Utente
Buonasera. I miei problemi sono iniziati circa tre anni fa. Dal nulla ho iniziato ad avere scariche di dissenteria forti e dolori addominali nel quadrante destro, in prossimità dell'ombelico. Dopo un paio di mesi sono iniziati anche forti dolori alla schiena nella zona lombo-sacrale che mi hanno costretto a fare sedute di fisioterapia per riacquistare le normali funzionalità, in più in seguito ad una visita oculistica ho scoperto di avere una forte infiammazione agli occhi. I problemi all'intestino intanto peggioravano fino ad arrivare anche a perdite di sangue durante l'evacuazioni. Sicché ho fatto una colon che ha evidenziato ACCIOTTOLAMENTO DELLA MUCOSA ILEALE, dalla biopsia è risultato presenza di TESSUTO LINFOGRANULOCITARIO ASPECIFICO. Inoltre ho fatto anche una ecografia in cui si evidenziava una distensione dell'ileo. Un gastroenterologo, escludendo anche infezioni batteriche e virali a seguito di risultati negativi delle analisi specifiche, mi ha prescritto una cura a base di antibiotico, flagil e pentacol 800 mg 6 compresse al giorno più dieta. Ho fatto questa cura per 2 mesi circa ma poi ho sospeso perché non avevo fiducia nella diagnosi e nella cura. Dopo due anni mi sono ricoverata per eseguire altre analisi in quanto la situazione continuava a peggiorare e il sangue era giornaliero, nel frattempo prendevo la mesalazina quando proprio stavo male senza seguire una posologia giusta, in più in occasioni in cui ho dovuto prendere il cortisone per altri problemi ho trovato giovamento e le feci erano anche più consistenti. Dalla nuova colon l'acciottolamento non risultava più presente ma l'istologico evidenziava:
ILEO: FRAMMENTI DI MUCOSA ILEALE SEDE DI MODESTO INFILTRATO INFIAMMATORIO PREVALENTEMENTE LINFOMONONUCLEATO
COLON-RANDOM: CRIPTE NORMOCONFORMATE SEDE DI MODESTO INFILTRATO INFIAMMATORIO PREVALENTEMENTE LINFOMONONUCLEATO ASPECIFICO
RETTO: CRIPTE NORMOCONFORMATE SEDE DI EDEMA DELLA LAMINA PROPRIA.
Oltre alla colon ho fatto una risonanza in cui è stato evidenziato un versamento nello scavo del Douglas.
Da notare che gli esami del sangue che potrebbero evidenziare un'infiammazione sono sempre tra valori normali, tranne la ferritina a 10 e le IgA a 52 mg/dl quando dovrebbero essere almeno a 70.
Per ora mi hanno dato nuovamente una cura a base di mesalazina senza darmi una diagnosi certa e consigliandomi di andare da un reumatologo per problemi tuttora frequenti alla schiena.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
la storia deporrebbe per un Crohn non definito nè ancora confermato dall'istologia.

Le consiglio di ascoltare un secondo parere specialistico.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta. Effettivamente mi è stata nominata più volte questo Crohn ma ancora non è stato diagnosticato con sicurezza, come si può fare per arrivare ad una conclusione?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Occorre seguire nel tempo l'evoluzione del quadro clinico,
facendosi assistere da un bravo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta.Ultima domanda poi non la disturbo più. Mi hanno parlato per ora di colite microscopica, può darsi che sia questa anche se l'infiltrato principale è nell'ileo e tutto è partito da lì?

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La colite riguarda il colon e non l'ileo,
altrimenti si parlerebbe di ileite.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Secondo lei devo prendere la mesalazina? La ringrazio per tutto, arrivederci.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Credo possa esserle utile,
ovviamente segua le indicazioni dei colleghi a cui si è affidata.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Salve, scusi se la disturbo nuovamente, ma sono molto preoccupata in quanto nonostante stia assumendo il Daflon ( 6 compresse al giorno) da circa 7 giorni e una pomata Antrolin, per curare il sanguinamento che il gastroenterologo ha attribuito ad emorroidi di secondo grado, oggi ho nuovamente perso sangue dal retto improvvisamente, non in seguito ad evacuazioni, ma solo dolori addominali. E' preoccupante, o possono comunque essere le emorroidi? La ringrazio anticipatamente.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Difficile giudicare online senza visitare.

Se lo specialista
dopo averla visitata accuratamente
ne è convinto
ed in lei riscuote fiducia
c'è da credergli!

Se l'ultima colon non è recentissima,
.... potrebbe porsi l'esigenza di un controllo!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it