x

x

Infezione?

Buonasera
spero di aver scelto il campo giusto per la mia domanda e che potrete chiarirmi le idee.
Premesso che sto scrivendo per mio padre che ha 75 anni ed è diabetico da 40, diabete tipo mellito II; circa 10 anni fa gli è stata asportata la cistifellea per dei calcoli, nel febbraio scorso ha avuto dei calcoli alle vie biliari con relative sintomatologie, ittero, pleurite, polmonite,dolori all'addome, è stato operato rimuovendo il calcolo/i alle vie biliari allargando le stesse per facilitare il deflusso di eventuali calcoli futuri, ma il problema di adesso è un altro circa 3 settimane fa è stato ricoverato in ospedale perchè febbre alta a 41, dolori in corrispondenza dell'addome destro medio-basso sino alla parte posteriore,vomito verdastro, da una prima ecografia si è osservato un rigonfiamento in corrispondenza delle vie biliari, dopo circa una settimana di terapia, (digiuno, flebo e antibiotici) il dolore è diminuito e dalla colonscopia effettuata a fine terapia non si è evinto nulla, lo stesso dalla TAC effettuata il giorno dopo, così è stato dimesso, la spiegazione è stata che molto probabilmente la febbre alta era dovuta al "calcolo" nelle vie biliari che durante la terapia è stato eliminato, cosa che non dubito.
Una volta tornato a casa i primi giorni andavano benino adesso dopo una settimana presenta gli stessi sintomi o quasi, ossia vomito verde, febbre a 40,ma non ha molti dolori.
Ora io vorrei capire da ignorante in materia quale sono, da cosa è causata la febbre alta e il vomito verdastro? é possibile una infezione? se si, è possibile che i batteri risalgano le vie biliari? oppure i microcalcoli che lui presenta ai reni possono essere una ulteriore causa? o le dimensioni al limite del normale del fegato, causa troppe medicine assunte in questi anni mette il suo carico da 50?
scusatemi se vi sono sembrata un pò come dire arrogante, ma se riuscissimo un pò a capirci qualcosa sarei grata!
Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Cara utente,
dovrebbe mettere ordine nel raconto,
spiegando cosa c'entra il <<rigonfiamento delle vie biliari>> con la colonscopia.

Come sarebbe stato eliminato il calcolo ed in quale tratto si trovava?
Ha eseguito una ERCP?
Con quale diagnosi è stato dimesso suo padre?

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio