Utente 384XXX
Gentili dottori,
in seguito al riscontro ecografico casuale di un nodulo della tiroide, mi sono stati prescritti i dosaggi degli ormoni tiroidei e degli anticorpi. Questi i risultati:
TSH 4,00 mcU/ml (0,27 - 4,2)
FT4 1,15 ng/dl (0,93 - 1,7)
FT3 2,85 pg/ml (2 - 4,4)
Calcitonina <1,00 pg/ml (0 - 11,5)
AAT 131,7 U.I./ml (0 - 115)
AbTPO 5 U.I./ml (0 - 34)
L'endocrinologo da me consultato ha posto diagnosi di tiroidite di Hashimoto (della quale è affetto anche un mio familiare che però, al momento della diagnosi, presentava livelli anticorpali molto più elevati e una grave ipofunzione tiroidea) e, avendogli manifestato la mia intenzione di iniziare una gravidanza, mi ha prescritto Eutirox 75 spiegandomi che, in caso di gravidanza, il valore ottimale del TSH dovrebbe essere intorno a 1.
Il mio medico però è assolutamente in disaccordo sia con la diagnosi di tiroidite autoimmune che con la somministrazione di tiroxina e dice che corro il rischio di diventare ipertiroidea.
Vorrei sapere come comportarmi in questa situazione e quali rischi potrebbe comportare un ipertiroidismo iatrogeno in gravidanza.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Michele Giorgi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
LUCCA (LU)
VINCI (FI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
In gravidanza è bene nei primi tre mesi assicurare quote adeguate di ormone tiroideo al bambino, in quanto la tiroide del bambino non è ancora in grado di fabbricare l'ormone. Una carenza di ormone in questo periodo di accrescimento fetale puo' creare danni neurologici importanti. Le confermo che il TSH deve stare su livelli bassi, riprova che è presente una adeguata disponibilità di ormone nella mamma e quindi nel bimbo. La diagnosi dell'Hashimoto si basa sul rialzo anticorpale per cui ritengo corretta la diagnosi, anche tenendo presente la familiarità. Probabilmente è una forma iniziale la sua e quella del suo parente invece era una stadio avanzato (spesso la diagnosi è casuale e tardiva) . Non corre rischi di ipertiroidismo mantenedo il tsh basso ma non azzerato.
dr Paolo Michele Giorgi
spec. in andrologia ed endocrinologia, perfez. in sessuologia clinica
Master in Andrologia