x

x

Linfonodo al colletto

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Bongiorno, ho 38 anni, sono alto 1.70 e, attualmente, peso 158 kg. Dall'età dei 17 anni in poi (a 17 anni, pesavo 75 kg) ho cominciato a dare "un'importanza" eccessiva al cibo nel senso che l'ho fatta diventare la mia "ossessione". Da allora, i, ho cominciato una sorta di sali e scendi che mi ha portato, fino ai 24/25 anni ad alternare periodi in cui dimagrivo ad altri in cui, invece, riacquistavo peso, mentre dai 25 anni in su, salvo brevi periodi di qualche mese, è stato un progressivo salire di peso fino ad un massimo di 167 kg. Dai 20 anni in poi, inoltre, ho cominciato a soffrire di depressione di secondo livello per la quale, oggi, assumo psicofarmaci (zoloft + abylify). Una situazione complicata che mi sembrava giusto premettere. Vengo al punto:Siccome nei prossimi giorni mi dovrò sottoporre ad una gastroscopia con endoscopia, sto raccogliendo la documentazione medica pregressa e, riordinando e rileggendo la documentazione da portare al medico mi sono allarmato per il seguente motivo:
all'età 31 anni, nel 2006, mi è stata asportata, causa calcoli, la cistifellea; sono stato sottoposto a "Videolaparocolicistectomia, in pregressa ercp con ablazione di calcoli coledolici". Nello stesso foglio di dimissioni ho trovato scritto che l'esame istologico era in corso... Vado a riprendere il referto dell'esame istologico in oggetto che riporta:

Colecisti di cm 8 x 3.8 con sierosa liscia focalmente iperemica
All'apertura presenza scarsa di bile bruno-giallastra frammista ad alcune formazioni litastiche di colorito gialllastro del diametro variabile da 0.7 a 1 cm; mucosa diffusamente iperemica focalmente con aspetto a fragola.
Si reperisce un linfonodo nel dotto cistico di 1 cm di diametro massimo

DIAGNOSI- Coliciste, cronica, riacutizzata, colesterolosica, litasica.
Linfoadenite cronica reattiva, aspecifica, in un linfonodo del colletto.
Ecco il motivo della mia paura: chi lesse tale referto (medico che eseguì la visita di controllo post operatoria e medico della mutua non mi parlarono e non mi spiegarono nullla in merito al linfonodo segnalato... mi dissero genericamente che dovevo (consiglio inascoltato purtroppo da parte mia) mettermi a dieta...
Aggiungo che, nel 2012 mi sono sottoposto ad un intervento chirurgico per il posizionamento di un palloncino gastrico. Anche in quell'occasione nessuno mi disse nulla...
Ora sono a chiederVi,:
Il colletto è stato asportato insieme alla cistifellea? E' per questo che nessuno mi ha detto nulla in merito alla presenza di linfonodi?
Linfondo significa in automatico tumore?
Cosa mi consigliate di fare per indagare la situazione attuale?

Vi ringrazio sentitamente.

[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
Stia tranquillo,
il linfonodo era di natura reattiva, ovvero infiammatoria.

Consideri come cosa passata la pregressa colecistectomia.

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2015 al 2017
Ex utente
Esimio Dr. Quataro,
La ringrazio sentitamente.
Seguirò scrupolosamente i suoi consigli.
Buona giornata