Utente 217XXX
Buona sera,
sto scrivendo perchè avrei bisogno di un aiuto per indirizzarmi meglio negli approfondimenti clinici;da qualche anno per il lavoro che faccio (estermamente sedentario,passo dalle 5 alle 7 ore davanti al pc) ho dei disturbi al collo,che con l'andare del tempo sono diventati piu dolorosi,ho rigidità la mattina,dolore alle spalle a volte non riesco a muovermi e il piu fastidioso di tutti sono certamente le vertigini che in alcuni giorni mi bloccano a letto per buona parte della mattinata,ho anche dei disturbi alla vista a volte tipo flash luminosi;naturalmente mi sono rivolta al mio medico di base che mi ha fatto fare vari esami per la cervicale da cui però non si è evinto nulla sia dalla Rm che dalla radiografia c'è una verticalizzazione del tratto cervicale ed il mio medico mi ha detto che questo avviene perchè il nervo è contratto e fa irrigidire tutto,solo che ultimamente a questi disturbi si è aggiunto un fastidioso dolore alla bocca dello stomaco,dapprima si presentava come un bruciore localizzato alla bocca dello stomaco e dietro lo sterno,il medico mi ha dato un inibitore della pompa protonica e per un po è andata meglio,adesso però,pur seguendo una dieta "in bianco" ho comunque un fastidio doloroso, che non è ne nausea ne bruciore alla bocca dello stomaco che compare immediatamente dopo mangiato e poi man mano che digerisco scompare e mi viene fame. Il medico mi ha prescritto delle analisi del sangue che ho fatto e ritirerò dopodomani, e mi diceva che puo esserci una correlazione fra disturbi di stomaco e cervicale;io faccio una vita molto sedentaria come dicevo prima,non fumo,sono astemia,non mangio latticini e caffè ne bevo molto poco, sono leggermente in sovrappeso ripetto al mio peso forma(stabilito da una nutrizionista) sono alta 167 e peso 73kg,sono molto preoccupata ma il mio medico per ora non parla di esami strumentali tipo gastroscopia,dicendo che è un esame invasivo e che sicuramente si puo agire per vie differenti;ecco io vorrei capire quali possono essere le alternative? potrebbe realmente essere la cervicale che causa questi fastidi o stiamo prendendo tutto sotto gamba? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
è possibile che l'aspetto cervicale e il disturbo gastroenterico siano correlati, ma non da una relazione causa-effetto. E' più probabile che ambedue i problemi siano favoriti da un assetto posturale non corretto (e dalla sedentarietà). Le consiglio di chiedere un consulto fisiatrico per una valutazione della postura.
Per quel che riguarda il disturbo gastroenterico, è possibile che si tratti di reflusso esofageo, pertanto la terapia farmacologica è corretta; se dovesse persistere, potrebbe esser indicata la gastroscopia (previa visita gastroenterologica).
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 217XXX

Grazie per l'immediata e cortese risposta,una curiosità,anche il mio medico mi parlava di reflussi esofageo ma effettivamente io ho piu una sensazione di pesantezza piu che di bruciore,e sento come dei crampetti alla bocca dello stomaco;il reflusso puo manifestarsi anche così quindi?
E potrei prendere il maalox, aiuta in questi casi? Grazie e buona serata

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
l'antiacido ha maggiore efficacia sintomatica sul "bruciore" (pirosi), che lei non avverte; quindi non è particolarmente utile.
Cordiali saluti
Alessandro Scuotto, MD, PhD.