Utente
Dottori, ho 23 anni. Mi sento abbastanza avvilita perché è dall'anno scorso che sto sempre male. Vado più io a far esami di mia nonna. L'anno scorso mi sono dovuta operare ad un occhio per il cheratocono, prossimamente dovrò fare anche l'altro. Durante la convalescenza mi avevano detto di stare tassativamente a letto e mi sono beccata una contrattura del rachide cervicale. Ho provato cerotti nodol, massoterapia, niente e allora me la tengo. Purtroppo, secondo me lo stress, mi viene la gastrite che é cronica causata dal reflusso di bile. Ho letto approfonditamente l'argomento quindi evito i grassi perché stimolano il fegato a produrre più bile, cerco di stare tranquilla e non arrabbiarmi. Non tocco caffè, te, arance, mandarini, pomodori crudi, bevande gassate e alcol, cioccolata. Insomma mangio come i 90enni. Infatti quando esco coi miei coetanei praticamente non posso toccare nulla di quello che mangiano loro e capirete la situazione frustante. Il gastroenterologo mi ha prescritto esomeprazolo 20 mg per due mesi. Io iniziai a prenderlo per un 20 giorni ho sospeso perché mi sono ammalata era finito e stavo male ad andare dal medico per la ricetta cosi ho sospeso per un due settimane. Dato che la gastrite mi provoca l'acidità, sensazione di calore interno, nausea l'ho ripreso anche perché ora si é aggiunto il dolore al petto, secondo me ho infiammato troppo l'esofago ma vorrei una vostra conferma o parere. Secondo il farmacista devo ricominciare da capo la cura per due mesi se voglio tentare di guarire ma non si guarisce, al che mi sono girate le b. se non si guarisce che cosa lo danno a fare??? Comunque mi fa venire flatulenza e diarrea. Che devo fare? Il mio gastroenterologo non risponde al telefono. Grazie.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive i sintomi sono da reflusso e il reflusso é legato ad un'alterazione anatomica (malfunzionamento del cardias ossia della valvola fra stomaco e colon). Pertanto da reflusso, se di una certa entità, non si guarisce ma può essere controllato dai farmaci IPP. Credo sia utile che lei venga seguita da un gastroenterologo.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore per la sua risposta. Posso chiederle quali sono le cause del malfunzionamento del cardias? Mi hanno detto che potrebbe c'entrare anche il piloro ma nella gastroscopia c'è scritto pervio (non so che significa).

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il cardias può non funzionare per una predisposizione genetica, per obesità (non sarà il suo caso) p, per traumi, malattie del connettivo, ecc.. Il piloro non c'entra.




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Ah ok, perché il mio gastroenterologo diceva che era colpa del piloro se la bile andava nello stomaco. Purtroppo sulla gastroscopia non c'è scritto nulla sul cardias. Il gastroenterologo comunque per questo reflusso biliare mi ha dato solo l'esomeprazolo da 20 mg. A gennaio per 20 giorni lo presi era quello con le compresse rosse. Poi come ho spiegato l'ho purtroppo dovuto interrompere per la febbre e l'impossibilità di andare a prendere dal medico la ricetta per un 14 giorni. Dopodiche ho ricominciato con esomeprazolo eg 20 mg in farmacia mi hanno dato questo (non so perché) che sono compresse piccole di plastica. Purtroppo l'ho preso 4 giorni e mi sono beccata forse un virus intestinale e l'ho sospeso per un 5 giorni perché avevo purtroppo la dissenteria. Martedì ho ricominciato a prenderlo e lo sto prendendo ancora e l'acidità come sempre me la attenua, eruttazioni idem (prima eruttavo davvero in maniera esagerata per tutto anche a digiuno). Solo che sono nati dei dolori addominali al colon o al fianco destro e ho bisogno di andare in bagno spesso e flatulenza. Mi ha detto il farmacista che forse non tollero qualche eccipiente dell'esomeprazolo eg di tornare all'altro. Lei che ne pensa?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
É difficile dirlo, ma potrebbe provare un altro IPP (Pantoprazolo, ecc.) e valutare.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille per la sua risposta. Cercando su internet ho scoperto che probabilmente l'esomeprazolo che assumevo inizialmente era quello ranbaxy. Non capisco perché mi abbiano dato quello. Ora comunque come le dicevo é dallo scorso martedì che sto prendendo quello eg con continuità ho saltato solo un giorno perché nuovamente ho preso il virus intestinale. Ora comunque vorrei continuare ad assumerlo per due mesi come dettomi dal gastroenterologo. Oggi il solo problema è che ho mangiato la pasta integrale con gamberi molto dolci e ho una brutta nausea e leggerissima acidità. Mio padre dice che è perché dopo mangiato sono andata in camera a vedere la tv seduta sul letto quindi non una gran posizione per digerire. Chi ha ragione? Grazie.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Penso sia colpa di quello che ha mangiato....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Quindi non c'entra la posizione? Mio padre mi fa sempre una testa così per questa ragione. Inoltre dopo mangiato mi si alza sempre un po' la temperatura

[#9] dopo  
Utente
Salve Dottore, scusi se la disturbo nuovamente. Purtroppo a causa di un doloraccio che da diversi giorni mi prende al fianco sinistro ho sospeso nuovamente per un paio di giorni l'esomeprazolo. Oggi l'ho ripreso perché ieri sera era reiniziata l'acidità e stamattina è bruttina infatti se mangio qualcosa si fa sentire ma penso sia dovuto al fatto che ieri sera sono andata a cena da dei parenti e mi hanno fatto le polpette al sugo. Però la prima domanda che volevo farle è, posso ogni tanto fare uno strappo alla regola per quanto riguarda l'alimentazione? Se vado fuori a mangiare non posso dire di no a quello che hanno cucinato, quindi come posso destreggiarmi? Io ho una lieve gastrite cronica causata da un lieve reflusso di bile che quando il medico mi fece la gastroscopia disse che probabilmente vista l'età e visto che avevo tutto sano era un problema di nervosismo. Io non capisco come il nervosismo possa avermi fatto venire questa cosa, ma possibile che non si guarisce?

Domani volevo passare dalla farmacia in cui mi avevano dato l'esomeprazolo ranbaxy e farmi dare quello visto che a differenza di questo che prendo ora non mi dava mai problemi. La seconda domanda è, secondo lei che cosa potrebbe essere questo doloraccio non continuo che mi prende al fianco sinistro? A volte si irradia addirittura al rene/schiena.
La ringrazio e le porgo cordiali saluti

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può fare uno strappo alla regola, ma é importante la terapia con l'antisecretivo. Il dolore alla schiena potrebbe anche avere un'origine osteo-muscolare.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Grazie Dottore della risposta. Purtroppo temo sia colpa di questo esomeprazolo eg perché mi è venuta anche la dissenteria oggi oltre a questo doloraccio al fianco. Ma poi è normale che non faccio in tempo a mangiare qualcosa che mi cominciano a venire i crampi e devo andare in bagno oppure ho flatulenza? Ogni tanto mi viene anche un leggero crampo allo stomaco e poi passa, non so da cosa dipenda, secondo lei?
L'esomeprazolo con compresse rosse non mi dava assolutamente problemi. Oggi ho chiamato la farmacia che mi aveva dato questo esomeprazolo compresse rosse e mi ha spiegato che il ssn dispensa diversi tipi di esomeprazolo alle farmacie, il principio attivo è lo stesso, ma cambiano gli eccipienti, evidentemente non tollero gli eccipienti dell'esomeprazolo eg, di tornare a prendere quello dalle compresse rosse.

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Condivido .....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente
Ok! Ho preso appuntamento con il medico di base per domani. Mi faccio fare la ricetta per questo esomeprazolo compresse rosse. Non è da considerarsi la cura fatta finora dottore? Devo ricominciare di nuovo per due mesi?
Comunque questo dolore al fianco sinistro non mi molla. A volte però più leggero lo avverto anche al fianco destro.

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Valuti l'effetto e poi si deciderà la durata della terapia.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it