Utente 376XXX
Buonasera.Da 18 mesi ho sempre diarrea, inzialmente feci molli, poi da novembre 2014 dopo aver effettuato colonscopia questa diarrea è peggiorata, 3 scariche al dì ( che riesco a domare solo con il NOrmix) , prima mollicce poi le altre 2 quasi acquose, Da 6mesi faccio cicli di normix, che è l'unica cosa che me la fa passare la diarrea e mi fa passare anche in parte i fastidi e dolori addominali. ormai lo prendo ogni 2settimane e so che è sbagliato ma non so piu come fare.sistematicamente dopo la sospensione del Normix sto benino con meno dolori e feci formate per 1o 2settimane poi ritorna il tutto. in più da novembre la mia frequenza cardiaca, sempre attestatasi a riposo fra i 70 e gli 80, è costantemente sopra i 90 ( tra i 90 e i 100). La diarrea è sempre al mattino a digiuno e prosegue per 2/3 scariche, è sempre preceduta da coliche e crampi che alcune volte si placano con l'evacuazione,altre no.Quando invece ho feci formate molto spesso dopo l'evacuazione compaiono fastidi addominali, come un gonfiore per non aver espulso il tutto. Dopo mangiato ho sempre crampi al basso ventre ( anche quando non ho diarrea). Da 7 mesi inoltre ho sempre anche a diguno peso allo stomaco e ultimamente anche dolore alle scapole, dolore a metà schena,tachicardia, oppressione al torace,respiro corto,affanno meno appetito.bruciori alla parte alta e al centro della schiena. Non so dirvi quanti medici ho visto.. Rischio persino il licenziamento perchè questi malanni mi stanno portando ad assentarmi spesso dal lavoro. Ho effettuato vari esami: eco addome negativa, Colonscopia condotta fino al cieco ( non è stato visionato l'ileo) con pulizia intestinale non perfetta che rileva solo lieve infiammazione aspecifica ( effettuata biopsia). Gastroscopia che segnala patologie che ho da anni che che curo con lucen 40mg ( prima aveva un buon esito la cura, oggi non più, anche provando altri IPP): lieve esofagite, beanza del cardias, ernia iatale, lieve gastrite antrale. effettuate biopsie segnalano villi modicamente distorti infiammazione del duodeno e incremento notevole dell'esocitosi linfocitaria. Allora mi sono rivolta a una professoressa esperta in celiachia che ha escluso la celiachia( analisi di laboratorio negative). mi rivolgo a un internista che ritiene possa essere una malattia autoimmune che crea malassorbimento ( ho perso anche anche qualche chilo, ma non so se dipende dall' alimentazione piu scarna) Da anni ho la ferritina a 6/8 e nessuno ha saputo dirmi perchè (non ho cicli abbondanti).e sono costretta periodicamente a fare una terapia marziale di ferro. Anche adesso dovrei farla ma appena provo a prendere ferro il mio stomaco mi fa male in una maniera atroce. Vitamina b 12 nella norma, Lieve carenza di folati. Mi hanno fatto effettuare vari esami ANA ENA AMA ASCA BETAGLOBULINE LDH TUTTI NEGATIVI. sI è SOSPETTATO UN tumore neurondecrino effettuati cromogranina a e gastrina valori nella norma.Analisi di laboratorio tutte nella norma ( amilasi lipasi bilirubina gamma gt creatinina azotemia quadro proteico elettroliti etc). La ves lievemente alterata, ma sembra per un problema dentale. Effettuati ecg e ecocardio negativi. Il latte non mi crea problemi. Ho avuto anche disturbi della visioone ( non vedevo bene come se qualcuno mi schiacciasse gli occhi) e lampi davanti agli occhi. Ora il mio medico mi dice proviamo a fare una tac addome e un tenue seriato. A me sembra di sparare nel mucchio. Sono sempre più debole e stanca.Io le ho pensate tutte. Un tumore al pancreas? all'intestino tenue? una colite microscopica? ho effettuato anche F3 f4 e tsh valori nella norma. Temo di perdere il lavoro, temo di non riuscire ad avere una diagnosi. per me forse la chiave è quella biopsia del duodeno ma nessuno mi dice come posso risolvere. il mo medico di famiglia ritiene non si tratti di patologia funzionale, e propende per una causa organica e il fatto che abbia richiesto una tac mi ha atterrito. anche a me spaventa motlo questo senso di rapido riempimento dello stomaco e la nausea seppur leggiera, oltre la diarrea. sono una persona molto tranquilla e poco ansiosa, sono semplicemente stanca di non sapere come curarmi e cosa curare. Il fatto che solo il normix mi faccia effetto può significare qualcosa? spero mi rispondiate, la qualita della mia vita si è notevolemtne deteriorata in questi quasi 2 anni. aggiungo che il mio viso è cambiato, insomma il mio aspetto mi sembra cambiato soprattutto nel volto, scavato, con occhiaie profonde, molti amici mi hanno chiesto cos'avessi e questo mi preoccupa notevolmente perchè ho un aspetto malato, come se avessi un cancro. di chili ne ho persi 3 o 4, poi ne ho rimesso 1 in questo mese, ma appena ho attacchi di diarrea li perdo di nuovo... non so più quali esami fare e a chi rivolgermi.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Cara signora,
la reiterata negatività delle indagini e la cronicità del fenomeno
rende molto robusta l'ipotesi del Colon Irritabile.

Penso che occorra solo un gastroenterologo con le idee chiare per gestire la situazione.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 376XXX

La ringrazio moltissimo dottore, Ma io ho dolori davvero forti, e mi fa male anche la schiena, anche le scapole dopo mangiato, ho tachicardia fissa dalla mattina alla sera da quasi un anno, ho respiro corto e mi sembra anche che la pasta in particolare mi dia particolarmente dolore e pesantezza al basso ventre ma spesso anche allo stomaco. POI i dolori diventano forti appena vado a dormire e mi stendo.allora mi vengono crampi forti al basso ventre. ho peso allo stomaco dalla mattina alla sera.Il io medico di base parla di pensare all'eventualita di malattie serie, mi ha detto di fare una tac addominale e un tenue seriato. inoltre non è convinto che la mia colonscopia sia stata eseguita correttamente in quanto la pulizia intestinale non era ottimale e che la biopsia è stata esuguita solo al sigma. secondo il suo parere sarebbe stato opportuno innnanzitutto che la colon fosse eseguita fino all'ileo e non fino al cieco come è stato fatto a me e che fossero state eseguite non solo una biopsia al sigma ma anche nelle altre parti del colon. lei che ne pensa? inoltre vorrei chiederle un altro paio di cose su dubbi che mi assillano. innanzitutto se fino a novembre (a parte un breve periodo a marzo di feci liquide 3 volte al di per 4 giorni) la mia diarrea era semplicemente una scarica al giorno molle (solo raramente 2), in piu si trattava solo di feci molli perlo piu formate ma molli, dopo la colonscopia la mia diarrea si e notevolmente aggravata con 3 scarcihe anche liquide e molto piu frequenti. inoltre prima le feci molli passavano da sole, dopo la colonscopia solo con il normix. il selg esse puo provocare tutto ciò? a me non sembra un caso. come se avessi preso dei batteri non so... non so spiegarglielo ma credo capirà. inoltre pur avendo bevuto 4litri di selg piu altri 3 litri di liquidi e aver seguito una dieta priva di scorie per 7 giorni erano presenti ancora feci, ho continuato ad emettere feci liquide e semiliquide marroni anche10minuti prima della colon. le spiego_ho bevuto il selg dale 15 alle 21 di sera e le feci erano ormai chiare come l'urina fino all'una di notte, poi al mattino erano di nuovo marroni..questo mi ha fatto capire che malgrado la diarrea continua probabimente ho dei ristagni fecali continui nel mio intestino, che ne pensa? scusi se faccio tante domande, ma mi sono rivolta a 5 medici diversi, tutti fanno spallucce dandomi debridat, a me non fa nulla questo debridat (oltrettto non serve alla diarrea giusto? mi sembra sia solo un antispastico) e mi sento davvero scarsamente considerata, non so piu come affrontare le cose, ho un lavoro che non mi permette di stare così male, se lei mi desse un consiglio e rispondesse ai miei quesiti gliene sarei grata. grazie e buona domenica

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Con i limiti della distanza
non concordo con i timori del suo curante
che hanno il solo effetto di farle aumentare a dismisura la sua ansia.


Le rinnovo il mio pensiero che risponde a tutti i suoi quesiti:

si tratta molto semplicemente di un colon irittabile
la cui cura non è semplicissima
e pertanto dev'essere trattato da un gastroenterologo esperto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 376XXX

Dottore, il mio medico parla anche sulla base del mio aspetto. sono dimagrita e faccio impressione. per quanto riguarda il gastroenterologo ci sono stata...da 4medici diversi. mi danno debridat duspatal, che non risolvono nulla e non mi danno mai nulla per la diarrea, sto perdendo peso e non so piu che fare.inoltre ho meno appetito, sempr eun mattone allo stomaco, non riesco piu a nutrirmi
riguardo cio che le dicevo sul post colonscopia ovvero
<se fino a novembre (a parte un breve periodo a marzo di feci liquide 3 volte al di per 4 giorni) la mia diarrea era semplicemente una scarica al giorno molle (solo raramente 2), in piu si trattava solo di feci molli perlo piu formate ma molli, dopo la colonscopia la mia diarrea si e notevolmente aggravata con 3 scarcihe anche liquide e molto piu frequenti. inoltre prima le feci molli passavano da sole, dopo la colonscopia solo con il normix. il selg esse puo provocare tutto ciò? a me non sembra un caso. come se avessi preso dei batteri non so...> non puo essere un caso io stavo molto molto meglio e gestivo il tutto senza farmaci da 3gg dopo la colonscopia la mia vita è diventata un inferno...

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Cara signora,
il dimagrimento può essere legato ad un ridotto apporto,

continuo a non rilevare altri validi sospetti,

il mio consiglio è di curare bene il colon irritabile
(le ripeto che non è banale come spesso si pensa)
ma ancor più ... e moltissimo ... l'aspetto psicologico,
laddove forse il suo curante non dovesse darle il giusto supporto
deve ricorrere anche in tal senso in ambito specialistico.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 376XXX

Va bene dottore, Fra una settimana ho appuntamento con il primo gastroenterologo da cui mi sono recata ormai piu di anno fa e spieghero tutto. sul fatto dell dimagrimento il fatto è che io non ho fame, mangio 2bocconi e mi sazio, e questo mi fa davvero paura. ho un rapido riempimento dello stomaco e mi sento sempre stomacata. eè questo l'aspetto che preoccupa il mio curante piu di tutti.Ma riguardo il selg esso non può aver contribuito ad aumenttare la sintomatologia? sono chiaramente ignorante in materia . e possibile che il selg possa scatenare che ne so una infezione intestinale o roba del genere? costridriun difficile o altro? o magari gli IPP. grazie ancora, leggo spesso le sue risposte, vedo la sua alta preparazione e gentilezza e perciò mi spingo a chiedere qualcosa in piu. cerchi di capirmi,

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il lassativo non ha alcun ruolo,
in questo caso è in gioco l'aspetto squisitamente psicologico!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 376XXX

Dottore, mi rendo conto che lo stress possa giocare stati d'animo di sofferenza, ma io mi conosco troppo bene e sono certa che non si tratti di un disturbo di natura psicologica. non ne ha nessuna caratteristica.stasera a una cena fra amici mi hanno fatto delle foto, le ho confrontate con foto di 9 mesi fa e sembro un'altra persona. il viso completamente cambiato, il collo rinsecchito, la gamba magrissima.anche se il mio stomaco si riempie subito io comunque mi sforzo e mangio come prima, ho solo eliminato i dolci e non credo che eliminando solo i dolci una persona possa assumere un aspetto da malata terminale che io ho in questo momento.il mio medico curante, di solito molto leggero e abbastanza superficiale per quanto preparato, questa volta è rimasto egli stesso impressionato dal mio viso.un internista a cui mi sono rivolta mi ha diagnosticato MALASSORBIMENTO DI ORIGINE SCONOSCIUTA,e mi ha fatto fare delle indagini in tal senso.ha parlato di malassorbimento non sulla base del dimagrimento ma della ves alterata e soprattutto della ferritina a 6, dei folati bassi, della biopsia duodenale.mi conosco molto bene per sapere che non sono un tipo suggestionabile e so con certezza che c'è qualcosa che non va nel mio corpo.non si diventa uno scheletro solo per aver eliminato dalla dieta qualche merendina a cioccolato...soprattutto l'internista è rimasto colpito dalla frequenza cardiaca, ritiene che una frequenza cardiaca costantemente sopra i 90( da molti mesi 8o 9 e non si abbassa MAi...mai si è abbassata in 8 mesi) insieme alla stanchezza che io sento possa essere indice di malassorbimento. mi ha anche prospettato scenari poco rassicuranti a dire il vero, ha parlato anche tra le altre cose di tumori neuroendocrini. qualche volta infatti ho anche delle strie rosse sulle braccia e sul torace e unpaio di volti anche rossori al petto che scompaiono dopo poco, questi fenomenti si sono verificati poche volte ma anche per questo mi ha fatto effettuare cromogranina A e gastrina che sono risultate negative, ma mi ha detto che devo effettuare per completezza anche l'acido idrossalacetico,sulle urine, ma per farlo devo interrompere un integratore di melatonina e triptofano che prendo da qualche mese ma non ho capito bene però per quanti giorni bisogna sospendere il triptofano per evitare falsi positivi, lei saprebbe indicarmelo?

[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Cara signora,
penso che siamo giunti ad un avvitamento su se stesso del consulto.

Naturalmente non posso che giudicare online,
con il grave handicap dell'assenza di visita.

A questo punto, nel doveroso rispetto delle posizioni altrui,
e naturalmente delle mie,
la esorto a condividere il percorso tracciato con il suo specialista,

percorso a me evidentemente non chiaro per quanto rilevato nel dipanarsi del consulto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 376XXX

Certo dottore, ha ragione, infatti piu che altro volevo un parere da lei su queste scariche diarroiche e sulla tachicardia, cioè volevo sapere se lei avesse delle proposte dignostiche..cioè se lei sapesse indicarmi quale malattia potesse dare determinati sintomi. il fatto è questo i due gastroenterologi a cui mi sono rivolta a marzo 2014 e a ottobre sempre 2014 hanno parlato di colon irritabili ma i sintomi non erano cosi forti. la prima cura datami dal gastroenterologo ( normix per una settimana, poi duspatal per 40gg e reuterin per 1mese mi sembra) insieme a un'alimentazione meno pasticciata ha dato un piccolo esito infatti per quasi 3 mesi ho avuto defecazioni normali, nessuna diarrea e grande regolarità, tuttavia il primo mese persistevano frequentemente crampi e borborigmi addominali che sono passati poi nel successivo mese. stavo bene e ho mangiato qualcosa di piu grasso: a giugno dunque nuove scariche diarroiche, a lugluo di nuovo benessere, agosto anche, ache se avevo qulahce scarica di feci molli per 4 5 volte al mese ( ma solo una votla al dì) e spesso se mangiavo il giorno prima qualcosa di dolce. ad agosto dopo una abbuffata il primo settembre feci molli sottili ( ma sempre una scarica al di), dimagrimento poco, giusto 1o 2 chili quando ho ridotto dolci e dolcetti.creedevo a quel punto all'ipotesi del colon irritabile e per mesi fra sett e nov ( FINO ALLA colonscopia) ho alternato feci normali a feci per lo piu molli, ogni tanto avevo problemi gastrici ma soffor da anni di ernia iatale,lieve gastrite e reflusso quindi pensavo fosse quello. poi a novembre il battito catrdaco si innalza inesorabilmente,poi faccio la colonscopia e da allora ho cominciato a stare male sempre tutti i gironi e i sintomi si sono aggravati sia intermini di diarrea che peso allo stomaco etc etc.per esempio mi sveglio sempre con bocca che mi brucia, un bocca di fuoco e leggero peso allo stomaco.e ho perso altri 2chili/2 chili e mezzo. ne ho ripreso uno il mese scorso ma appena ritorna la diarrea ( cioe dopo che interrompo il normix) lo perdo di nuovo.allora dopo mesi di sofferenza mi sono recata prima da un internista che mi ha parlato anche di tumore neuroendocrini ( anche se poi è stato sollevato dallla cromogranina molto bassa, idem per la gastrina) e tante altre cose. leggendo la biopsia ha parlato di lieve malassorbimento allo stato inziale di roridine sconosciuta, ha fatto fare numerose analisi per malattie autoimmuni ( ana ema ena asca) tutte negative, ha fatto effettuare betaglobuline e ldh valori nella norma etc etc.mi ha fatto rieffettuare una eco addome completa e anche questa e risultata negativa. l'unica cosa segnalta dall'ecografista e stata: lei ha un'ernia iatale? dalla eco si evicne solo la rpesenza di quella. ritorno dall'internista chemi ha detto queste biopsie al duodendo con aumentata linfocitosi spesso segnalano una malattia autoimmune, allora mi sono recata da una gastroenterologa esperta in celiachia e mi h adetto NON HAI ASSOLUTAMENTE NULLA! non ha voluto darmi altre analisi,allora giustamente ( credo sia logico no?) le ho chiesto una cura, ho detto dottoressa allora proviamo un'altra cura visto he io sto male e come affronto cosi la vita? il mio lavoro,una vita normale. elei ha risposto:e che posso mai darti? e io:e quando ho la diarrea che faccio? non posso assentarmi sempre dal lavroro e la sua risposta mi ha lasciato socncertat perche mi ha detto che BEH LA DIARREA TE LA TIENI.ora capisco tutto,ma una docente universitaria con fama in tutta italia come può risponderti una cretinata del genere? ha detto che secondo lei non sono cosi magra e che il volto è scavato per la paura.ok, dottore, ma almeno una cura voleva darmela? quindi ritorno dall ineternista che mi dice facciamo solo a titolo di completezza acido idrossalacetico sulle urine e il medico di base mi ha detto potremmo fare una tac addome e un tenue seriato.che dovrei prenotare fra 2 3 giorni.nel frattempo ho riprenotato dal primo gastroenterologo e dovro andare fra pochi giorni. insomma, a me sembra che i medici a cui mi rivolgo vaghino nel buio peggio di me, con la differenza che loro sono laureati in medicina e io in storia dell'arte!lei dall'esterno cosa ne pensa? capisco che non puo esprimersi, ma è giusto per avere un parere dottore.credo che lei si renda conto che malattia seria o no, la situazione stia diventando frustrante. anche se per grazia del Signore mi dicessero che non ho nulla di serio dovrei comunque trovare una soluzione tampone,non è che posso continuare a stare sempre male, ho un bambino piccolo, un lavoro complicato, insomma una vita...come tutti. grazie mille per la sua squisita disponibilità

[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
... non sempre chi diventa docente universitario
è davvero il più bravo
o
è il più sensibile nel rapporto con il paziente.

Detto questo,
mi spiace doverle ripetere
che, con i limiti della distanza, penso quanto le ho scritto in replica #1.

Nel salutarla cordialmente
le faccio i miei migliori auguri per tutto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 376XXX

Dottore, mi auguro davvero che sia come lei dice, sperando di trovare un medico che riesca a darmi una cura che dia qualche risultato duraturo. La aggiornerò, se non disturbo, quando avrò qualche esito di esami o, spero, ancor meglio una nuova cura che mi dia qualche risultato. Grazie ancora e buona serata