Utente
Gentilissimi dottori, volevo solo una piccola informazione...Devo fare una colonscopia fra qualche giorno volevo sapere se si possono assumere fermenti lattici nei giorni precedenti alla colonscopia.
Coriali saluti
Alessandro

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Assolutamente non ci sono problemi. Li può assumere tranquillamente.

Cordialmente.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta dottor Cosentino è stato molto gentile.....Cmq ne approfitto per avere un consulto da lei o da qualsiasi altro collega che vorrà leggere la mia storia....
Nel 2003 a causa di sanguinamenti rettali senza diarrea e dopo aver provato una lunghissima sfilza di pomate antiemorroidarie ho preso il coraggio a due mani e ho fatto una colonscopia la quale evidenziava una proctosigmoidite e il successivo referto bioptico evidenziava una rettocolite ulcerosa cona ttività di grado moderato. Il gastroenterologo che mi seguiva mi fece fare una terapia con delle schiume penatocol per 14 giorni e una terapia per bocca a base di Balzide 2 cp x 3 volte die. effetivamente ho avuto subito dei miglioramenti evidenziati anche dall'endoscopia che ho rifatto dopo 6 mesi. Da allora grazie alla terpia con Balzide non mai avuto grossi disturbi tranne qualche volte piccole perdite di sangue che regredivano nel giro di pochi giorni anche grazie all'utilizzo locale di schiume pentacol come mi aveva consigliato di fare il gastroenterologo. Nel 2008 cmq ho fatto una nuova colonscopia di controllo dalla quale non si evinceva nulla i vari distretti erano normali senza nessun segno di flogosi in atto. Ho continuato ad assumere le mia capsule di Balzide senza avere nessun disturbo fino a circa un annetto fa quando ho iniziato ad avere nuovamente disturbi in particolare legati non a perdite di sangue che erano sporadiche, ma in particolare accusavo dolori durante la defecazione. La mia nuova gastroenterologa visitandomi mi disse che c'erano delle emorroidi e che dovevo cambiare terapia lasciando il Balzide e iniziando la terapia con Mesavancol 2cp al mattino. In ogni caso mi disse che era necessario fare una colonscopia per capire cosa stava succedendo. Nel frattempo che mi decidessi a fare la colon e grazie alla terapia con Mesavancol i dolori sono scomparsi per circa 6 mesi per poi ricominciare nuovamente. A questo punto ho prenotato la colon e nel frattempo ho usato varie pomate antiemorroidarie con scarso risultato. Finalmente ieri ho fatto la colon della quale vi scrivo il referto:
BUONA LA PREPARAZIONE INTESTINALE.
INSERZIONE DELL'ENDOSCOPIO FINO ALL'ILEO TERMINALE.
L'ULTIMA NASA ILEALE, ESPLORATA PER CIRCA 10 CM, è NORMALE; BIOPSIE DI PRINCIPIO. LE PARETI DEL GROSSO INTESTINO SONO ELASTICHE E BEN DISTENSIBILI CON NORMALE PLICATURA AUSTRALE.
IL RETTO E IL SIGMA PRESENTANO NUMEROSE SOFFUSIONI EMORRAGICHE SOTTOMUCOSE. NORMALE LA MUCOSA DEI RESTANTI TRATTI ESAMINATI. SI SEGNALA INTENSA CONGESTIONE EMORROIDARIA INTERNA. SI ESEGUONO BIOPSIE A LIVELLO DEL COLON ASCENDENTE, TRASVERSO, DISCENDENTE, SIGMA, E RETTO.
CONCLUSIONI DISANGOSTICHE:
PROCTOSIGMOIDITE IN FASE DI LIEVE ATTIVITà ENDOSCOPICA DA DEFINIRE CON L'ISTOLOGIA.
CONGESTIONE EMORROIDARIA INTERNA.

Logicamente sto aspettando il referto dell'esame istologico. Nel frattempo accuso forti dolori durante la defecazione evidentemente dovuti alle emorroidi e per questo la gastro mi ha prescritto pentacol gel 500 gel da mettere un tubetto la sera. Sinceramente sono già due sere che la metto ma sto avendo pochi risultati......
Ecco a questo punto vorrei da voi un parere o consiglio per capire come mi devo comportare anche relativamente alle emorroidi e i dolori da esse provocate visto che ormai è da mesi che convivo con questi dolori.
Vi ringranzio in anticipo per le vostre risposte.
Cordiali saluti.
Alessandro

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente, credo sia giunto il momento che venga visitato da un proctologo per valutare correttamente la patologia emorroidaria. Nekl frattempo è importante rendere le feci morbide (liquidi e fibre) per evitare il trauma emorroidario.

cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Carissimi dottori dopo la colonscopia che ho fatto il mese scorso oggi sono riuscito ad avere il risultato dell'esame istologico e vorrei che gentilimente qualcuno di voi mi dia qualche delucidazione in merito:
Referto:
A) frammenti di mucosa ileale con note di flogosi cronica aspecifica
B) fremmenti di mucosa colica con discreta flogosi cronica aspecifica ed edema
C-D-E-F) fremmenti di mucosa colica con moderata flogosi linfomonocitaria e granulocitaria neutrofila, talora in aggregazione follicolare, criptite granulocitaria, focale distorsione ghiandolare e aumento delle mitosi.

dove A) corrisponde a frammenti di ileo; B) corrisponde a frammenti di colon ascendente; C) colon trasverso; D) colon discendente; E) sigma;
F) retto.

Spero che vogliate darmi qualche spiegazione in merito al referto dell'esame istologico e qualche consiglio....
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si parla di colite di leve entità. Sarà il gastroenterologo adesso a valutare il tutto ed impostare la terapia.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille dottor Cosentino per la sua risposta....quindi posso intuire che l'esame istologico non da segni di gravità della patologia? Io soprattutto ero preoccupato del punto in cui parlava di un aumento dell'attività mitotica si sa che un aumento dell'attività mitotica è sempre segno neoplasia.....Cmq la terapia che il mio gastroenterologo ha impostato è mesavancol 2 compresse al mattino dopo colazione e ogni mese vsl#3 per 10 giorni........
Grazie ancora per la sua disponibilità e per i chiarimenti che vorrà darmi....

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non ci sono assolutamente riferimenti al tumore. Segua pure i suggerimenti del suo gastroenterologo.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it