Utente
mio padre ha 60 anni,ha fatto una gastroscopia perche da tempo aveva disfagia.il referto dice;regolare per calibro,decorso ed elasticita' fino a 38 cm dall'AD laddove si reperta un ulcera-fondo fibrinoso-a tutta circonferenza che determina una sub-stenosi. giunzione e-g risalita di circa 4-5 cm,cardias ipo-continente.diagnosi esofagite grado D sec.L.A. con sub-stenosi in ernia iatale da scivolamento.La mia domanda e' cos'e'una sub-stenosi? e' possibile che il referto sia attendibile senza aver fatto biopsie e in ultimo;prende esomeprazolo 40 mg da un mese circa ma il problema della disfagia persiste..deve essere operato o questa stenosi andra via con le cure medicinali

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una substenosi è una stenosi (restringimento), meno serrata, del lume.
Sarebbe corretto eseguire delle biopsie.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
grazie 1000 dottore

[#3] dopo  
Utente
un ultima domanda ancora:il fatto che c'e' una stenosi e' indice che c'e' un tumore in atto?

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
No,
la stenosi può anche essere di natura infiammatoria,
ma le biopsie sono un chiarimento obbligato.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

concordo pienamente con quanto le ha riferito precedentemente il collega Quatraro . Mi domando: cosa le ha detto il medico endoscopista o il suo medico al riguardo di tale esame endoscopico ? Quali indicazioni hanno dato a suo padre per il futuro ? Praticamente non c'è ancora una diagnosi in quanto è stato solo riferito l'aspetto dell'esofago.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile signora
chiaramente ho evinto che scrivere

<<deve essere operato o questa stenosi andra via con le cure medicinali >>

sia legato a quanto le hanno detto,

presumo orientandosi per una stenosi infiammatoria "peptica" (da reflusso, almeno stando a quanto ha scritto),

ma torno a risottolineare che qualunque iniziativa non può prescindere da un esame istologico,

piuttosto la solleciterei a richiedere il perchè delle mancate biospie,
non vorrei che on-line ci sfugga qualcosa!

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
scusate il ritardo alle vostre gentilissime risposte:quando hanno fatto la gastroscopia a mio padre,era stato ricoverato per polmonite..lui doveva fare la gastroscopia e quindi gliel'hanno fatto l'ultimo giorno di degenza.Il perche' non gli hanno fatto delle biopsie non lo so e non sapevo neppure che sarebbe stato piu' utile farle..comunque gli hanno consigliato che dopo 2 mesi di terapia di rifare la gastroscopia.quello che mi preoccupa e' che ora,nonostante stia prendendo le medicine, il suo problema con la disfagia persiste e addirittura peggiorato!delle volte capita che non riesce neppure a bere..e' gia' successo 2 volte che e' stato 2 giorni senza bere e mangiare nulla! cosa bisogna fare in questo caso? perche'la gastroscopia c'e' l'ha il 25 marzo..grazie 1000 dottori

[#8] dopo  
Utente
mi sono dimenticata:io non ho parlato col medico che gli ha fatto la gastroscopia ma col medico di reparto..la gastroscopia gliel'hanno fatta il mattino delle dimissione dall'ospedale..quando ho chiesto al dottore sulla gastroscopia mi ha detto che aveva un'infiammazione e di fare la cura con esomeprazolo 40 mg 1 volta al giorno e prendere peridon prima dei due pasti principali e di rifare la gastroscopia al termine dei 2 mesi di cura..

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ritengo, per quanto scrive, ovvero per la marcata disfagia che rappresenta, che suo padre non possa aspettare due mesi,
e che vada rivalutato.

Le rinnovo il consiglio di far presente questo al centro ove è stato effettuato l'esame endoscopico,
in alternativa di affidarvi ad un gastroenterologo di fiducia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

da come descrive i medici sospettano una stenosi esofagea infiammatoria (da reflusso ). Ecco il motivo della mancaza di biopsie ed il controllo a due mesi. Considerando però la sintomatologia disfagica importante è indispensabile che si rivolga IMMEDIATAMENTE ai medici o ad altro Centro in quanto c'è necessità di una rivalutazione del caso con eventuali dilatazioni endoscooiche per migliorare il transito esofageo.

Cordiali saluti.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
volevo ringraziarvi veramente di cuore..cercheremo di fare cosi' anche se non so come fare per far anticipare la gastroscopia..comunque grazie veramente di cuore a tutti e due per la vostra disponibilita e cortesia

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
È stato un piacere esserle stati di aiuto e ci contatti per ogni evenienza.

Cordiali saluti


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Ci ritenga disponibili.

Auguri
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
carissimi dottori volevo dirvi le ultime novita' sulla stenosi di mio padre. lunedi sera l'ho portato al pronto soccorso perche' non beveva e non mangiava da sabato! martedi mattina gli hanno fatto la gastroscopia e l'esofago era talmente stretto che hanno avuto difficolta' a passare..comunque il referto dice cosi':esofago regolare per calibro,decorso ed elasticita',ricoperto da mucosa macroscopicamente indenne.cardias con stenosi cicatriziale in ernia iatale da scivolamento.si procede a dilatazione con catetere a palloncino sino a mm 11 senza complicanze.stomaco elastico,distendibile.buona tolleranza all'insufflazione.lago gastrico mucoso.mucosa macroscopicamente indenne.piloro pervio.duodeno regolare sino alla seconda porzione.all'inizio ero felice perche' pensavo che era finito quest'incubo ma arrivati a casa il problema persiste col passaggio dei cibi..adesso deve tornare il 5 marzo per un'altra gastroscopia..vi chiedo se e' normale che continua ad avere difficolta' nel passaggio..forse una dilatazione non e' sufficente e deve farne altre? comunque volevo dirvi che mi siete stati veramente di grande conforto con i vostri consigli e che non smettero' mai di ringraziarvi..siete 2 professionisti e 2 persone eccezionali.di cuore veramenta grazie

[#15] dopo  
Utente
dimenticavo:i dottori gli hanno detto che l'ulcera e' guarita ma guarendo gli ha ristretto ancora di piu' l'esofago

[#16]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I trattamenti endoscopici dilatativi in genere sono più d'uno,
continuo però a ritenere che un conforto bioptico sia necessario.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#17] dopo  
Utente
anch'io lo penso ma non riesco a capire perche' continuano a non farglielo! pultroppo quando gli effettuano la gastroscopia io non sono presente per chiederlo.io non sono dottore ma trovo assurdo che una stenosi causata da un'ulcera peggiora invece che migliorare quando l'ulcera e' guarita! a sentir loro,mio padre ha un apparato perfetto solo che ha una stenosi! domani mattina va' dinuovo al pronto soccorso perche' non beve assolutamente nulla! mi scusi il nervosismo ma non e' bello vedere una persona che si vuole bene morire lentamente di sete e di fame perche' ha un "tubo" che si restringe.e' veramente una malattia crudele..quando sono con lui mi sembra di non essere nel mondo..questa malattia distrugge corpo e anima! mi scusi lo sfogo.io la ringrazio sempre,lei e' sempre una persona carina con me.

[#18]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Le auguro di risolvere al meglio queste difficoltà.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#19]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A Torino ci sono tanti centri di gastroenterologia e di endoscopia. Chieda eventualmente un secondo parere. Molto probabilmente la dilatazione con palloncino ha scarso effetto su una stenosi serrata la quale potrebbe rispondere meglio ai dilatatori rigidi. Ovviamente, una stenosi che recidiva così velocemenete merita un immediato campionamento bioptico.


Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#20] dopo  
Utente
grazie 1000 dottori dei vostri preziosissimi consigli,mi scuso ancora se nell'ultimo messaggio mi sono lasciata andare un po' ma e' che nella mia disperazione mi sono sfogata con voi..stamattina doveva andare al pronto soccorso e miracolosamente e' riuscito a bere e a mangiare! speriamo! sono felice..se lui guarisse mi sentirei la persona piu' ricca del mondo!!

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ha ragione,
ha tutta la nostra condivisione.

Auguri.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
Utente
io non ho parole per ringraziarla a lei e al suo collega..oltre a essere 2 professionisti siete veramente 2 DOTTORI che vanno oltre,che danno fiducia.siete veramente come dovrebbero essere i dottori.salvate la vita a tutti e non vi rendete conto di cosa e' grande quello che fate! grazie e' una parola insignificante a tutto quello che fate.meritate tutto il bello della vita e' sicurante e' cosi'

[#23] dopo  
Utente
carissimi dottori,dopo tanto tempo ho un altra domanda da porvi:dopo la prima volta che ha fatto la dilatazione a palloncino e che non riusciva ad alimentarsi pian piano aveva ripreso l alimentazione ed eravamo tutti felici e contenti.la seconda dilatazione invece di migliorare e' peggiorato nuovamente ed ieri ha fatto la terza ma continua ad non avere miglioramenti! la mia domanda e':quando nella gastroscopia scrivono "si procede a dilatazione a palloncino sino a mm 13,5" cosa significa? che mio padre ha l esofago largo solo 13,5 mm?

[#24]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il diametro di 13,5 mm è quello raggiunto con la dilatazione con il palloncino, ma si tratta di un diametro teorico. Infatti la dilatazione è alquanto elastica per cui il diametro definitivo è più basso ed è in relazione al cedimento del restringimento. Se non si raggiungono miglioramenti è bene cambiare strategia (dilatazioni con sonde rigide) fermo restando che è indispensabile che si accerti la reale natura del restringimento.

Chieda un secondo parere gastroenterologico presso altro Centro.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#25]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come premessa intendo ribadire la necessità di un campionamento bioptico.

Quanto alle dilatazioni, esse hanno lo scopo di dilatare e/o mantenere pervio il tratto ristretto,
per tale proposito si utilizzano sonde o palloncini (gonfiati nel caso di suo padre sino ad un diametro di 13,5 mm.).
A seguito di tali tentativi, la sollecitazione traumatica, a cui viene sottoposto l'esofago, può portare anche a reazioni fibrotiche di re-stenosi che possono annullare i vantaggi immediati post-procedura.
Un'altra possibilità è quella di posizionare delle strutture tubulari di metallo o di plastica (endoprotesi), che hanno la funzione di dilatare e mantenere dilatato in modo permanente il tratto ristretto.

Come extrema ratio è prevista anche la chirurgia.

Concordo sulla opportunità di chiedere un secondo parere valutativo.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#26] dopo  
Utente
grazie dottori che siete sempre disponibili e mi aiutate a capire..1000 grazie

[#27] dopo  
Utente
cari dottori abbiamo seguito il vostro consiglio e ci siamo rivolti ad un altro centro.la gasroscopia dice cosi':esofago di calibro regolare,peristalsi valida,mucosa rosea cardias a 42 cm ristretto ma valicabile agevolmente con strumento pediatrico-la linea z presenta alcune irregolarita' possibile espressione di mrge senza lesioni endoluminali-biopsie voluminosa ernia iatale sottostante da 42 a 48 cm.dilatazione con savary 15.stomaco elastico e distendibile con regolare disegno delle pliche, mucosa rose,indenne piloro pervio.duodeno regolare fino alla 2 porzione.conclusioni:dilatazione con savary 15 di verosimile substenosi da reflusso.indicata esecuzione rx transito-gastrico. subito mangiucchiava abbastanza bene ma da domenica che ha avuto dei forti sforzi di vomito e di nuovola stessa storia! dalla gastroscopia non sembrerebbe cosi grave ma allora a me sorge un dubbio:potrebbe essere quella voluminosa ernia iatale a non far passare i cibi? e che sia fuoriuscita di piu' durante quegli sforzi di vomito?cosa ne pensate

[#28]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. La dilatazione con sonde rigide, come sostenevo, sono risultate più efficaci. Superato il restringimento è stato anche possibile valutare anche lo stomaco e capire la natura del restringimento. La grossa ernia iatale (che non si modifica con il vomito) può contribuire alla sintomatologia. Considerando la sua età (60 anni) credo sia opportuna una valutazione chirurgica.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#29]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ora sappiamo che l'ernia iatale è una voluminosa ernia,
che crea dolori, disturbi da ingombro mediastinico, etc.

Come avevo ipotizzato in replica #25 è possibile che si debba ricorrere alla chirurgia.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#30] dopo  
Utente
grazie dottori di avermi risposto cosi' velocemente e di darmi sempre sollievo con i vostri consigli..di cuore grazie

[#31]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Noi ci siamo sempre....

Auguroni

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#32]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe ...
siamo ben lieti di poterle essere d'aiuto.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#33] dopo  
Utente
cari dottori,stamattina siamo andati a fare un'altra dilatazione..la gastroscopia recitava piu o meno come l'altra volta solo che sta volta diceva che non era valicabile che era rosea fino a 32 cm invece che a 42 come l'ultima volta,e gli hanno fatto 3 dilatazioni con savary;prima con 12 poi con 15 e infine con 18.ci aspettavamo i risultati delle biopsie ma non so perche gli hanno prelevato altri 3 campioni (forse non sono arrivati i risultati..non so).il pproblema e che ha sanguinato e ora sta molto male e non riesce a mangiare nulla di nulla! volevo chiedervi se e' normale avere dolori dopo un prelievo. sono molto preoccupata. e' normale stare male? grazie mi aspetto una risposta da voi che avete piu esperienza

[#34]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il sanguinamento e il dolore possono far parte della procedura. Ovviamente bisogna capire cosa intende per "stare male" e se realmente non riesce neppure bere.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#35] dopo  
Utente
mi dispiace di non avervi potuto scrivere con esattezza la gastroscopia ma e' che non c'e' l'ho sottomano.mispiace anche di rompervi sempre le scatole con la mia storia..perdonatemi.il problema,forse,non esisterebbe se mio padre pensasse un po piu' a lui! infatti e' da circa un mese che ha smesso di prendere le medicine,perche' secondo lui colpevoli di averlo fatto peggiorare.da quando ha preso le medicine,e' guarito si dall'ulcera,ma e' peggiorato per l'alimentazione.scusatemi ancora..ma e' che noi non viviamo una situazione felice.rifiuta ogni tipo di aiuto si sente un imbecille da quando ha perso tutto per colpa di una firma,vive da 3 anni in una casa abbandonata senza luce..senza niente!da 5 anni non lavora e rifiuta ogni tipo di guadagno anche quando trova qualcosa..lo fa' solo per avere in cambio la gratitudine.questo suo comportamento mi butta nello sconforto e nella disperazione e lui non se ne accorge! forse pensa di essere soo lui a soffrire..ho voluto sfogarmi non perfare pena ma per sfogarmi con voi che sieta cosi' gentili con me senza conoscermi..grazie ancore di tutto

[#36] dopo  
Utente
grazie dottore di avermi risposto..mi sono accorta del messaggio dopo che ho inviato il mio ultimo.perdonate ancora il mio sfogo che non c'entra nulla col sito.(anche per gli errori ortografici che mi accorgo dopo averli spediti!). volevo chiederle che rischi corre a smettere di prendere le medicine? e se le prende gli passa il dolore?

[#37]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non deve assolutamente scusari e stia tranquilla che le siamo molto vicini e la comprendiamo. Si sfoghi pure con noi. Ne ha bisogno e vorremmo certamente aiutarla più di quanto possa essere nelle nostre possibilità . Con calma ci comunichi lo stato di malessere di suo padre e cerchi di convincerlo ad assumere gli antisecretivi che sono indispensabili per la guarigione, unitamente alle dilatazioni.

Auguroni

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#38]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Leggo ora i suoi post e mi dispiace per il problema nel problema.

Ha la mia solidarietà ma la cosa importante è che suo padre assuma la terapia onde evitare nuova fibrosi e rischi di stenosi dell'esofago.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#39] dopo  
Utente
grazie dottori per starmi sempre molto vicino..adesso riesce a bere ma continua a dire un NO secco per quanto riguarda le medicine..gli diro' che me l'avete detto anche voi di prenderle e il motivo per cui deve farlo..speriamo che ascolti! pultroppo quando una persona ha una profonda cicatrice nell'anima fa' cosi',dovrebbe prima guarire di quella per poi curarsi con serenita' e speranza

[#40] dopo  
Utente
ciao carissimi dottori,oggi siamo andati a ritirare le biopsie e recitano cosi':le prime dicono;frustoli superficiali di mucosa esofagea.le seconde dicono;frustoli di mucosa gastroesofagea in rapporto con tessuto di granulazione.assenza di metaplasia intestinale.che cosa vuole dire?posso stare tranquilla?da come ho capito,penso che non abbia nessun tumore ma voglio sapere da voi il vostro parere..

[#41]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessun tumore,
il responso da lei riportato indica aspetti infiammatori.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#42]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
È proprio così . Nessun tumore. Tranquilla.

Cordialitã



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#43] dopo  
Utente
grazie! non voglio essere ripetitiva ma voglio veramente ringraziarvi e dirvi che siete stati fondamentali in questo percorso di malattia,mi avete dato una gran forza coi vostri consigli. la vostra gentilezza e 'indimenticabile

[#44]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
E' la nostra professione, la facciamo con piacere e le risposte come la sua sono le nostre gratificazioni..

Auguroni


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#45]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Davvero grazie per le belle parole.

Saluti Cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#46] dopo  
Utente
gentilissimi dottori siamo andati a fare una nuova gastroscopia:esofago di calibro regolare,peristalsi valida,mucosa rosea sino a 35 cm- a tale livello,in sede cardiale,substenosi da reflusso valicabile con persistenza ulcera in fase di cicatrizzazione(es.istologici precedenti negativi)-dilatazione con savary 18.stomaco elastico e distendibile con regolare disegno delle pliche,diffuso eritema antrale da reflusso biliare piloro pervio bulbo e seconda porzione regolari,rivestiti da mucosa rosea indenne da lesioni.conclusioni:substenosi da reflusso in miglioramento severa gastrite biliare.la gastrite biliare cos'e'? vuol dire che ha la bile nello stomaco?e perche'?puo essere che sia risalita quando aveva quei forti sforzi di vomito?se prende pantoprazolo guarisce? perche il dottore a riguardo della gastrite non gli ha dato nessuna cura.easpetto con ansia un vostro consiglio

[#47]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La gastrite biliare è legata a meccanismi peristaltici (movimenti intestinali) anomali che portano una quota-parte di bile nello stomaco, irritandolo.
In caso di Malattia da Reflusso può refluire in esofago, irritando anche questo viscere insieme all'acido gastrico.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#48] dopo  
Utente
grazie della risposta dottore..comunque sia non e' niente di grave? si cura con pantoprazolo anche la gastrite biliare? adesso ha ripreso a prendere le pastiglie, solo che i primi dottori gli avevano prescritto come cura pantoprazolo 40 mg una al mattino e una al pomeriggio ma leggendo il bugiardino del medicinale per la sua patologia dovebbe essere preso solo 40 mg al giorno.il nuovo dottore non gli ha detto nulla, forse per distrazione o forse perche non immagina un dosaggio,secondo il mio parere,elevato visto il bugiardino.e poi non dovete ringraziarmi delle belle parole che ho nei vostri confronti e' il minimo che meritate,come vi ripeto siete 2 persone buone e gentili

[#49]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
come saprà
https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/
non è possibile, nè corretto, confutare on-line una terapia assegnata,
data l'assenza di verifica diretta.

Posso invece dirle che la gastrite biliare è un quadro curabile.

Purtroppo il reflusso, nel caso di suo padre, ovvero l'esposizione ripetuta ad acido, bile, o entrambi, ha determinato una esofagite con formazione successiva di tessuto cicatriziale.

Distinti Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#50] dopo  
Utente
ha ragione..ho pensato a questo fatto solo dopo! scusatemi..comunque grazie sempre.mi dispiace solo di aver letto le vostre risposte di ringraziamento solo ieri,non ero piu' andata sul sito per non scocciarvi sempre con la mia telenovela..vi ringrazio sempre infinitamente

[#51]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla,
ora suo padre è in buone mani e questo è ciò che conta.

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#52] dopo  
Utente
buongiorno dottori,l'ultima gastroscopia l'ha fatta a fine giugno,mi hanno detto che era migliorato molto molto..prossimo appuntamento per il 6 settembre.il professore che di solito gli faceva le dilatazioni era impegnato in sala operatoria e quindi gliel'ha fatta un altro dottore.il problema e' che gliel'ha fatto in un modo molto veloce tanto che si e' dimenticato di dargli l'appuntamento successivo,firmare il reperto e di mettergli il boccaglio.questi sono dettagli,il problema e' che anche la dilatazione e' stata molto veloce e che a oggi,11 luglio non riesce nuovamente a mangiare nulla! puo' essere che se una dilatazione avvenga in modo brusco e veloce non abbia effetto?grazie per la prossima risposta..scusate la freddezza

[#53]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ovviamente la forma deve naturalmente far parte dell'approccio al paziente (prima, durante e dopo la procedura), ma ai fini terapeutici è importante il grado di dilatazione raggiunto. Può riportare la descrizione del referto endoscopico ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#54] dopo  
Utente
buonasera dottore,l'ultima gastroscopia diceva:esofago di calibro regolare,peristalsi valida,mucosa rosea;a 35 cm restringimento apprezzabile ma piu' elastico e cedevole,con mucosa riepitelizzata;voluminosa ernia iatale sottostante con importante reflusso misto;filo-guida in duodeno e dilatazione con savary 15-18 stomaco elastico e distendibile con regolare disegno delle pliche,mucosa rosea,piloro pervio bulbo e seconda porzioni regolari,rivestiti da mucosa rosea indenne da lesioni conclusioni:dilatazione di substenosi cardiale da reflusso in miglioramento.io mi chiedo perche' peggiora mio padre?e' contro la scienza?e' cretino mio padre?non riesco a capire! puo' essere che una dilatazione se e' veloce e grossolana non abbia effetto nel tempo?

[#55]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Una dilatazione con sonda 18 ch di Savary &#279; un trattamento più che adeguato. Non darei, quindi, responsabilità al collega anche se ha lavorato in modo frettoloso. I motivi della sintomatogia disfagia possono essere diversi ed in caso di persistenza è bene ricontattare il Centro. Ovviamente sta continuando la terapia con IPP ?

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#56]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
...... leggo ora il prosieguo del consulto,
prescindendo dalla forma e dall'approcio,
che possono aver lasciato a desiderare,
non ritengo che l'azione endoscopica (anche alla luce del referto indicato) non sia stata efficace.

Naturalmente la dilatazione di una stenosi può non ottenere una completa remissione della sintomatologia in un esofago che è stato
verosimilmente soggetto
(per la storia descritta)
a reiterati episodi di esofagite peptica,
responsabile poi della stenosi.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#57] dopo  
Utente
buonasera carissimi dottori,mi faccio viva dopo 2 mesi perché mio padre se la cavava abbastanza bene con l'alimentazione e quindi non volevo togliere spazio a chi aveva preoccupazioni come le ho avute io.la penultima gastro andava bene,tanto che non gli hanno fatto la dilatazione.era l'11 ottobre 2013.un po' prima dell'ultima iniziava ad avvertire dinuovo gli stessi problemi;infatti gli hanno rifatto la dilatazione con savary 18.questa volta ha sofferto di piu' delle altre volte e,ha detta sua,"il tubo"era giallastro..puo' essere normale che sia cosi'? cmq vi invio l'ultima gastroscopia:esofago di calibro regolare,peristalsi valida,mucosa rosea indenne da lesioni.cardias risalito ma valicabile con voluminosa ernia iatale.dilatazione con savary 18.stomaco elastico e distendibile,con regolare disegno delle pliche;ristagno mucoso limpido peristalsi valida,mucosa rosea,elastica,indenne da lesioni.piloro pervio,valicabile.l'ultima gastro e' del 29 nov 2013.la domanda e': puo' essere normale il tubo giallastro con questa gastro?

[#58] dopo  
Utente



buonasera carissimi dottori,mi faccio viva dopo 2 mesi perché mio padre se la cavava abbastanza bene con l'alimentazione e quindi non volevo togliere spazio a chi aveva preoccupazioni come le ho avute io.la penultima gastro andava bene,tanto che non gli hanno fatto la dilatazione.era l'11 ottobre 2013.un po' prima dell'ultima iniziava ad avvertire dinuovo gli stessi problemi;infatti gli hanno rifatto la dilatazione con savary 18.questa volta ha sofferto di piu' delle altre volte e,ha detta sua,"il tubo"era giallastro..puo' essere normale che sia cosi'? cmq vi invio l'ultima gastroscopia:esofago di calibro regolare,peristalsi valida,mucosa rosea indenne da lesioni.cardias risalito ma valicabile con voluminosa ernia iatale.dilatazione con savary 18.stomaco elastico e distendibile,con regolare disegno delle pliche;ristagno mucoso limpido peristalsi valida,mucosa rosea,elastica,indenne da lesioni.piloro pervio,valicabile.l'ultima gastro e' del 29 nov 2013.la domanda e': puo' essere normale il tubo giallastro con questa gastro?







[#59]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Difficile giudicare il racconto per interposta persona, tra l'altro di un paziente che verosimilmente era sotto sedazione.
Ciò che conta è il referto ultimo, che lascia spazio all'ottimismo.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#60] dopo  
Utente
grazie dottore per il suo tempismo a rispondere a ogni mia domanda e grazie per il suo rincuoro..grazie della sua umanità immensa

[#61]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Auguri per le imminenti festività.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#62] dopo  
Utente
cari dottori vi espongo l'ultima gastro e poi un quesito;gastro del 31/01/2014:esofago di calibro regolare,peristalsi valida,mucosa rosea cardias a 40 cm valicabile agevolmente con voluminosa ernia iatale sottostante di 4-5 cm. la linea con 2 erosioni che vengono biopsiate. stomaco elastico e distendibile con regolare disegno delle pliche,mucosa rosea,piloro beante.bulbo e seconda porzione regolari,rivestititi da mucosa rosea indenne da lesioni.CONCLUSIONI: MRGE COMPLICATA CONEROSIONI LINEA Z dopo aver preso visione dell'istologia si ritiene indicata l'esecuzione di manometria gastroesofagea con successiva phmetria 24 ore per valutare opportunita' plastica esofagea.queste ultime biopsie mi hanno angosciata non poco..volevo domandarvi:e' normale fare nuove biopsie dopo 9 mesi circa oppure c'e' qualcosa di anomalo che e' arrivato all'improvviso?secondo voi e' una gastro preoccupante?vi auguro una buona serata a voi e alla vostra famiglia..grazie in anticipo

[#63]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
E' normale effettuare un controllo istologico.
Il referto non mi sembra allarmante.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#64] dopo  
Utente
ero sicura che mi avrebbe risposto e mi avrebbe rincuorato..grazie 1000 gentile dottore,veramente di cuore! una buona serata insieme alla sua famiglia

[#65]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#66] dopo  
Utente
buongiorno dottore,mio padre ha effettuato la manometria e la phmetria 24 ore.il risultato della manometria dice cosi';grave ipotonia dello sfintere esofageo inferiore con alterazioni della motilita'in tutto il viscere(disturbo primitivo come da interessamento viscerale da parte di collagenopatia?secondario alla grave mrge con stenosi?). volevo chiederle cosa vuol dire? la ringrazio anticipatamente

[#67]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
E' stato posto il sospetto di una malattia del connettivo
da verificare in ambiente reumatologico/internistico.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#68] dopo  
Utente
cioe'? cosa vuol dire?praticamente sarebbe una malattia del cardias?

[#69] dopo  
Utente
ipotonia dello sfingere esofageo inferiore e cardias ipotono sono la stessa cosa?sarebbe sempre la stessa cosa con ernia iatale? perché gli ha fatto fare questi 2 esami per un eventuale plastica esofagea..

[#70]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Quanto dice riguarda il reflusso che ha creato problemi all'esofago di suo padre.
Non si allarmi.
Continui a seguire le indicazioni corrette dei colleghi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#71] dopo  
Utente
ok,mi fido di quanto mi dice..grazie sempre

[#72] dopo  
Utente
buonasera gentile dottore,il professore che lo segue ha deciso di operarlo,da quanto ho capito, all'ernia iatale.volevo chiederle un parere dall'esperienza che lei ha:questa operazione e' un'operazione comune o e' un'operazione rara e rischiosa? e come si trovano generalmente i pazienti dopo averla effettuata pentiti o soddisfatti? mi scusi che la disturbo sempre con la mia invadenza

[#73]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si tratta di una soluzione, ben tollerata se eseguita da mani esperte,
necessaria quando non è altrimenti controllabile una severa malattia da reflusso.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#74] dopo  
Utente
grazie dottore

[#75] dopo  
Utente
buongiorno carissimi dottori,finalmente mio papa e' stato operato con successo;di preciso l'operazione che ha eseguito e' plastica antireflusso in laparoscopia.come dicevo tutto bene mangia discretamente ma ha sempre mal di stomaco..e' normale?(e' stato operato all'inizio di giugno.dobbiamo andare alla visita di controllo a fine settembre)grazie in anticipo

[#76]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. I disturbi possono essere compatibili con l'intervento recente ed alla visita di controllo i colleghi daranno una eventuale terapia di supporto, se necessaria.

Quando riferisce il mal di stomaco, durante il passaggio del cibo o dopo ?


Auguroni
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#77]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lamenta problemi al transito di cibo?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#78] dopo  
Utente
il mal di stomaco gli vene dopo aver mangiato e qualche volta avviene il problema del transito del cibo..ma raramente.grazie infinitamente

[#79]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per adesso attenderei la visita di controllo. Ha guadagnato peso dopo l'intervento ?

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#80]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si curamente i colleghi provvederanno ad
uno studio del transito alimentare,
come anche endoscopico,
che possa chiarire il tutto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#81] dopo  
Utente
mio padre e' 1m 94 cm e pesa 79 kg,e' sicuramente sotto peso ma non saprei dirle con precisione quanto pesava prima..grazie sempre immenso delle vostra attenzione e dei vostri consigli

[#82]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Attenda il controllo ambulatoriale,
non sarebbe corretto giungere a conclusioni affrettate!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#83]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
É un piacere esserle di aiuto.

A risentirci.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#84] dopo  
Utente
ma il suo mal di stomaco e' normale o e' anormale?prima di essere operato non aveva male allo stomaco,ora invece si. cordiali saluti

[#85]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ovviamente non é normale (ma può anche non essere patologico) , ma suo padre ha subito un intervento per cui la situazione anatomica esofago-gastrica si é modificata. La visita di controllo servirà a capire la causa del disturbo e l'eventuale trattamento.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#86] dopo  
Utente
grazie 1000! bacioni

[#87]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A risentirci ....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it