x

x

Risultati biopsia colonscopia

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve

Vi chiedo un consulto per un problema di salute che mi porto dietro da un anno.
Da marzo 2014 soffro di un dolore sotto al fianco sx che a volte si prolunga fino a dietro alla schiena, questi dolori non sono costanti ma si presentano anche a distanza di giorni e hanno durata di 1/2 giorni e variano di intensità. Nei giorni di dolore acuto non riesco nemmeno a mangiare. Per scoprire la natura di questo dolore ho fatto molti controlli tra cui esami di routine (da cui è emersa una Ves alta, esame che ad oggi risulta ancora alta), eco addominale (negativa), esame delle feci (negativo per batteri), visita chirurgica e appunto per ultima la colonscopia. Gli altri sintomi che accuso sono, come già detto la Ves alta, febbricola costante dai 37° ai 37.3°, feci molle con presenza di muco e ogni tanto di sangue poco abbondante rosso vivo. Inoltre, a dicembre ho avuto un paio di episodi di lipotimia, che il mio medico curante riconduce a dei problemi con l'insulina. Ho eseguito, infatti, l'insulina frazionata ed è emerso che solo l'insulina non è 'rientrata' al termine dell'esame. Per questo problema ho una visita specialistica prenotata per giugno.
Dalle immagini della colonscopia non sono emersi polipi. Oggi ho ritirato il referto istologico e in attesa dello specialista vorrei capirci un po'. Il medico che me l'ha consegnato mi ha semplicemente detto di consultare lo specialista, appunto, e sarà lui a valutare il quadro generale. Ha escluso anche malattie infiammatorie del colon.
Riporto di seguito il referto:

materiale inviato: biopsie a)ileo b)cieco c)traverso e)discendente f)sigma g)retto

a) lembi di mucosa del piccolo intestino con verosimile placca di Peyer.
b-c-d-e-f) lembi superficiali di mucosa del grosso intestino con architettura ghiandolare sostanzialmente conservata, focali aspetti di degenerazione dell'epitelio di superficie (aumento di detriti cellulari, esocitosi), edema diffuso, lieve infiltrato linfoplasmocitario della lamina propria.
g) lembi di mucosa del grosso intestino con architettura ghiandolare sostanzialmente conservata, lieve iperplasia mucipara, edema, lieve infiltrato linfoplasmocitario della lamina propria.

il quadro morfologico in esame non presenta i criteri minimi per la malattia infiammatoria intestinale. Necessita correlazione con i dati clinico - anamnestici.

Grazie
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Con i limiti della distanza penserei a ragadi e colon irritabile
ma le occorre un bravo gastroenterologo che sappia inquadrarla direttamente!

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio