Utente
Gentile Medicitalia,
Avrei un quesito da porvi.
Nel 1998 mi hanno diagnosticato, dopo 3 anni di diarrea, tramite esami ematici, clisma tenue, biopsie, colonscopia ecc... una flogosi intestinale nel RETTO SIGMA e nel CIECO. Il Gastroenterologo di quel periodo mi disse che era MORBO DI CROHN, quindi la terapia fu ASACOL 800 (6 compresse al dì) e CORTISONE 25mg. Dopo 2 anni di cura sono stato meglio, la diarrea non era presente e i dolori scomparsi.
Purtroppo la Diarrea si è ripresentata, per 8 mesi, nel 2005 dopo una cura antibiotica di 7gg di CHINOPLUS, il gastroenterologo a quel tempo non mi diede nessuna terapia e dopo 8 mesi la diarrea guarì da sola.
Poi sono stato bene fino al 2007 quandosempre per una cura di antibiotico ZITROMAX la diarrea è ricomparsa per altri 6 mesi..anche questa volta diarrea non curata e scomparsa dopo un semestre..
Il periodo di benessere è durato poi fino al 2012 dopo un'altra cura antibiotica (CIPROXIN 2 compresse al gg per 1 mese) DIarrea che persiste tutt'oggi. Il mio nuovo gastroenterologo nel 2012 visto che erano passati mesi e la diarrea non cessava, mi aveva dato asacol 800 (6comp al di) e deltacortene 25mg. Ma ad oggi la diarrea non va via. Così mi ha sottoposto ad esami ematici ( pcr, alfa 1 glicoproteina OK), ecografia, pancreas, fegato (leggermente steatosico) esami delle feci (coprocoltura, parassati ecc), celiachia ecc e naturalmente Gastroscopia e Colonscopia. Questa volta la colonscopia ha dato esito negativo, cioè il colon risulta essere perfettamente sano e privo di flogosi. Il verdetto è stato che non ho il morbo di crohn. Quindi ha interrotto cortisone e asacol.perchè il cortisone mi ha portato una forte osteoporosi e, essendo io FAVICO, crisi emolitiche per via dell'asacol.Ma soprattutto perchè nonostante la cura non ho avuto nessun miglioramento.
Ora mi dice che non sa cosa può essere, e nel mentre il gastroenterologo mi ha fatto fare la calprotectina che è risultata 405. Dice di non preoccuparmi anche se è alta, ma sinceramente oltre a essere molto arrabbiato per via di una falsa diagnosi, e oltre ad essere stato curato con asacol che per i favici è velenonon smetto d'andare diarrea da 2 anni.

Volevo chiedere questo:
1) E' possibile sbagliare diagnosi del crohn anche con biopsia e colonscopia?
2) L'ultima colon eseguita era comunque stata fatta sotto terapia di asacol e cortisone, possono questi medicinali "nascondere" crohn e quindi far apparire il colon sano?
3) ma soprattutto perchè ogni volta che ho eseguito una terapia di antibiotici mi veniva questa diarrea che durava anche 5/8 mesi e dall'ultima cura non si ferma ?

Il Gastroenterologo dice che sono coincidenze, ma in 20 anni le volte che ho avuto diarrea, per mesi, sono state solamente quando ho assunto antibiotici e ora dall'ultima assunzione (un mese di ciproxin 2 volte al di) non sembra più arrestarsi.

Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ha il referto della prima colonscopia che parlava di Crohn ? Da quanto descrive è probabile con non ci sia mai stato un Crohn che non può scomparire così . Nell'ultima colonscopia sono state eseguite delle biopsie ? Il quadro deve essere rivalutato ma con documentazione in mano


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr. Cosentino
il referto della prima colonscopia parla di piccole erosioni aftoidi a livello della valvola ileo-cecale e flogosi a livello del retto sigma.
Le biopsie erano state fatte ed andavano bene. Idem il clisma del tenue eseguito 10gg dopo la colonscopia.
Negli anni successivi quando andavo alle visite di controllo loro mi parlavano chiaramente di morbo di crohn, tantè che mi facevano seguire dal reparto specialistico di malattie IBD e mi rilasciavano una scheda personale con tanto di diagnosi.. Poi verso il 2000 i sintomi sono spariti e anche la diarrea e non hanno ritenuto utile fare ulteriori colonscopie.

La mia paura è che avendo assunto cortisone dal 2012 a oggi l'ultima colon poteva essere "falsata" perchè sia asacol che cortisone potevano, essendo antinfiammatori, nascondere crohn. Ma mi pare di capire che non sia possibile che crohn possa scomparire così.

l'ultima colon eseguita con tanto di biopsie è stata eseguita nel dicembre 2013 e il referto è: Endoscopia eseguita in narcosi fino al cieco. Nessuna lesione ne segni di flosi nei tratti esplorati. Biopsie tutto bene.

Ad oggi ipotizzano IBs, ma allo stesso tempo la calprotectina a 405 al mio medico di base fa pensare ad altro. Secondo lui l'IBS non fa aumentare i valori della calprotectina.

Cordialmente

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

>> Le biopsie erano state fatte ed andavano bene <<

Intende che le prime biopsie erano negative per Crohn ? E nell'ultima colonscopia sono stati eseguiti dei prelievi ?



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Si nella prima colon le biopsie erano negative per crohn. E infatti non mi spiego perchè poi negli anni successivi sono stato etichettato come "crohn"

Nell'ultima colonscopia si sono state effettuate dei prelievi che hanno dato esito negativo di crohn. e infatti il nuovo gastroenterologo mi ha sospeso sia asacol che deltacortene dimettendomi con una lettere dove c'era proprio scritto che Crohn non era presente.

Il problema è che accertatosi del fatto che non fosse crohn, hanno "smesso di cercare" cosa poteva comunque procurarmi questa diarrea quotidiana (nonostante ho un'alimentazione a base di riso, petto di pollo, pesce.. insomma alimenti leggeri e cucinati in modo semplice) dicendomi di interrompere la cura precedente e che la diarrea si sarebbe risolta da sola.

Ad oggi invece ho calprotectina a 405 e scariche di diarrea 4 volte al giorno mangiando in bianco.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A questo punto penserei a qualche intolleranza oppure ad una SIBO, sindrome da sovracrescita batterica intestinale.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta celere dott. Cosentino.

Mi permetto di aggiungere che la prima biopsia dava come risultato quanto segue:

Esame istologico evidenzia note di flogosi.
Negativo per IBD. Dacontrollare successivamente.
Le colon successive erano perfette e le biosie tutte negative.
(non capisco allora il motivo per cui sono stato diagnosticato per crohn) Non ho mai avuto sangue nelle feci, mai febbre, mai pcr alto, mai alfa 1 glicoproteina alta.. ecc

Venerdì il mio medico di famiglia mi ha prescritto la RIFAXIMINA per 10gg 3 compresse al giorno. Questo perchè al momento attuale il mio gastroenterologo si rifiuta di effettuare il Breath Test al Lattulosio e test intolleranze. Secondo il suo parere Sono esami che non porterebbero a nulla. Visto che la diarrea non passa il mio medico curante mi ha prescritto questa cura per vedere se ho un miglioramento e se le feci si possono almeno formare.

Mi scusi la domanda ripetitiva, quindi quando ho fatto l'ultima colonscopia anche se prendevo cortisone e asacol non possono aver fatto scomparire crohn, giusto ?

Grazie per la risposta

Cordialmente

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Concordo con il suo medico che sospetta una SIBO, ma in tal caso la terapia dovrebbe essere di 2 comp. di rifaximina ogni 8 ore x 15 giorni.



Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
La sua prescrizione è stata 1 compressa alle 7 una compresas alle 15 e una alle ore 20 x 10 gg.
Domani eventualmente varierò come da suo consiglio la dose.

La ringrazio pper le informazioni

Le auguro Buona Domenica

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Buona domenica anche a lei e mi aggiorni ....




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Non tarderò a tenerla aggiornata.
Ancora Buona Domenica

Cordialmente

[#11] dopo  
Utente
Salve Dr. Cosentino,
Ho portato a termine la cura di RIFAXIMINA senza molti risultati, traticamente nulli!......
La diarrea non è svanita e nel mentre è arrivato l'esame della calprotectina, che il mio medico mi ha fatto ripetere.
Questa volta il valore è 412. A sentire lui la Sibo o IBs non alzano il valore della calprotectina, quindi è indirizzato a farmi eseguire una nuova colonscopia (la terza nell'arco di 12mesi) per cercare un'eventuale Colite MICROSCOPICA visto che, dagli esami precedenti, sono state escluse Crohn, Colite Ulcerosa, Celiachia, Batteri ecc. e la cura di rifaximina non ha sortito nessun effetto.

Volevo chiederLe oltre a Crohn e Colite Ulcerosa quali altre malattie possono alzare i valori della calprotectina ? La colite Microscopica avrebbe un senso visto che dalla colonscopia precedente il colon appariva privo di flogosi ? Oppure si vede solo tramite esami istologici ?

Grazie



[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Purtroppo la diagnosi della colite microscopia si ottiene solo con le biopsie endoscopiche ....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
Grazie

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla. Si figuri.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it