Utente
Gentili dottori,
volevo sottoporvi il mio problema. A novembre 2011 mi accorsi di avere sangue nelle feci ben visibile accompagnato da modesti dolori intestinali. Premetto che per la prima volta nella mi capitava di avere grosse difficoltà a defecare, avevo sintomi di stitichezza. Il mio medico di famiglia mi mandò da un gastroenterologo. Dopo la visita lui mi disse che probabilmente era solo un problema legato all'alimentazione errata. MI prescrisse una dieta che ho seguito regolarmente per 15 gg e ho avuto qualche miglioramento in quanto riuscivo a defecare. I piccoli dolori intestinali mi restavano. A febbraio di quest'anno ho avuto per qualche giorno ancora problemi di stitichezza ma assumendo una pillola comprata in erboristeria tutto è tornato normale. Ora mi sono accorto che da una 15ina di giorni ho segni visibili di sangue nelle feci, soprattutto la mattina. Onestamente ora mi sto cominciando a preoccupare.
Ogni volta che mangio, anche se modeste quantità di cibo mi sento come se mi fossi abbuffato. Chiedo un consulto a voi anche perchè devo ricordare che ho avuto in famiglia (due zii, due nonni ecc) casi di tumore al colon. Inoltre il fratello di mia mamma, che purtroppo non c'è più quando gli hanno diagnosticato il tumore, ha anche scoperto di avere il Morbo di Crohn. Indirizzatemi voi perchè sono molto preoccupato.
Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,

in presenza di sangue nelle feci credo sai utile una visita specialistica proctologica. Il collega valuterà succesivamente se richiedere una colonscopia. Probabilmente il sanguinamento sarà legato all stipsi ma è bine ugulamente una conferma con una visita diretta. Il gastroenterologo ha fatto una visita con ano/proctoscopio ?


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Sembra proprio indicata una colonscopia.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#3] dopo  
Utente
Grazie per le risposte. La colonoscopia me la prescrive il medico di famiglia?

[#4] dopo  
Utente
si, il gastoenterologo ha fatto visita con ano/proctoscopio.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Allora è indicata la colonscopia che le sarà prescritta dal suo medico.

Ci aggiorni

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie siete veramente efficienti e velocissimi nelle risposte. Non vi nascondo che sono preoccupatissimo. La prima visita dissi al dottore se era il caso di fare una colonoscopia ma lui mi disse di no. Ora la chiederò con forza. Grazie mille

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

è ovvio che senza la colonscopia non è possibile pronunciarsi ma per i sintomi e per la sua età non penserei a patologie preoccupanti.

Ci aggiorni
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Sono appena tornato dal mio medico di famiglia ed ho illustrato il problema. MI ha detto di non preoccuparmi e mi ha prescritto "Pergidol" per sciogliere le feci. Ho riferito della costante presenza di sangue ma non ha voluto prescrivermi la colonoscopia. Non dubito della professionalità del mio medico, ma volevo farla. Nonostante l'ho richiesto con forza non sono riuscito a prescriverla. Posso farla privatamente senza ricetta medica? Non so, consigliatemi voi.......
Grazie

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

Non possiamo non tenere conto delle indicazioni del suo medico che la conosce meglio di noi e che ha la possibilità di visitarla direttamente. Per cui reputo sia corretto seguire le sue indicazioni.


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Gentile Dott. Cosentino io mi fido del mio medico, anche se mi conosce da pochi mesi poichè mi sono trasferito da un anno in brianza. Cmq vi terrò informati. Grazie del consulto

[#11] dopo  
Utente
Gentile Dottore questi tre giorni ho osservato bene le feci e non ho notato tracce di sangue (almeno visibili ad occhio nudo). Ho fatto l'esame della ricerca del sangue occulto e tra una deicna di giorni mi danno l'esito. Volevo segnalarvi un sintomo che forse può essere importante. Mi sono accorto che ogni volta che assumo caffeina (sono un gran bevitore di caffè) o il latte la mattina mi vengono fitte allo stomaco (zona sotto l'ombellico) ed un pò di nausea. Magari potrei essere intollerante a qualche sostanza. Ma questo potrebbe portare al sanguinamento? Inoltre volevo chiedere se un problema legato al colon porta ad un sanguinamento costante, nel senso che io mi sono accorto di avere sanguinamento non costante, cioè ogni tanto. Grazie

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Le intolleranze non portano a sanguinamento, ma a disturbi digestivi. Una patologia del colon può comportare un sanguinamento intermittente (come la patologia emorroidaria).

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente
Gentile dottore,
mi hanno dato i risultati delle analisi per la ricerca del sangue occulto.

Riporto l'esame testualmente:

Negativo 0-80
Debolmente positivo 81-100
Positivo >100


I campione 0 nm/ml
II campione 4 ng/ml
III campione 0 ng/ml

Quindi tutti negativi.
Sono notevolmente più tranquillo.
Secondo lei è opportuno fare ugualmente la colonoscopia?
Io onestamente comincio a pensare che sia un problema legato allo stomaco, in quanto riducendo notevolemente caffè, fritture e mcdonald comincio a sentire meno fitte.
Infine volevo ringraziarvi vivamente per il servizio che offrite. La rete è una grande opportunità di crescita culturale e sociale, e voi con questo straordinario consulto online contribuite a migliorare la società.

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

Credo che possa non pensare alla colonscopia in quanto, presumibilmente, il sanguinamento è di origine emorroidaria.


La ringrazio per i complimenti e ci tenga a sua disposizione.


Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#15] dopo  
Utente
Gentili medici volevo sottoporvi le analisi che il medico mi ha prescritto prima della colonoscopia che dovrò eseguire lunedi 24.
Di seguito esporrò solo i valori fuori dalla norma:

Emometria:
EGM 28.0-35.0 ris 27.3

Formula Leucocitaria - Valori Assoluti:
EOS 0-0.37 ris 0.45
MONO MIGL/MMC 0-0.67 ris 0.68

Elettroforesi delle proteine sieriche:
Alfa2 8-12.7 ris 7.6


Inoltre riscontro spesso della macchie nella pelle e prurito. Potrebbe essere in qualche modo legato all'alimentazione o a qualche malattia come la celiachia (ho una cugina che c'è l'ha).
Grazie anticipatamente per la risposta.

[#16]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
E' stata vista da un dermatologo? Vediamo comunque cosa ci dice la colonscopia
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#17] dopo  
Utente
SI sono stato visto da un dermatologo e dopo una cura il prurito non è andato via. Lui stesso mi ha consigliato di fare delle prove allergiche. Dottore volevo chiederle se i risultati degli esami possono essere indice di qualcosa legato al fegato. Grazie

[#18]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ben tornato.....

Nessun problema per il fegato (anche perchè non sono gli esami specifici). Gli eosinofili sono lievemente superiore la norma, mentre per la celiachia bisogna eseguire la ricerca degli anticorpi specifici, EMA, AGA, anti.TG.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#19] dopo  
Utente
Scusi l'ignoranza cosa sono gli Eosinofili?
Grazie

[#20]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


Gli eosinofili (EOS) sono globuli bianchi (leucociti) coinvolti nelle reazioni allergiche e nel suo caso ("macchie nella pelle e prurito") tale aumento è compatibile.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#21] dopo  
Utente
Gentili dottori,
ho finalmente eseguito la colonoscopia e vi posto i risultati:

REFERTO:
L'endoscopio viene fatto risalire fino al cieco, in presenza di buone condizioni di pulizia intestinale. Sia la valvola ileo-ciecale, che lo sfondato appaiono be visibili e di aspetto regolare, si supera per esplorare l'ileo terminale per un breve tratto che appare normale.
Normale l'aspetto delle austrature e la distensibilità del viscere al'insufflazione di aria.
Dal retto sino al traverso la mucosa presenta a tratti piccole aree iperemiche e nel sigma distale si osservano due lesioni piatte di 5 e 7-8 mm che vengono infiltrate con ponfi di fisiologica 1:10.000 ed asportate con ansa.
Normale l'ampolla rettale valutata abcge medinate manovra di retroversione.
Plesso emorroidario congesto.

CONCLUSIONI:
Polipectomia di due lesioni piatte del sigma; arre iperemiche sparse, segue istologia.
In considerazione di poliposi e familiarità di I e II grado per npl colon-rettale si consiglia prossimo controllo endoscopico tra 5 anni.


Tutto sommato penso di poter stare tranquillo, la dottoressa mi ha detto che non c'è nulla di grave e che il sanguinamento p dovuto alle emorroidi.
Volevo chiedervi in definitiva, ma l'esame istologico a cosa serve se è tutto apposto?
Potete darmi un vostro giudizio sul referto.
Mille e grazie

P.S. Gentile Dottore Favara mio cugino (l'australiano venuto a Cantù) sta meglio rispetto a prima. Appena arriva in australia si opera.
Grazie

[#22]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Molto bene, le biopsie servono a definire il tipo di colite in corrispondenza delle aree descritte e la natura dei polipi asportati. Andra' fatto il punto della situazione a esito consegnato.

Mi fa piacere suo cugino stia meglio, credo che la chirurgia sia proprio di considerare per una soluzione definitiva.
Me lo saluti
Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#23]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'esame istologico viene sempre eseguito quando si asportano dei polipi. Il medico si e "sbilanciato" a dire che tutto ê a posto perchè evidentemente l'aspetto macroscopico fa pensare con tutta probabilità a lesioni "tranquille".

Auguroni
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#24] dopo  
Utente
Gentilissimi vi posto l'esame istologico della colonoscopia che ho ritirato giorni fa.

A Ileo
B Cieco
C Ascendente
D Traverso
E Discendente
F Sigma
G Retto
H Polipo

DESCRIZIONE MACROSCOPICA:
A 1 frammento di 0.3 cm
B 1 frammento di 0.3 cm
C 3 frammenti di 0.3 cm
D 2 frammenti di 0.2 cm
E 2 frammenti di 0.2 cm
F 4 frammenti il maggiore di 0.3
G 1 frammento di 0.2 cm
H Pervengono nel medesimo contenitore 2 formazioni polipoidi sessili brunastre la maggiore di 0.4 cm e la minore di 0.2 cm. Si emiseziona in toto (DC).

DIAGNOSI
A) Mucosa del piccolo intestino sede di lieve flogosi cronica
B-G) Mucosa del grosso intestino sede di lieve flogosi cronica
H) Adenoma tubolare del grosso intestino con displasia a basso grado (a).
Base d'impianto non valutabile.

Prima di portare il tutto al mio medico aspetto vostre considerazioni.
Cos'è questa flogosi cronica?
Grazie come sempre....

[#25]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene, niente di grave, una colite e un polipo, benigno, asportato.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#26] dopo  
Utente
Ma devo curare la colite o non occorre fare niente?

[#27]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Dipende dai sintomi. Se ha una sintomatologia da colon irritabile puo' essere trattata.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#28] dopo  
Utente
Gentili Dottori dopo i problemi superati per il colon è continuato il disturbo intestinale, soprattutto in alcune occasione. Un'esempio su tutti quando assumo caffè o qualche digestivo mi brucia la parte superiore dell'addome ed a volte in basso a sinistra vicino all'inguine. Il mio medico mi ha fatto fare un esame per helicobacter e i risultati del test (test del soffio) sono:
primo test -24.58
dopo 30 minuti -6.00
Limite soglia 5
differenza 18.58
Esito POSITIVO

Il mio medico mi ha detto che è un batterio comune ma che deve essere eradicato.
Mi ha prescritto per 7 giorni la seguente cura:
valamox 1g
claritromicina 500g
pancleus 40 mg
Tutte due volte al giorno.

In Internet leggo contrariamente alla tranquillità che mi ha dato il medico che è un batterio molto pericoloso.
Chiedevo a voi, il valore è molto alto? E' sintomo che c'è da tempo?
E' un batterio curabile facilmente?
Mi conviene andare da un gastroenterologo?
Devo fare gastroscopia?

Mille e grazie

[#29]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non è pericoloso ed è facilmente eradicabile.
L' eventuale indicazione a gastroscopia va posta in base ai sintomi ed all' inquadramento clinico.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it