Utente 304XXX
Buongiorno, scrivo per avere qualche consiglio riguardo un esame che dovrei svolgere ma per il quale sono molto preoocupato. Soffro di una colite dovuta probabilmente ad uno stato psicosomatico (forte ansia) che mi porto dietro ormai da 5-6 anni. Il medico ha pochi dubbi ma per togliermi ogni paura ha deciso di consigliarmi una colonscopia. Il problema è che dato il mio stato ansioso vorrei eseguire questo esame in sedazione profonda, ho chiesto al medico di famiglia (specialista in gastroenterologia) qualche delucidazione ma è stato in grado di dirmi solamente che lui è disposto a scrivere sull'impegnativa che desidero la sedazione profonda ma che in realtà devo prima accordarmi con l'ospedale per eseguirla. Ho chiamato l'ospedale ma, nonostante sia una struttura che permette questo tipo di sedazione, mi fanno non pochi problemi e, in definitiva, non riesco a farmi accordare la sedazione profonda. Ho letto però che è un mio diritto richiederla ma non sono sicuro di come procedere per fare in modo che l'ospedale accetti la mia richiesta. Premetto che ho assunto valium per un lungo periodo, fino ad arrivare ad averne un'alta tolleranza, cosa che mi ha fatto decidere, un paio di anni fa, di smetterne la somministrazione, considerando che ne stavo diventando dipendente. purtroppo la mia ansia non mi permetterebbe di eseguire questo esame coscientemente. Vorrei quindi sapere da qualche medico più esperto come procedere per avere il permesso da parte dell'ospedale. E' effettivamente un mio diritto ottenere la sedazione profonda? L'ospedale ha l'obbligo di accordarmela o dipende dalla struttura? Grazie in anticipo per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non tutti i centri di endoscopia eseguono la sedazione profonda.
In caso di non disponibilita' puo' rivolgersi a un' altra struttura che offre tale possibilità.
Se la struttura alla quale si è rivolto esegue l' esame, non vedo il motivo per cui debbano 'farle dei problemi'.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente, concordando con quanto detto dal collega dr Favara vorrei precisare che solitamente la sedazione profonda viene eseguita in regime di solvenza, mentre con il sistema sanitario viene offerta la sedo-aanalgesia mediante cui l'esame risulta poco fastidioso. Non si avventuri senza avere certezze sul tipo di sedazione che l'ospedale propone.

Poichè abbiamo affrontato da poco tale argomento con un altro utente le indico il link del consulto dove potrà approfondire la problematica:

https://www.medicitalia.it/consulti/Gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/354122/Colonscopia


Ci tenga a sua disposizione.

Cordialmente



Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente 304XXX

innanzitutto grazie per le celeri risposte.
L'ospedale al quale mi sono rivolto esegue la sedazione profonda (ne sono certo sia perchè delle persone vicine alla mia famiglia si sono sottoposte a questo esame, sia perchè effettivamente il medico di famiglia me lo ha confermato, dicendo però che va a discrezione dell'ospedale stesso che con i giovani tende a non permettere la sedazione profonda). E' possibile capire il motivo di questo rifiuto?
Inoltre sono abbastanza certo del fatto che la sedazione profonda venga eseguita usufruendo del SSN poichè queste persone vicine alla famiglia lo hanno eseguito senza dover ricorrere al regime di solvenza. Inoltre quando chiamai la prima volta l'ospedale, mi dissero che lo svolgono senza accennare ad una maggiorazione del prezzo. L'unica cosa che mi fecero presente fu che mi sarebbe servita una dichiarazione del medico e che solitamente svolgono l'esame in sedazione profonda soltanto dopo aver effettuato un ''tentativo'' cioè dopo aver capito che sarebbe impossibile eseguire l'esame per la mia ansia. Tutto questo mi crea nuove perplessità poichè sembra che nè l'ospedale nè il medico di famiglia abbiano le idee molto chiare.

In definitiva vorrei capire come muovermi nei confronti di un ospedale che non mi da la possibilità di eseguire un esame per me piuttosto difficile da affrontare pur avendo gli strumenti per fare in modo che io lo possa eseguire senza problemi. Grazie ancora e scusate per le mie innumerevoli domande e perplessità.

[#4] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ha spiegato molto bene la situazione e la posizione dell'ospedale.

In pratica la sedazione profonda viene eseguita con il SSN solo dopo che i medici abbiano accertato personalmente la difficoltà del paziente a sopprtare la colonscopia con la sedazione standard (sedazione cosciente o sedo-analgesia). Oppure a fronte di una dichiarazione del medico di tale necessità per il paziente.

Ciô è in linea con quanto succede in molti ospedali (fra cui il nostro). In pratica la sedazione profonda (che ha un costo che non viene coperto dal SSN) è una scelta del medico e non del paziente. È questo è condivisibile in quanto altrimenti tutti chiederebbero la sedazione profonda quando con la sedazione cosciente (eseguita però in modo corretto e con i farmaci idonei ed indicati dalla linee guida) è possibile eseguire la maggior parte delle colonscopie e solo con un minimo (o assente) fastidio per il paziente.

La sedazione profonda come scelta del paziente viene, ovviamente, garantita in regime di solvenza.

Rimaniamo a sua disposizione.


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it