Attivo dal 2011 al 2012
Gent.mo Staff, io ho la fobia delle feci. Le guardo ogni mattina e se sono poche allora oltre al benefibra la sera prendo anche del Sollievo, con la conseguenza che il giorno ho dei crampi in pancia con conseguente ulteriore evacuazione dove c'e' anche un pochino di muco. Il mio medico curante mi ha sempre diffidato dal prendere dei lassativi di erbe perche dice che irritano la mucoa intestinale facendo piu' male che bene. ma purtroppo la mia fobia non segue i Suoi consigli. Io ho 61 anni e nel novembre 2006 mi sono sottoposto ad una colonscopia totale che con buona pulizia del colon e eseguita da un ottimo endoscopista ha dato questo risultato : Dopo attento esame del colon con andata fino al ceco e ritorno il tutto effettuato con estrema calma non si repertano alterazioni in nessuno dei settori esplorati. Gentilissimi io chiedo a Voi 2 domande. Vorrei sapere quello che pensate dell'uso dei lassativi di erbe e soprattutto presi da uno che non ne ha bisogno ma solo per fobia e quando secondo Voi devo ripetere la colonscopia. Al momento dell'esame mi fu' detto dopo 10 anni non avendo familiarita' ed essendo l'esame protettivo per 10 anni . Vi sarei veramente grato se mi aiutaste a perdere questo vizio di guardare e controllare e dare troppa attenzione alle feci visto che il mio medico dice sempre che e' giusto dare una controllata ogni tanto ma non da farla diventare una ragione di vita. GRazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
anche se il termine "fobia" da lei utilizzato è improprio, coglie la valenza psicologica del disagio esposto.
E' necessario, per intraprendere un percorso di cura efficace, che si rivolga ad un competente nella specialità: psicologo o psichiatra.
L'uso continuativo di lassativi (anche quelli con erbe!) è dannoso.
Per quel che riguarda la colonscopia, condivido il parere fornitole: se non vi sono sintomi, non è indicato ripeterla prima.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Attivo dal 2011 al 2012
Gentile Prof. Il mio medico che e' un amico sta' tentando di riportrmi ad una "corretta vita " per vedere di evitarmi di andare dallo psicologo a cui Lui non crede molto salvo per le parcelle salate che essendop io un pensionato pur non povero avrei qualche difficolta' Io sto' tentando di togliermi questo maledetto vizio di guardare sempre le feci e qualche volta ci riesco ma le confesso che molte volte e' piu' foerte di me. Per concludere e ringraziarla volevo chiederle se anche lei pensa che basta un'occhiata ogni tanto e se prodotti come Acti fibra o benefibra possono essere considerati lassativi ed eventualmente per quanto tempo uno deve prenderli. Grazie per l'aiuto

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
sono contento per lei che ha un rapporto di amicizia con il suo medico curante, le segnalo però che un intervento efficace in ambito psicologico spesso prevede alcuni elementi tecnici che vanno al di là della rassicurazione amichevole e delle "credenze" personali.

L'aspetto dei costi - almeno nella indispensabile fase diagnostica - è analogo a quello di una qualsiasi visita specialistica in ambito del Sisiema Sanitario Nazionale.
Allorché mi scrive <<qualche volta ci riesco ma le confesso che molte volte e' piu' foerte di me>>, le raccomando ancor più vivamente di consultare lo psichiatra o lo psicologo per intraprendere un iter efficace.

Per quel che riguarda i prodotti citati contenenti fibra, non si tratta di lassativi irritanti e non presentano significative controindicazioni e non provocano assuefazione, può pertanto continuare ad utilizzarli.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.