Fratulenza dopo aver mangiato/bevuto

Partecipa al sondaggio
Buonasera, soffro di colon irritabile da oltre 20 anni, tra alti e bassi, ultima colonscopia a novembre 2022 negativa con biopsia con esito "mucosa del piccolo l'intestino con flogosi cronica e iperplasia folicolare del tessuto linfoide associativo - mucosa colica con flogosi cronica lieve della lamina propria e iperplasia ghiandolare rigenerativa - reperto non diagnostico per colite microscopica" e da questa diagnosi il gastroenterologo mi ha riferito che non ho assolutamente nulla.

Il problema è che spesso ho fastidi/dolori nella zona del sigma (sotto l'ombelico) e del retto, con ragade, soprattutto quando mangio o appena sveglio.
Spesso appena sveglio, con il fastidio sotto l'ombelico e retto, quando vado a defecare mi passa ma poi torna il fastidio con la sensazione di dover defecare, se continuo a defecare poi mi viene la diarrea, se trattengo dopo un'ora mi passa tutto.

Oltre a ciò, sempre dopo mangiato, anche spesso dopo aver bevuto solo acqua, mi viene il fastidio al sigma e al retto e inizio a fare molta fratulenza, se vado in bagno però alcune volte non defeco, altre volte si (feci composte ma non compatte che sporcano molto la carta igienica).
Mi chiedo cosa sia questo fastidio al sigma e retto e soprattutto tutta questa fratulenza appena subito dopo aver mangiato (parliamo di 10 minuti circa).

Esito lattosio positivo ma anche se mangio solo pasta o pane (spesso anche solo aver bevuto acqua da bottiglia a temperatura ambiente) mi vengono i fastidi e fratulenza che spesso mi fanno correre in bagno e questa cosa mi sta condizionando la vita (non esco quasi più, non mi sto più godendo la vita, al lavoro la cosa mi innervosisce).

Ringrazio anticipatamente per la Vostra risposta.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.6k 2.3k 74
Può avere una intolleranza non celiaca al glutine o all’istamina. In pratica, un problema di intolleranze alimentari

Cordialmente

Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)- Reggio C (Villa Sant'Anna)

[#2]
Utente
Utente
Grazie per la risposta celere Dottore, il gastroenterologo mi ha fatto fare gli esami del sangue (tutto negativo) tra cui S-IgE Totali (valore 124 kUI/L - valore di soglia minimo 170) e S-Ab Anti-Transglutaminasi IgA (valore 0.9 UA/mL - valore di soglia minimo 7.0) perciò ha escluso la celiachia, inoltre anche la Proteina C Reattiva (valore 0.2 mg/dL - valore di soglia minimo 1.0) e F-Calprotectina (valore 20 microg/g - valore di soglia minimo 50) ha detto il gastroenterologo che sono negativi.
Per quanto riguarda l'istamina, ricordo che tra il 2017 e il 2018 ho assunto per qualche mese un integratore a base di DAO e devo dire che mi sentivo molto meglio, poi non ricordo perché ho smesso di assumerlo.
Lei Dottore crede che sia il caso che che ricominci ad assumere l'integratore di DAO? Oppure Lei mi consiglia degli esami specifici per l'istamina e quali?
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.6k 2.3k 74
Non parlo di celiachia ma d’intolleranza non celiaca ( e non ci sono test diagnostici ). Rivaluterei l’intolleranza all’istamina

Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)- Reggio C (Villa Sant'Anna)

Colon irritabile

Il colon irritabile (o sindrome dell'intestino irritabile) è un disturbo funzionale che provoca dolore addominale, stipsi, diarrea, meteorismo: cause, cure e rimedi.

Leggi tutto