Utente
Gentili Dottori, un anno e mezzo fa durante controlli di routine emerse per la prima volta un'anemia con valori: HGB 11,8 (14-18), RBC 5,80 (4,30-5,90), HCT 39,6 (39-42), MCV 69, MCH 21, MCHC 30 e i restanti valori nella norma (in quel frangente non testai sideremia e ferritina). Inizialmente pensai ad un'alimentazione povera di carne, ma a distanza di un anno, ripetendo gli esami, i valori erano pressoché identici, con ferro a 40 (60-160) e ferritina a 3 (21-336). Seguito da un gastroenterologo, inizia allora una serie di approfonditi accertamenti, che compresero: sangue occulto fecale, testato varie volte, sempre negativo; ecografia addominale completa negativa; anticorpi anti-transglutaminasi IgA <0.10 con immunoglobuline IgA a 230 che sembrano escludere la celiachia; no intolleranze alimentari; elettroforesi proteine normale; bilirubinemia normale; assenza di varianti emoglobiniche; VES e lattoferrina fecale negative; esame parassitologico feci negativo. Emerse invece la presenza di HP, anche se non accuso alcun sintomo ad esso correlato (no bruciori di stomaco, no rigurgito). L'ematologo non ravvisò alcun problema degno di approfondimento. Alla luce di questi esami, cominciai ad assumere un integratore alimentare di ferro (1 capsula da 7gr. al dì). A distanza di 4 mesi, riporto ora i risultati degli esami del sangue: HGB 15,1; RBC 6; HCT 45,4; MCV 76; MCH 25; MCHC 33,3; Sideremia 83; Ferritina 7,40.
Vorrei ora chiedere:
- è normale che dopo 4 mesi di integrazione, seppur blanda, la ferritina sia ancora così bassa, anche se gli altri valori sono in risalita e l'anemia è stata corretta?
- può essere l'helicobacter la causa di questa anemia? Se no, quali altre cause si possono prendere in considerazione?

Grazie infinite!

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non credo si possa incolpare l'Helicobacter,
si è pensato al l'anemia mediterranea?

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta Dott.Quatraro. L'anemia mediterranea è stata esclusa dopo lo studio dell'assetto emoglobinico che non ha evidenziato varianti patologiche. Inoltre la mia anemia è insorta solo negli ultimi 2 anni, mentre nelle analisi precedenti tutti i valori erano normali. Con l'integrazione di ferro i valori sono rientrati (sono tutti entro il range), tranne per la ferritina che rimane bassa. Da cosa può dipendere? Dopo 4 mesi di integrazione sarebbe dovuto rientrare nella norma? Potrebbe trattarsi di malassorbimento? Non so più come procedere per trovarne le cause.

Grazie ancora per la preziosa consulenza.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Alcune precisazioni.

I valori emocromocitometrici ultimi, da lei riportati, come lei afferma, documentano il rientro dell'anemia, fermo restando un basso MCV, indice di microcitosi, che riconosce varie cause fra cui la più nota è l'anemia mediterranea.

Pertanto il problema da approfondire è, credo, l'assorbimento del ferro, che esclusi deficit nutrizionali, può dipendere da un ridotto assorbimento.

Una gastroscopia potrebbe tornare utile.

Ne parli con il suo gastroenterologo.


Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, Dott. Quatraro, ora il quadro è più chiaro e sto valutando se fare una gastroscopia. Vorrei però chiederLe: dato che sembra potersi escludere la presenza di celiachia e di malattie infiammatorie intestinali, a quali altre cause si può ricondurre un ridotto assorbimento di ferro?

Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Vi sono alcune forme di gastrite e diverse altre non gastroenterologo che.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Quali potrebbero essere le cause non gastroenterologiche? Glielo chiedo per potermi orientare con lo specialista di riferimento.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gli ambiti possono essere davvero disparati,
senz'altro occorre vagliare quello gastroenterologico,
ed il percorso dovrà essere concertato con il suo curante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, oggi ho ritirato anche l'esito del'esame Gastropanel prescrittomi dal gastroenterologo. I valori sono i seguenti: Pepsinogeno I 125,1 (25-125); Pepsinogeno II 13 (2-10); Gastrina-17 0,8 (2,5-7); IgG Anti HP 80 (Positivo >34).

Cosa significano questi risultati? Possono essere in relazione con la mia anemia?

RingraziandoLa le porgo cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Al di là di una probabile gastrite HP+
(comunque da dimostrare con gastroscopia),
non chiariscono uno stato anemico.


Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Ho letto che il gastropanel permetterebbe di distinguere tra gastrite atrofica e non atrofica: questi valori per cosa depongono? Con tali risultati vi è indicazione ad effettuare una gastroscopia, pur in assenza di sintomi gastrointestinali?

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non c'è il sospetto di una gastrite atrofica,
ma verosimilmente , come ho già detto, una gastrite HP+,
e la valutazione sull'indicazione all'esame endoscopico è corretto, oltre che utile, che sia effettuata dal suo specialista poichè ha avuto l'opportunità di visita diretta.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore, è stato gentilissimo e chiarissimo. Mi piacerebbe tenerLa informata sugli ulteriori sviluppi della situazione se non Le dispiace.

Cordiali saluti.

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Siamo qui, ci aggiorni pure.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, ho effettuato la gastroscopia con seguente esito: "Esofago normocanalizzato con mucosa indenne fino al terzo distale ove si segnala una lieve iperemia. Cardias continente. Linea Z in sede, un po' svasata d'aspetto. Stomaco normoconformato con pareti ben distendibili e pliche gastriche spianabili. Note diffuse di flogosi a carattere cronico. Eseguo biopsie antro, angulus corpo e fondo. Non si apprezzano lesioni mucose acute e/o causa di anemia nei distretti gastrici esplorati. Piloro contenente. I e II porzione duodenale indenni da lesioni. In particolare regolare la morfologia dei villi. Biopsie."

Avrò l'esito dell'istologia tra 25 giorni. Come valuta questo quadro? Non essendo stata ancora trovata la cause dell'anemia, come posso procedere? Potrebbe essere un problema legato all'intestino, anche se il sangue occulto è risultato negativo e dagli esami ematochimici non emergono malattie infiammatorie? In questi casi la colonscopia è indicata?

Grazie mille e cordiali saluti.

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una gastroscopia quasi normale, eccetto una lieve gastrite da confermare istologicamente.
Se il sangue occulto è negativo e vista la sua giovane età non ravvedo indicazioni alla colonscopia.

Distinti Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
La ringrazio della riposta Dottore. Ho effettuato l'esame del sangue occulto tre volte: la prima volta su tre campioni (negativi), la seconda e la terza con il metodo di ultima generazione su un campione (kit acquistati in farmacia), per due giorni consecutivi, con risultato negativo. Questo basta per escludere il sangue occulto? La mia paura è che il sanguinamento sia intermittente, e crei anemia senza sangue occulto positivo: secondo Lei è possibile?

Grazie ancora.

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Siamo quasi alla ... fantamedicina!

Si tranquillizzi.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore. Forse ho fatto qualche volo pindarico, seguirò il suo consiglio e magari Le farò sapere l'esito dell'esame istologico. Colgo l'occasione per complimentarmi per le Sue riposte sempre sollecite ed esaurienti, è una fortuna poter contare sulla sua consulenza.

Cordiali saluti.

[#19]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Grazie per le sue parole.

Distinti Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#20] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Quatraro, ho ricevuto l'esito dell'istologia di cui riporto il referto.

Materiale: A - Biopsia mucosa duodenale, B - Antro, C - Angulus, D - Corpo, E - Fondo.

Lembi di mucosa duodenale ad orientamento non ottimale: per quanto visibile architettura villare conservata e lieve flogosi del chorion (A).
Lembi di mucosa gastrica di tipo antrale con intensa flogosi cronica focalmente attiva. Ricerca Helicobacter: +++ (B)
Minuto frustolo mucosa gastrica di tipo transizionale con intensa flogosi cronica focalmente attiva. Helicobacter +++ (C)
Lembi di mucosa gastrica di tipo fundico con lieve flogosi cronica del chorion (D-E)

Cosa ne pensa? Secondo Lei la situazione desta preoccupazione?

La ringrazio e La saluto cordialmente.

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessuna preoccupazione, trattasi di gastrite cronica HP+.
Dovrà, se ancora non lo ha fatto, farsi prescrivere la terapia eradicante dal suo specialista di fiducia.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Il fatto che la flogosi sia intensa, e diffusa anche al di là dell'antro, mi espone a rischi particolari? Io per ora sono asintomatico, ma il referto mi fa un po' di paura. Secondo Lei qual è la terapia più indicata e con maggiori probabilità di successo per eradicare l'HP? So che ci sono diversi schemi terapeutici. A breve ovviamente mi recherò dal mio gastroenterologo, ma intanto vorrei giovarmi anche del Suo prezioso parere.

Grazie.

[#23]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le nostre linee guida vietano prescrizioni on-line.

Posso però dirle che si inizia, in genere, con una duplice terapia antibiotica e che il suo referto non deve farle alcuna paura.


Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#24] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente per la Sua gentilezza Dott. Quatraro.

Cordiali saluti.

[#25]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#26] dopo  
Utente
Mi scusi Dott. Quatraro, ho un altro paio di perplessità. So che la gastrite si distingue in lieve/moderata/severa; nel referto si parla però solo di flogosi: il fatto che sia 'intensa' significa che in quelle zone la gastrite è 'severa'? Un referto come il mio costituisce un'indicazione assoluta all'eradicazione dell'HP? Glielo chiedo perché non ho un buon rapporto con gli antibiotici (mi danno parecchi effetti collaterali) e ad alcuni di essi sono allergico (macrolidi e aureomicine).

Grazie e cordiali saluti.

[#27]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intensa, pur non perfettamente sovrapponibile, orienta per severa.
La correlazione con l'HP consiglia l'eradicazione.


Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it