Possibile appendicite

Buonasera! Soffro di rcu dal 2012, e nell' aprile 2014 sono stato ricoverato per sospetta appendicite, curata con antibiotici e quindi disinfiammata: mi fu detto che la rcu aveva potuto provocare un' infiammazione dell' appendice. Ultimamente, riscontrando sangue nelle feci, ho seguito il trattamento prescritto: oltre all'asacol 800mg (che prendo tre volte al giorno) ho assunto anche il cortisone a dosi decrescenti; di recente ho assunto anche, sotto copertura di asacol, un oki e un efferalgan per emicrania. Da circa due giorni e mezzo ho iniziato ad avere fitte allo stomaco ad intermittenza, e un dolore addominale nella parte destra molto simile, sebbene di intensità inferiore, a quello che ebbi ad aprile 2014; senso di gonfiore, ma non febbre né nausea. Il medico curante mi ha consigliato di assumere ciproxin due volte al giorno per cinque giorni. Temo che possa trattarsi di appendicite dato che ultimamente non ho neppure seguito una dieta del tutto sana, anche se non capisco come la rcu possa avere infiammato l' appendice, avendo io seguito scrupolosamente la cura, giunta tra l' altro alla sua fase conclusiva. È il caso di andare al pronto soccorso? Rischio la peritonite? Ho un po' di difficoltà a deambulare perché sento uno stiramento sulla parte destra, e da oggi pomeriggio qualche difficoltà nella minzione. Vi ringrazio per la disponibilità. In attesa di un Vostro riscontro
Un cordiale saluto
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 67,9k 2,1k 88
Comprendo, ma non é facile dare suggerimenti in questo caso in quanto vi é necessità, per capire, esegure una valutazione diretta. Se il disturbo persiste é bene consultare il suo medico o il pronto soccorso.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test