Utente
Egregio Dottore,
ho eseguito una rx transito intestinale su prescrizione del colonproctologo ed ho seri dubbi sul referto radiologico che dice solo :" TTI = 71,4 ore : da considerarsi nella norma".E null'altro. Ho assunto 40 markers radiopachi ed eseguito 4 radiografie a 24 , 48 ,72 ,96 ore dall'assunzione. Nelle prime due ci sono quasi tutti i markers , nella terza ci sono ancora 20 markers,mentre nella 4a ce ne sono 4.
Ho chiesto spiegazioni al radiologo che non ha voluto dirmi altro che :"è un transito nella norma, ,la 4a ha meno di 8 markers e va bene".
Mi chiedo: 1)come abbia potuto il radiologo stabilire un TTI di 71.4 ore quando la terza radiografia ha ancora il 50% dei markers presenti 2)se è un referto serio e completo visto che riporta solo la dicitura sopraccitata e nulla sulla distribuzione dei markers nelle parti dell'intestino. E' la prima volta che mi capita di mettere in dubbio un referto medico e non ho mai chiesto un consulto online , ma sono davvero sorpresa e un poco seccata dalla scarsa disponibilità a chiarimenti da parte del radiologo. Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione. Distinti saluti

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Mi dispiace leggere quanto le è successo.

Al di là del fatto se il referto possa/debba essere più articolato,
va detto che al quinto giorno una ritenzione di più del 20% degli indicatori sarebbe indice di un transito rallentato.
Mediamente, nella popolazione italiana, a 72 ore dovrebbe essere stato espulso circa il 90% dei markers (=normalità).

Onde non ingenerare equivoci e nel suo interesse (avere una diagnosi attendibile), credo abbia tutto il diritto di tornare al centro radiologico ed esplicitare ufficialmente le sue perplessità, magari chiedendo il conforto del suo curante.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile amica, l'esecuzione dell'esame radiologico per i tempi di transito, puó prevedere varie metodiche.
Possono variare il numero dei marcator, la loro distribuzione giornaliera ed il numero di giorni dell'esame.
Un normale transito prevede l'espulsione del 70-80% dei marcatori al 5 giorno.
Il referto dovrebbe anche specificare "dove sono situati" i markers ritenuti.
Spero di esserle stato utile.
Rimango a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#3] dopo  
Utente
Grazie ai Dott. Quatraro e Bacosi , per le sollecite risposte. Mi pare quindi di intendere che l' eliminazione del 90% dei markers (ne rimangono 4) a 96 ore nel mio caso non sia ancora da definirsi transito rallentato , anche se superiore alla media di 72 ore citata dal Dott. Quatraro. Mi rimane tutt'ora oscura l'indicazione Tempo transito totale=71,4 ore. A me sembrano 96 ore ca. Cordiali saluti!

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Cara amica, fermo restando che il suo esame sembra normale (dico sembra perchè non conosco storia clinica ed immagini) come sia stato fatto il calcolo del TTI lo puó spiegare solo il radiologo che ha refertato l'esame!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il suo quesito centra il motivo per cui le ho consigliato di interagire con il suo curante che potrebbe interloquire con il radiologo e sgombrare il campo da equivoci.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie ad entrambi i medici,
mi conforta intanto sapere che l'esame sembra normale. Esporrò il tutto cmq. al medico colonproctologo quando avrò completato tutti gli esami prescritti (manca ancora una colonscopia). Lavora nella stessa struttura ospedaliera del radiologo. Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Ci aggiorni pure se riterrà.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla!
Rimaniamo a sua disposizione!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia