Utente
Buon giorno. Ho effettuato delle analisi e le risposte hanno evidenziato il valore del marcatore CA 19-9 pari a 14.956 ( altissimo ) Questo esame l'ho ripetuto 2 volte e risulta essere sempre su quel valore. La mia domanda è : se questo dato evidenzia sicuramente un problema per il quale sto facendo ulteriori esami tra cui una RM con contrasto su addome completo. Come mai tutti gli altri valori risultano essere nella norma ? Non ci dovrebbe essere qualche altro valore alterato che avvalori il problema ?
Cosa mi si consiglia di fare ? ripetere di nuovo questo esame ? oppure fare qualche altro esame specifico

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
l'aumento di questo marker, anche se dotato di bassa specificità, con i notevoli valori che lei sottolinea "necessita" di approfondimento soprattutto per quanto riguarda un organo: il pancreas.
Le consiglio un esame TAC oltre ad una serie di verifiche sierologiche e strumentali (magari le ha già fatte seppur non le ha citate).

Cordialità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissino,

come le ho riferito nel precedente consulto

https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/265692-degli-esami-prescritti-dal-mio-medico-di-fiducia.html


non si da molta importanza ai marcatori con esami di screening. A questo punto è bene però procedere con esami specifici sul colon e sul pancreas (TAC, Colonscopia, ecc).



Cordiali saluti





Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente
Buon giorno. Come consigliato ho effettuato una serie di esami di approfondimento tra cui un R.M con contrasto che ha evidenziato : un " aumento volumetrico della testa pancreatico, in assenza di sicure focalità nel contesto " Ho effettuato anche una colonscopia e gastroscopia con cui non si sono evidenziati problemi e a seguito di altri esami si è evidenziato come il valore CA19-9 sia diminuito scendendo dal valore 1495 a 315. Il tutto in 40 giorni e senza aver fatto cure. Quali possono essere le cause di questi valori altalenanti ? Dovrei ripetere gli esami tra 20 gg. Mi consigliate esami specifici ? o rivelgermi ad uno specialista ?
Un saluto !!

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Come si diceva prima il CA 19-9 è un marker aspecifico che non sempre è positivo solo in presenza di patologia tumorale. Anche situazioni infiammatorie possono innalzare i valori di tale marker. Si rivolga pure ad un gastroenterologo per eventuali controlli futuri. Sulla validità dei markers tumorali le invio un articolo di riferimento:

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/75-i-marcatori-tumorali-tumor-markers.html

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
qualsiasi "marcatore tumorale" considerato DA SOLO non ha nessun significato particolare.

Le principali patologie, sostanze o condizioni che determinano un aumento dei valori del Ca 19.9 sono:
Cirrosi, Epatite, Insufficienza renale, Pancreatite, Tumore del pancreas, Tumori dell'apparato gastrodigerente.
oltre ad altre condizioni patologiche non neoplastiche : ittero, pat. benigne del tratto gastroenterico, del fegato, della colecisti, del pancreas, del polmone, nefropatia diabetica, malattie reumatiche

Di qui la sua bassa specificità.

Rimane il fatto che la casistica è densa di falsi positivi e falsi negativi dei "marcatori".

Pertanto emerge chiaramente che il principale specialista di riferimento è il gastroenterologo.


Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it