Utente
Salve, sono un uomo di 36 anni, gia' sofferente di colon irritabile ( avevo gia' richiesto un consulto oltre un anno fa' ) da circa 1 anno e mezzo....dopo la colon scopia del 2013 non ho piu' avuto problemi fino ai primi di maggio....in realta' inizia tutto con un influenza che si protrae da l 20 aprile e dura una settimana, dopodiche' iniziano alterazioni dell alvo, per un paio di giorni con muco...
Non do ' molto peso, ma a partire dal 1 maggio inizio a sentire gonfiori all addome molto fastidiosi e onnipresenti...inizio pure a perdere appetito, e da quel giorno praticamente faro' solo un pasto giornaliero, sentendomi quasi sempre sazio gia' dalla mattina ...i gonfiori continuano e a volta insoportabili, quindi vado dal curante che alla visita non vede nula di preoccupante. Vado dal gastroenterologo che dopo anamnesi e visita mi prescrive eco addome in toto ( fatta ieri tutta negativa) , nonostante riferisco che continuo ad avere gonfiori lersistenti e zero fame ( quello,che mi preoccupa di piu' ) , decide di temporeggiare e aspettare qualche giorno .....

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Quale la domanda?

Ad ogni modo ritengo che lei soffra di aerofagia, ingoiare aria in eccesso, tipica degli ansiosi.
Fenomeno che spesso si accompagna al colon irritabile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie, avevo scritto la seconda parte del messaggio ma non potevo mandarla nello stesso giorno...
sicuramente soffro d ansia ( anche se mai diagnosticata) , e mi promettero ' di affrontare il problema appena possibile ( riconosco che due precedenti tumori hanno lasciato il segno nel mio " spirito" ) ...
Comunque tornando ad ora, il problema e' quella dell inappetenza prolungata del senso di pesantezza , e ora anche alcuni bruciori occasionali alla bocca dello stomaco .
Come ho riferito al gastroe. che mi segue , rigurgiti e " sfiati" , erutazioni tipiche del rigurgito li ho sempre avuti da anni, anche se mai acidi e non mi hanno mai provocato troppi problemi, ma ora , associati a questi sintomi mi spaventano..( la sorella di mia madre tra l altro e' morta proprio di k esofageo) ..1).secondo lei ritiene utile fare subito una gastroscopia? Purtroppo chi mi segue tende a temporeggiare .2) l rx addome superiore e petto puo' dare indicazioni o sospetti?
Per comlpetzza aggiungo che nella giornata di ieri mi sono recato al p.s. ( mi spiace utilizzare tali presidi ma ero in panico) perche' i dolori addominali erano proprio insopportabili, e li' mi hanno visitato , fatto le analisi del sangue ( perfette per quel che possano valere i valori di routine) e l ecografia addome in toto.
Grazie se vorra' rispondere.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Oltre all'aerofagia,
i sintomi lamentati sono legati al reflusso,
la gastroscopia potrebbe servire a tranquillizzarla visto che l'ansia le peggiora ineluttabilmente il quadro.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta...provvedero' appena possibile..

[#5] dopo  
Utente
Scusi se disturbo ancora..per facilitare l assunzione di nutrienti, dato lo scarso appetito e l inevitabile persita peso, possono essere utili l assunzione di preparati in polvere gainer? Cioe' proteine ( ci sono puro di soia) e carboidrati ? Pensavo comunque a leggere integrazioni di circa 100gr die
30 g prot., 40 carbo e 40 grassi lontano dal pasto principale ( pasto perche' ormai di vero pasto riesco a farne uno) . Grazie

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Credo che non le servano è che l'inappetenza abbia origine ansiogena.
... ovviamente occorre valutare con visita diretta.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
Grazie della risposta , mi chiedevo soltanto se chi soffre dei miei disturbi" organici" ( non quelli ansiogeni) possa peggiorare in seguiro ad assunzione di tali integratori che , in teoria, essendo in polvere dovrebbero esser forse piu' assimilabili e dar meno peso al mio stomaco ...
Buona serata.

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La "polvere" non c'entra nulla,
ha importanza il contenuto
che, riguardo a quanto da lei citato,
non ha alcuna potenzialità patogena.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
Grazie, sempre molto disponibile.

[#10] dopo  
Utente
Gentile dott. Quatraro, volevo aggiornala sulla situazione....ho fatto la gastro, dalla quale macroscopicamemte non si evince nulla di particolare, ( sono in attesa delle biopsie) i problemi di acidita' e reflusso si sono molto attenuati e, devo dire pure quelli addominali anche se non scomparsi. Infatti se prima mi tormentavano quasi h24, ora riesco a mangiare un po' di piu' e si ripresentano in modo piu' fastidioso sopratutto al mattino e se dormo poco durando un paio d ore .
( sto parlando dei gonfiori e la durezza palpabile sopra l ombelico, a sinistra e dx , credo quindi si tratti del colon) . Oggi sono riuscito a evacuare dopo tre giorni di stipsi, un bozzo quasi regolare, marrone poltaceoo, pero' all inizio, per i primi 5-6 cm presentava la classica forma a treccia con qualche filetto di muco ( e qui nulla di nuovo) , ma ho visto pure una chiazzetta di liquido giallino/verdino quasi fosforescente che mi pare fosse pus, anche perche' non era gommoso come i filetti di muco ma piu' liquido.
Ora il mio gastroenterologo e' in ferie fino a dine mese, domani andro' dal curante ma vorrei un consiglio sul prossimo step da fare da uno specialista.
ritiene utile analisi feci comlpete e sangue? Si avrebbe da questi esiti un sopsetto per infezione batterica o piccolo ascesso da cui viene questo pus? Non avrei pure febbere o altri malesseri a parte i gonfiori e dolore addominale?
Nel caso , si possono curare con antibiotici mirati o bisogna sempre fare una colonsxopia o intervento endoscopico chirurgico? I
Scusi la lungaggine ma questa situazione mi sta debilitando molto
Buona serata

[#11] dopo  
Utente
P.s. ..volevo ricordare che l ultima colonsxopia ( negativa) la feci a ottobre 2013
Grazie

[#12]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Penso che non vi siano interventi urgenti da effettuare.
Attenda con pazienza e serenità la visita dello specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#13] dopo  
Utente
La ringrazio buona serata..

[#14] dopo  
Utente
Buonasera a tutti i dottori...vorrei aggiornare la mia situazione ..i disturbi " soggettivi" sono nettamente migliorati, ossia riesco a fare 2 pasti completi, una colazione leggera e spuntino, pero' rimangano altri " oggettivi " che mi preoccupano...il peso perso ( circa 5-6 kg ) in questi quasi tre mesi, non l ho piu' incrementatto, sebbene ammetto di aver tolto completamnete dolci, fritti, latticini e aver ridotto ad un terzo l assunzione settimanale di pasta e pane , oltre alla briosxhe " mattutina" ...
Anche la defecazione e' migliorata nella xinsistenza e regolarita' sebbene a volte , soprattutto quando non evacuo da due giorni, trovo del muco sxuro tipo caramenllo sulle feci, nel tratto iniziale , e a volte pure nella " coda" ....sinceramente non riesco a capire se sia colorato da sangue o cosa, anche. Perche' sulla carta igienica, una volta " adagiato" e separato non lascia aloni rossi...boh
Nel frattempo ho fatto esami ematochimici per il follow up del linfoma , tutti perfetti, e ho fatto aggiungere il cea e ca 19 che son rimasti uguali e identici ai valori di 2 anni orsono ( stesso laboratorio) .
Tra due settimane dovro' tornare dal G.E. , ma vorrei farvi una domanda sulla quale i precedenti dottori che mi hanno esaminato son rimasti convinti dell inutilita' di una nuova colon ...
Considerando sintomi, eta' , e una precedente colon fatta un anno e mezzo fa , ( negativa se non colite aspecifica) , sarebbe il caso di indagare il tratto del tenue?
Lo so che in medicina 2+2 non fa' mai 4 , ma i G.e. Visitati dicono che e' quasi inpossibile che in cosi' poco tempo dall ultima colon si possa esser sviluppato qualcosa di maligno che dia tra l altro sintomi cosi' evidenti da subito...ch ene pensate?
Buonasera.

[#15] dopo  
Utente
Scusate ma sono in po' preoccupato....oggi ho nuovamente trovato delle striature color marmellata di ciliegia, non so' piu' che pensare....