Utente 277XXX
Salve ! Vorrei sottoporre la mia situazione. Ho 49 anni, peso 97 kg, sono impiegato (lavoro seduto)e conduco una vita sedentaria. Da molti anni soffro di emorroidi ma non ne ho mai parlato con il medico di famiglia. All'occorrenza,quando vedevo tracce di sangue sulla carta igienica o mi davano fastidio ci mettevo un po di pomata per 2/3 giorni e stavo bene 1/2 mesi. Sono andato avanti così fino agli inizi di ottobre 2012 quando una mattina a fine defecazione ho espulso un grumo di sangue color rosso vivo. Mi sono molto preoccupato, ho fatto una colonscopia totale nel corso della quale mi è stato rimosso un polipetto di 3mm risultato poi un polipo iperplastico. La colon ha anche evidenziato: emorroidi di terzo grado con le stimmate del sanguinamento. Il gastroenterologo mi ha prescritto: 2 bustine di Flebinec x 5gg, poi una al giorno per altri 15 giorni e poi una bustina al giorno di Plantalax per due mesi. Sto seguendo alla lettera la cura ma ho notato che da quando non assumo Flebinec all'atto della defecazione trovo tracce di sangue (non moltissime) sulla carta igienica. Devo anche dirle che prima della cura citata il mio medico di famiglia mi aveva prescritto Arvenum 500 con il quale non avevo nessun tipo di problema. In base a quanto descrittoLe, potrebbe darmi un consiglio su quale terapia dovrei praticare per eliminare le perdite ematiche all'atto della defecazione ? Mi spiego meglio: devo riprendere Flebinec bustine oppure Arvenum 500(che, pare, potrei prendere per lunghi periodi) ?
Per ultimo: dovrei farmi visitare da un angiologo ?

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La terapia per le emorroidi ha solamente lo scopo di decongestionare il plesso emorroidario ed eventualmente ridurre l'infiammazione. Però credo che dati i sintomi che perdurano nel tempo credo che sia corretto consultare un proctologo e prendere in cosiderazionebl'opzione chirurgica per una risoluzione definitiva della patologia.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 277XXX

Grazie dottore ma vorrei evitare, fin quando possibile, di sottopormi ad intervento chirurgico anche in considerazione del fatto che le emorroidi, a parte il leggero e saltuario sanguinamento, non mi danno fastidi eccessivi.
Per tanto le chiedo quale sia la migliore, o più appropriata, terapia farmacologica per decongestionare il plesso emorroidario.
Infine: mi saprebbe indicare a chi dovrei rivolgermi su Potenza ?

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Non è possibile in questa sede consigliare terapie e nemmeno specialisti. Credo che nell'ospedale della sua città potrà trovare chi si occupa della branca proctologica.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente 277XXX

Dottore, la ringrazio tanto per la sua risposta.
Sò che prima o poi dovrò affrontare l'intervento ma per adesso sono costretto, causa forza maggiore, a dover rimandare e cercare di andare avanti al meglio.
Mi spiego: mia moglie è in procinto di subire un intervento per la rimozione di un nodulo al seno e, quindi, la situazione è molto più delicata delle mie emorroidi.
La prego dottore, mi dica cosa devo prendere per evitare almeno il sanguinamento alla defecazione (che si evidenzia con macchie sulla carta igienica e tracce ematiche nel water nel punto dove cadono le feci).
Se lo ritiene opportuno può mandarmi un msg privato ma, per favore, mi aiuti.
Io vivo in un piccolo paese di montagna e per andare in ospedale e riuscire a parlare con qualche dottore è una impresa ardua.
Grazie e buon lavoro

[#5] dopo  
Utente 277XXX

Dottore, la ringrazio tanto per la sua risposta.
Sò che prima o poi dovrò affrontare l'intervento ma per adesso sono costretto, causa forza maggiore, a dover rimandare e cercare di andare avanti al meglio.
Mi spiego: mia moglie è in procinto di subire un intervento per la rimozione di un nodulo al seno e, quindi, la situazione è molto più delicata delle mie emorroidi.
La prego dottore, mi dica cosa devo prendere per evitare almeno il sanguinamento alla defecazione (che si evidenzia con macchie sulla carta igienica e tracce ematiche nel water nel punto dove cadono le feci).
Se lo ritiene opportuno può mandarmi un msg privato ma, per favore, mi aiuti.
Io vivo in un piccolo paese di montagna e per andare in ospedale e riuscire a parlare con qualche dottore è una impresa ardua.
Grazie e buon lavoro

[#6] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Il sanguinamento non può essere evitato del tutto. Esistono però farmaci ad azione decongestionante che certamente il suo medico di famiglia conosce benissimo. Inoltre è importante mantenere le feci morbide e facilmente evacuabili con la fibra e la corretta idratazione.
Dr. Roberto Rossi