x

x

Referto ecografia tiroide e addome

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buongiorno, oggi ho effettuato una ecografia tiroide e addome completo con il relativo referto:
TIROIDE: volume normale, ecostruttura omogenea e normoecogenea. Assenti noduli.
FEGATO: volume normale, ecostruttura omogenea e normoecogenea; assenti lesioni occupanti spazio.
COLECISTI: dismorfica, pareti regolari, assenti calcoli.
V.B.: non dilatate
PANCREAS: spessore ed ecostruttura nella norma.
MILZA: non aumentata di volume.
RENI: volume normale, corticomidollare di spessore regolare; Assenti lesioni occupanti spazio, calcoli ed idronefrosi.
VESCICA: distesa, pareti regolari, assenti calcoli e vegetazioni endoluminali.
PROSTATA: normale per volume ed ecostruttura.
CAV. ADDOMINALE: assenti versamenti.
Vorrei un Vostro parere. Grazie
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Gentile utente,
assolutamente un buon referto,
la colecisti dismorfica può essere responsabile di cattiva digestione.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per aver risposto dott. Quatraro. Come prescritto dal mio gastroenterologo oggi ho ritirato il referto del prelievo del sangue con i seguenti risultati: VES 3; WBC 5.50; RBC 5.66; HGB 16.8; HCT 52.1>; MCV 92; MCH 29.7; MCHC 32.2; PIASTRINE 275; RDW-SD 44.7; RDW-CV 13.1; MPV 9.7; NEUTROFILI% 52.7; LINFOCITI% 38; MONOCITI% 7.6; EOSINOFILI% 1.5; BASOFILI% O.2; NEUTROFILI# 2.90; LINFOCITI# 2.09; MONOCITI# 0.42; EOSINOFILI# 0.08; BASOFILI# 0.01; CALCEMIA 9.9; AST 68>; ALT 28; FOSFATASI ALCALINA 94; GAMMA GT 29; AMILASI 52; LIPASI 78; PROTEINA C REATTIVA 0.29; ALFA 1 GLICOPROTEINA AC. 99>; FERRITINA 176; PROLATTINA 2.8<; GASTRINEMIA 30<; ANTICORPI ANTI HELICOBACTER PYLORI IGG 0.9; ASCA IGG 3; ASCA IGA 1; ANCA ANTI MIELOPEROSSIDASSI <0.2; ASCA SERIN-PROTEASI 0.2. Ho anche effettuato l'esame delle urine dove i valori sono risultati tutti normali tranne l'esame URINOCOLTURA che è risultato positivo con presenza del Microorganismo ENTEROCOCCUS FEACALIS con carica batterica 600.000 cfu/ml Vorrei gentilmente un suo consulto sugli esami e sulle alterazioni che ho riscontrato. Grazie
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Gentile utente,
le fluttuazioni (peraltro non eccessive) di alcuni valori ematici vanno inserite nel contesto clinico in cui sono nate.

In ogni caso le faccio notare che anche i valori di riferimento hanno il loro valore,
ad es. per l'alfa 1 glicoproteina acida sono compresi tra 55 e 120 mg/dl,
cosa che probabilmente non è nei range del suo laboratorio.

Questa mucoproteina rappresenta un indice di infiammazione acuta.
Un aumento si può riscontrare in caso di infezioni (reumatismo articolare acuto, tbc, ecc.), neoplasie metastatizzanti, necrosi tessutale (infarto miocardico, ecc.) ed intervento chirurgico.

Ne parli pure con il suo curante.

Cordialmente

[#4]
dopo
Utente
Utente
Quindi dott. Quatraro non ho motivo di preoccuparmi delle alterazioni lievi di alcuni valori ematici? Ho dimenticato di scrivere prima che ho effettuato anche l'esame delle feci occulte raccolte in 3 giorni con risultato di nessuna traccia di sangue e della calprotectina fecale con referto negativo. Infine le vorrei chiedere perchè il valore AST lo porto sempre alterato con un valore costante al 65-75? Può essere legato al fatto della colecisti dismorfica? La ringrazio ancora dottore
[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Direi di no.

Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
E da cosa potrebbe dipendere la variazione (solamente)di AST in tutte le analisi recenti che ho fatto da un anno a questa parte? Nel mese di aprile feci l'esame per l'epatite c ed è risultato negativo, per quanto riguarda l'epatite b sono stato vaccinato. Nelle ultime analisi mi è stato aggiunto anche gamma gt che è risultato normale. Potrebbe essere un fattore ereditario? Perchè tale alterazione viene riscontrata anche nelle analisi di mia madre e mia sorella. Grazie dottore
[#7]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Più propriamente si dovrebbe parlare di affezioni ereditarie, in famiglia,
che possono essere chiamate in causa.

Credo che sia corretto, opportuno e logico lasciare al suo curante il compito di fare la sintesi del suo stato clinico.

Saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, oggi sono stato dal mio gastroenterologo che mi ha prescritto i seguenti farmaci:
Magaltop per 40 giorni (penso riguardi per la colecisti disformica)
Realsil per 40 giorni due volte al dì per il fegato
Treflor per 12 giorni

Oggi stesso ho ritirati anche l'esame del lattulosio e lattosio con il seguente referto:
LATTULOSIO: transito oro-cecale al 45" min.
Conclusioni: transito oro-cecale accelerato; assenza di sindrome da contaminazione batterica del tenue.
LATTOSIO:
Picco max 77 ppm; esame condotto fino al 240" min.
Conclusioni: paziente intollerante al lattosio.

Dottore vorrei gentilmente un vostro parere sulle medicine che mi sono state prescritte
e sul referto del lattulosio e lattosio. Grazie
[#9]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Il magaldrato è un comune antiacido usato per il trattamento di ulcera duodenale, ulcera gastrica, esofagite da reflusso.

La silimarina è un epatoprotettore.

Il terzo prodotto è un integratore alimentare (fermenti lattici).

Circa i tests ha solo una intolleranza al lattosio (come recita il referto).

Saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
Dottore, secondo lei i farmaci che mi sono stati assegnati, guardando i vari esami che ho fatto e reso noto in questa pagina, sono condivisibili da parte sua?Grazie
[#11]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
La prescrizione terapeutica è il frutto di una analisi clinica complessiva "sul campo":
ovvero anamnesi + indagini + visita diretta.

In aggiunta, tenga conto delle nostre linee guida:

https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/

... lo scopo dei consulti è quello di valorizzare e mai di sostituire la visita medica...
... i medici iscritti a medicitalia.it svolgono una funzione di second opinion, di supervisione specialistica e non una alternativa terapeutica <===.

Cordialmente
[#12]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, ritorno a scriverLe per raccontare questo problema che mi porto dietro da un pò di giorni: da circa 3 settimane per motivi di lavoro sono "costretto" ad alzarmi la mattina ad un orario diverso da prima e sto notando che quasi tutte le mattine espello feci molle e alcune volte anche diarrea; se mi capita di andare al bagno durante il giorno questo fenomeno non si presenta. Da cosa potrebbe dipendere? Come descritto sopra ho già fatto tutti gli accertamenti e non sto più mangiando cibi contenenti lattosio e sinceramente alterno giorni di benessere totale e giorni che non ho un grande appetito. Come detto dagli accertamenti effettuati non è stato riscontrato nulla di particolare, solo l'intolleranza al lattosio. Potrebbe essere una colite ansiosa dato che sono un tipo abbastanza ansioso? Infatti mi basta poco per preoccuparmi ed ho notato che quando sento questo stato di agitazione, anche lieve, inizio ad avvertire i sintomi descritti proprio. Spero in un suo cortese consulto perchè sono stufo di alternare giorni di benessere a giorni di malessere? Nel caso ci potrebbero essere altri esami clinici che potrei effettuare?Grazie tante
[#13]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Ritengo possa trattarsi di un colon irritabile.
Per compattare le feci usi della Diosmectite.

Ne parli con il curante,
e prenda in considerazione l'idea di farsi seguire da un gastroenterologo.

Cordialmente
[#14]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore per aver risposto al mio quesito, mi sento un pò sollevato perchè, nonostante tutti gli accertamenti effettuati, iniziavo a pensare che c'è qualcosa che non andava! Sono seguito da un gastroenterologo però sinceramente dei farmaci che mi ha prescritto non avvertivo miglioramenti, anzi forse mi sentivo peggio. Mi recherò da un altro gastroenterologo. Quindi i sintomi che avverto sono da attribuire al colon irritabile, sindrome che è presente in famiglia dato che ne soffre mia madre, mia zia e nonna materna. Secondo lei sarebbe il caso di effettuare una colonscopia oppure sono sufficienti gli accertamenti clinici che ho fatto?Grazie
[#15]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Data la sua età,
non vedo strette indicazioni alla procedura,
tenga conto che
'esame endoscopico non è utile a diagnosticare il colon irritabile,
essendo questa una diagnosi essenzialmente clinica.

Cordialmente
[#16]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora dott. Quatraro, Le sue parole mi hanno rassicurato. Mi farebbe enorme piacere incontrarLa un giorno dato che siamo compaesani e forse lontani parenti dato che porto il Suo stesso cognome. A risentirLa. Saluti
[#17]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Molto bene.

Arrisentirci ed auguroni
[#18]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottor Quatraro, torno a riscriverLa perchè oggi ho ritirato il referto degli esami ematici con i seguenti risultati:
VES 3; WBC 5.56; RBC 5.51; HGB 16.2; HCT 50.1>(valore massimo 50.0);
MCV 90.9; MCH 29.4; MCHC 32.3; PIASTRINE 246; RDW-SD 44.2;
RDW-CV 13.2; MPV 10.0; NEUTROFILI% 44.6; LINFOCITI% 43.7>(valore massimo 42.0);
MONOCITI% 5.0; EOSINOFILI% 6.5>(valore massimo 6.0); BASOFILI% O.2; NEUTROFILI# 2.48; LINFOCITI# 2.43; MONOCITI# 0.28; EOSINOFILI# 0.36;
BASOFILI# 0.01; GLICEMIA 95; AST 87>(valore massimo 37.0);
ALT 59; FOSFATASI ALCALINA 85; GAMMA GT 46; AMILASI 52; LIPASI 110;
ALFA 1 GLICOPROTEINA AC. 90; BILIRUBINA TOTALE 0.90;
BILIRUBINA DIRETTA 0.21> (valore massimo 0.20); COLESTEROLEMIA 227> (inferiore a 200);
COLESTEROLO HDL 73.0; TRIGLICERIDEMIA 107.

Le volevo chiedere un parere sul seguente referto; ormai è noto che ho sempre questa alterazione di AST anche se nei precedenti esami era calato come valore fino a raggiungere valore 66, ora è risalito. Prima avevo come terapia Antepsin a giorni alterni prima di andare a dormire e prendevo 2 volte al giorno Realsil. E' da più di un mese che ho smesso con la terapia ed ecco che sono aumentati i valori. Potrebbe anche darsi che non ho una alimentazione sana al 100%, ma il valore di AST può dipendere anche da un'attività fisica quasi assente? Ho un fisico snello e l'unica attività che faccio è camminare. Grazie
[#19]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Lo escluderei.

Cordialmente
[#20]
dopo
Utente
Utente
Ma lei che ne pensa degli esami ematici che le ho scritto?Grazie
[#21]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
A parte una lieve ipercolesterolemia che giustificherebbe il lieve innalzamento dell'AST, non vedo fluttuazioni degne di particolare nota.

Cordialmente
[#22]
dopo
Utente
Utente
Grazie per aver risposto dott. Quatraro; ma secondo Lei cosa potrei fare per abbassare questa lieve ipercolesterolemia e quindi anche AST?Grazie
[#23]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Seguire le norme di una sana e corretta alimentazione.

Cordialmente
[#24]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottor Quatraro, oggi sono stato dal gastroenterologo che mi sta seguendo da un anno a questa parte e dopo che ho fatto visionare gli esami ematici che Le ho riferito giorni fa mi ha prescritto:
Antepsin, una cpr prima di andare a dormire;
Realsil, una cpr per 2 volte al giorno per 90 giorni,
Erkò, una cpr al giorno a pranzo per 60 giorni
Enterolactis plus, una cps al giorno ore 17 per 9 giorni al mese.

Poi mi ha prescritto di effettuare i seguenti esami ematici:
AGA IgA, AGA IgG, Ema IgA, Anti Transglutaminasi IgG, Anti Transglutaminasi IgA.

Mi ha riferito che nel caso i risultati degli esami siano dubbiosi o positivi mi prescriverà di effettuare o i Rx-grafia d.c esofago,stomaco e duodeno con proiezioni in Trendelemburg oppure E.G.D.S con eventuale biopsie e/o test rapido per H.p.

Cosa nè pensa lei di tutto ciò? La ringrazio
[#25]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Penso sia giusto seguire le indicazioni ricevute.


Cordialmente
[#26]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dott. Quatraro, La ringrazio per la Sua risposta. Le volevo chiedere: secondo lei i medicinali che sto assumendo e che assumerò per tre mesi potrebbero portare a delle controindicazioni dato che dovrò assumerli per molto tempo?Grazie
[#27]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
I prodotti segnalati sono ben tollerati.

Cordialmente.
[#28]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dott. Quatraro, La ringrazio per aver risposto al mio consulto. Le volevo chiedere, le compresse Antepsin che assumo ogni giorno prima di andare a dormire a quale scopo mi sono stati prescritti? E' un gastroprotettore? La ringrazio
[#29]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Il prodotto rientra nella categoria degli antiacidi citoprotettivi.

Cordialmente
[#30]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dott. Quatraro, oggi ho ritirato gli esami ematici per quanto riguarda il glutine:

GASTRINEMIA: 27< pg/ml (50 - 200)
ANTICORPI ANTI-GLADINA
TIPO: IgG: 7.1 U.F./ml (fino a 15)
TIPO: IgA: 2.5 U.F./ml (fino a 15)
ANTI TRANSGLUTAMINASI-IgA: 0.2 UA/ml (fino a15)
ANTICORPI ANTITRANSGLUTAMINASI IgG: 1.8 UA/ml (fino a 15)
ANTICORPI ANTI ENDOMISIO IgA: Negativo.

Mi sembra di apprendere quindi che non sono intollerante al glutine, giusto? E cosa indica la gastrinemia inferiore ai valori di riferimento? La ringrazio
[#31]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Sono tutti valori non patologici.

Cordialità
[#32]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dott. Quatraro, come prescritto dal mio gastroenterologo ho effettuato nuovamente a distanza di un anno l'eco addome completo con il seguente esito:

TIROIDE: volume normale, ecostruttura omogenea e normoecogenea, con normale segnale color-Doppler parenchimale. Assenti noduli.
FEGATO: volume normale, ecostruttura omogenea e normoecogenea; assenti lesioni occupanti spazio.
COLECISTI: volume normale, pareti regolari, assenti calcoli.
V.B.: non dilatate
PANCREAS: spessore ed ecostruttura nella norma.
MILZA: non aumentata di volume.
RENI: volume normale, cortico midollare di spessore regolare. Assenti lesioni occupanti spazio, calcoli ed idronefrosi.
VESCICA: distesa, pareti regolari, assenti calcoli e vegetazioni endoluminali.
PROSTATA: normale per volume, ecostruttura pressochè omogenea e normoecogena.
CAV. ADDOMINALE: assenti versamenti.

Cosa ne pensa?Grazie
[#33]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Ottimo.

Cordialità

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio