Utente
Gentili Dottori,
a seguito di una fase influenzata molto forte caratterizzata da due ricadute di forti dolori muscolari e articolari,faringite e tonsillite,febbre e difficoltà a deglutire,sono iniziati dei dolori nella parte superiore della zona destra dell'addome.Il mio medico curante durante la visita mi riscontra un ingrossamento del fegato e quindi mi prescrive un'ecografia di controllo.questo è quanto è emerso:
Il fegato è ai limiti superiori con ecostruttura omogenea e le vie biliari e colecisti sono regolari.Piccolo linfonodo subcentimetrico all'ilo epatico di tipo reattivo.Normali milza,reni pancreas e vescica.
le ultime transaminasi le ho effettuate il 10 marzo e tutto era nella norma, avendo avuto una recente gravidanza(ho un bimbo di 10 mesi) ho effettuato tutti i markers per le epatiti virali, vorrei quindi sapere che cosa è questo linfonodo di tipo reattivo e se è il caso di preoccuparsi anche se già lo sono molto.l'ecografo che mi ha effettuato la visita mi ha detto di stare tranquilla e che secondo lui si è trattato di una forma virale.Spero possiate tranquillizarmi voi nel dettaglio in attesa di portare i risultati dal mio medico curante.
Ringrazio per l'attenzione
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Concordo con quanto le avrebbe riferito l'ecografista.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Mi scuso per il ritardo con cui rispondo ma sono stata a lungo fuori per motivi lavorativi.Volevo informarLa che ho rieseguito alcune analisi fra cui ves,emocromo,creatinina,proteine totali,elettroforesi sieroproteine,transaminasi got e gpt,fosfatasi alcalina,gamma gt,bilirubina frazionata(bilirubina totale 1,09 valori di rif. 0,00-1,00 bilirubina diretta 0,34 mg/dl rif. Inf 0,30 bilirubina indiretta 0,75 mg/dl rif inf 0,50 questi gli unici risultati alterati)per il resto sopra elencato tutto nella norma a parte pcr 1,83 mg/dl rif inf 0,50.Mi é stato poi eseguito un tampone faringeo che ha rilevato uno streptococco.alla luce di questi risultati pensa che dovrei ripetere l eco al fegato per il linfonodo reattivo all ilo epatico o poaso stare tranquilla?La ringrazio di cuore
Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Con i limiti della distanza penso possa tranquillizzarsi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
La ringrazio di nuovo.con i limiti del consulto a distanza come ha suggerito sopra,Lei crede sia oppurtuno ripetere l'ecografia?
Cordiali Saluti

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Penso di no.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Approfitto per l'ultima volta della Sua gentilezza e disponibilitá.mi chiedevo può l'infezione da streptococco aver causato questo linfonodo reattivo all ilo epatico?
Cordiali Saluti

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo ritengo improbabile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Perdoni la mia ansia crescente ma leggendo su internet ho potuto constatare che un linfonodo reattivo all'ilo epatico é spesso associato ad un'infezione da epatite,le analisi epatite c e b le ho eseguite e sono negative io pero ho il terrore di un tumore e non riesco a tranquillizarmi.
Cordiali Saluti

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'idea della neoplasia non ha fondamento,
spero possa trovare serenità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Oggi ho ripetuto l'esame e l'ecografista che non era lo stesso della prima volta pur ricontrollando più e più volte a fondo,non ha trovato traccia del linfonodo reattivo.Adesso che sono molto più tranquilla,vorrei chiedere,in questo caso c'é stato un errore primario o il linfonodo può essersi spontaneamente riassorbito?
Di seguito riporto il risultato dell'eco
Fegato di volume nei limiti della norma,ad ecostruttura omogenea.colecisti normo distesa e priva di calcoli.vie biliari e strutture vascolari loco regionali nei limiti.pancreas visibile in tutte le sue sezioni senza alterazioni ecostrutturali milza e reni regolari.nornale rappreswntazione delle strutture vascolari retroperitoneali.non si evidenziano versamenti.
Grazie per la Sua estrema gentilezza
Cordiali Saluti

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
RItengo che in entrambe le due ipotesi
(non ho elementi per parlare di errore)
lei possa communque tranquillizzarsi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Adesso sono tranquilla.Mi chiedevo solo se fosse possibile per mia curiositá personale che a distanza di due mesi un linfonodo puó rientrare nelle dimensioni originali
Cordiali Saluti

[#13] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Mi scusi se torno a disturbarLa ma avrei bisogno di un altro parere se possibile.A causa di alcune coliche mi sono sottoposta a nuova indagine ecografica.Il linfonodo riscontrato dal primo ecografista é stato appurato trattarsi di un errore nell'interpretazione delle immagini in quanto io molto magra e scambiato per una porzione di fegato(detto dai due seguenti operatori ovviamente)questa volta che speravo non riscontrasse nulla ha rivelato quanto segue: reni di normale volume ed ecostruttura con regolare spessore cortico midollare.a carico del terzo superiore (rene sx)a sede corticale si evidenzia una formazione rotondeggiante di 6mm iperecogena,in prima ipotesi riferibile ad angiomiolipoma.non segni di staso urinaria bilatermente.mi chiedo.come é possibile che un mese fa non fosse visibile?l ecofrafista é sicuro della diagnosi per la componente grassa di colore bianco della formazione e dello stesso parere é l urologo che ha visto le immagini della ecografia.Lei cosa suggerisce?
Cordiali Saluti

[#14]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di rasserenarsi!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it