x

x

Inappetenza cronica

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve, ho 31 anni e da circa 2 mesi circa ho dei disturbi allo stomaco, i disturbi principali sono un leggero bruciore all'altezza dello stomaco, e sotto le ultime costole, il bruciore è lieve e si presenta in genere lontano dai pasti, proprio nel momento in cui dovrebbe venirmi l'appetito, e non mi viene più da un po di tempo ormai...già al mattino mi alzo come se avessi già lo stomaco pieno, a volte invece mi sveglio con crampi alla pancia, comincio a fare un sacco di aria e vado a diarrea, ho sempre fatto abbondanti colazioni e mangiato regolarmente anche 5-6 volte nell'arco della giornata, tra l'altro sono molto attento all'alimentazione, sono stato dal mio medico, il quale mi ha prescritto peridon per 10 gg, perchè inizialmente avevo anche un po di nausea (sempre lontano dai pasti), la cura non ha fatto effetto, successivamente vado a visita da un altro medico, il quale mi dice che avevo molta aria nello stomaco, mi prescrive levobren e simectrin 10gg, nulla...infine vado da un gastroenterologo che mi visita nuovamente, fegato e milza nella norma, mi prescrive delle analisi del sangue, emocromo e anticorpi anti Helycobacter pylori, tutto negativo, emocromo perfetto..la cura che mi da è lansoprazolo, decron bustine, e digerent polifarma (trimebutina maleato) 150mg prima dei pasti principali...nemmeno questa cura però sembra fare effetto...viste le analisi mi ha detto che probabilmente i disturbi sono di natura ansiogena, può essere dato che non sto attraversando proprio un bel periodo? ha detto che volendo potrei prendere valpinax, mezza compressa la mattina e mezza la sera...ho paura che possa crearmi dipendenza, ma continuo a mangiare poco...e soprattutto devo sforzarmi per farlo! non so cosa fare, mi ha sconsigliato di fare la gastroscopia, perchè date le analisi non ci sono i presupposti...ringrazio per le evenutali risposte!
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Si tratta di disturbi aspecifici, ma si potrebbe giovare del farmaco prescritto. In caso di inefficacia eseguirei la gastroscopia.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio