinistro. Questa "massa" fa male solo se viene fatta una qualsiasi tipo di pressione nella zona stessa.
- ho perso la peluria in alcune parti del corpo come le zone appena sotto il polpaccio, ascelle, petto. Anche la barba sembra essere diminuita.
- ho iniziato a mettere su peso in maniera a mio avviso non giustificata. Conduco una vita sedentaria ma non mangio cosi tanto da giustificare il continuo aumento di peso che sto subendo!
- sudo in maniera eccessiva. Non posso nemmeno fare una semplice passeggiata; perdo una quantità incredibile di liquidi.
- Dormo male e in generale mi sento alquanto stanco.

Sono andato da un Endocrinologo ed ho esposto questa mia situazione. Mi ha prescritto tutta una serie di analisi tra cui HCG, LH, FSH, PRL, E2, Testosterone plasmatico, spermiogramma ed infine 2 ecografie: una nella regione inguino-scrotale (per escludere la presenza di una possibile recidiva del varicocele o la possibilità di ipogonadismo), l'altra nella regione mammaria.

Per quanto riguarda le analisi tutto risulta nella norma eccetto L'FSH che risulta pari a 1,30 UI/l(valori di Rif. 1,5 - 5,8).
Il testosterone pur rientrando nei valori di riferimento risulta essere comunque basso: 430 ng/dl (valori di Rif. 199 - 1586). Su vari siti ho letto che comunque non dovrebbe essere cosi basso in un individuo della mia età. Mesi fà feci lo stesso esame ed i valori erano ancora più bassi: 332 ng/dl.

Esito Ecografie:
- da quella alla regione mammaria ne è uscito che avrei un principio di ginecomastia.
- da quella alla regione inguino-scrotale è stata evidenziata la presenza di un leggero reflusso sotto sforzo, ma nulla di preoccupante...almeno cosi ha detto il medico...

Devo ancora eseguire lo spermiogramma...

Ancora non sono riandato dall'endocrinologo in quanto ho appuntamento a fine mese, però vorrei avere un quadro della situazione...so che è diffcile fare delle ipotesi ma voi cosa ne pensate? Cosa potrebbe avermi causato tutti i sintomi descritti?
Durante la prima visita, l'endocrinologo mi disse che il tutto (o quasi) poteva dipendere da un calo dei livelli di testosterone...è possibile tutto ciò?

P.S. la tiroide è stata esclusa in quanto ho fatto un ecografia e tutte le analisi del caso 3 mesi fà e tutto era nella norma.

In attesa di una vostra risposta vi ringrazio in anticipo e mi scuso per la lunghezza del messaggio.

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,
ma come è il dosaggio dell' LH? E' stato dosato anche la quota del testosterone libero?
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
ww.andrologiamedica.org
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto

28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
GIOIA DEL COLLE (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
credo sia necessaria dosare il testosterone libero e il SHBG
dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com

[#3] dopo  
Utente 396XXX

L'LH è nella norma e in particolare: 5,20 mIU/ml (valori di rif. 1,7 - 8.6).
Il testosterone libero invece non è stato controllato; magari visto che ho ancora qualche giorno prima della visita, me ne occupo.
L'SHBG cosa sarebbe?

Grazie per la disponibilità!

Cordiali Saluti.

[#4] dopo  
Utente 396XXX

Oggi ho ritirato l'esito dello spermiogramma. Ecco i risultati:

aspeto e colore ........... normali
viscosità .................normale
reazione ................. alcalina
volume ml ...............5.0
conteggio spermatozoi x ml.....milioni 60 (Val. Rif. 60 150)
dissoluzione del coagulo.........60 (Val. Rif. entro 30)
Elem. mobili dopo 60 min dalla raccolta % ...50 (val. rif. >50%)
Elem. mobili dopo 120 ..........40
forme normali %.................85 (> 50%)
Forme allungate %...............12
Forme macrocefale % ............1
Forme microcefale %.............1
Anomalie del flagello %.........0
Forme duplici %.................0.5
Forme amorfe %..................0.5
Note:
Emoglobina: presente +--- ; frequenti elementi vivacemente mobili;altri poco mobili; frequenti emazie e leucociti


Come vi sembra questo esito? Cosa vuol dire quel +--- nell'emoglobina?

Grazie per l'attenzione

Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
+- vuol dire che "è presente , ma non troppo". Per quanto riguarda l'esame del liquido seminale purtroppo le devo dire però che non è condotto secondo i criteri dati dall'OMS e quindi è di difficile interpretazione. Per farle un esempio ,con i criteri dati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, forme normali all'85% sono un dato non realistico e poco attendibile . Le consiglio di ripetere l'esame presso un laboratorio dedicato ed aggiornato.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 396XXX

Salve!
Sono finalmente stato alla visita di controllo. Visti i risultati di tutte le analisi fatte, il mio medico ha detto che per adesso non vede gli estremi per intraprendere una qualsiasi tipo di terapia. Si è piuttosto focalizzato sulla dieta tralasciando per il momento il resto. Adesso però sono perplesso e confuso...dimagrire non mi dispiace, però non era quella la mia priorità! Dovrò convivere con questa situazione per altri 2 mesi, fino al prossimo controllo!
Continuo ad avere una sudorazione esagerata...uscire ormai è diventato un problema; ho quella sorta di ghiandola sotto il capezzolo che fa sempre male ed in generale mi sento fiacco, sempre stanco.
Per quanto riguarda la peluria le mani e braccia si sono nuovamente ricoperte di una leggera peluria ma le restanti parti come gambe, petto e faccia son rimaste le stesse..anzi sembra che la barba stia peggiorando...adesso ho notato un diradamento dei baffi. Questo mi sta provocando non pochi disagi; la cosa sta diventando anche antiestetica!

Da questo controllo non pretendevo che ne uscisse fuori una terapia, ma almeno una qualche spiegazione della mia situazione,la prescrizione di ulteriori analisi...invece il nulla...solo la dieta!

Voi cosa ne pensate?

In attesa di una vostra risposta vi ringrazio in anticipo.

Cordiali Saluti




[#7] dopo  
Utente 396XXX

Una cosa che vorrei precisare è che la perdita di peluria risulta più ancentuata nella parte sinistra del corpo...stesso lato della ghiandolina dolorante; può esserci un collegamento tra le due cose?

Cordiali Saluti

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
senza purtruppo una valutazione clinica diretta , dobbiamo rimanere alle decisioni "conservative" del suo andrologo. Anche per il problema "ghiandolina" è difficile fare un collegamento senza aver valutato per bene la sua complessa situazione clinica.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 396XXX

Salve, scusatemi se approfitto ancora del vostro tempo, ma in seguito al vostro consiglio ho nuovamente eseguito il controllo sul testosterone aggiungendo questa volta anche quello Libero; ecco i risultati:
- Testosterone plasmatico: 5,40 ng/ml (val.Rif. 2,8 - 8,0)
- Testosterone Libero: 13 pg/ml (val.Rif. 8,69 - 54,6)

Ora il testosterone totale sembra su buoni livelli, ma quello libero non è comunque troppo basso anche se rientrante nel range?(da ciò che ho letto, mi è sembrato di capire che alla fine dei conti, conta di più quello libero) Oppure si può escludere una padologia legata a carenza di testosterone?

Grazie ancora per la disponibilità

Cordiali Saluti

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
non si può parlare di una vera e propria carenza di testosterone. Le valutazioni ormonali sono sostanzialmente nella norma . Bisogna però a questo punto rivalutare il suo quadro clinico complessivo, fare una valutazione clinica in "diretta" e poi decidere cosa fare.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com