Utente
Salve egregi medici,
Vado subito ad esporre il problema che mi affligge terribilmente. Ho 27 anni e da 8 soffro di reflusso biliare, diagnosticato con ben due gastroscopie, le quali rivelavano anche una gastrite antrale. Da allora prendo Omeprazolo 40mg al mattino (è sbagliato, lo so, ma era l'unica cosa in grado di contenere i dolori. Se lo scordo un giorno, sono dolori atroci), ma da un mesetto vivo un autentico calvario. Il farmaco non fa più effetto, ho anche assunto su consiglio medico prima Gaviscon e poi Gerd Off, ma la situazione è davvero brutta. Come sintomi ho un forte "buco" allo stomaco come se avessi molta fame, ma purtroppo esso rimane anche dopo un bel pranzo. Avverto anche l'acqua che "si muove" nello stomaco appena mi muovo io, proprio un classico glu-glu e se pigio lo stomaco in questi frangenti sembra un naufragio, fastidiosissimo..questo fenomeno scompare quasi del tutto se erutto. Sotto lo sterno è presente un gonfiore vistoso, come se lo stomaco stesse per esplodere, fa paura. Ho anche dolore in corrispondenza dell'ultima costola destra, proprio su di essa fino al centro dell'addome; inoltre il reflusso che prima "bruciava" la gola, ora è quasi dolciastro, come fosse acqua. Aggiungo anche che da un po' di tempo (forse poco meno di un anno) vado in bagno a defecare ogni 3-4 giorni con feci caprine, appicicaticce e unte di muco giallognolo-marroncino. Il medico mi ha già prescritto gastroscopia e appuntamento con il gastroenterologo, mentre per la colonscopia non ce la fa proprio a convincermi. Io penso a un cancro dato che nessun farmaco ha effetti positivi sui sintomi, anche se spero tanto sia lo stress. I sintomi da me descritti possono essere gastrite e colon irritabile o sono esclusi data la gravità della situazione?
Come posso placare i sintomi e magari come riuscire a defecare normalmente?
Il sogno di qualcuno a 26 anni dovrebbe essere sentimentale, lavorativo, ambizioso...il mio è riuscire ad avere una buona consistenza delle feci, perché così non mi sento mai svuotato.


Dimenticavo: sia mio zio, medico, che il mio medico di base sospettano celiachia data anche la mia eccessiva magrezza e il mio peso immutato da ben 15 anni. (54kg x 1.76) Da quello che ho letto però, sono ben pochi i sintomi che corrispondono..o no? Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessun cancro ma ... reflusso+aerofagia+colon irritabile+tanta ansia!

Si affidi al suo gastroenterologo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta Dr. Quatraro. Come i colleghi, anche Lei pensa sia meglio indagare anche la celiachia?

Cordialmente

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le mie ipotesi le ho trascritte
rispetto anche quelle di altri.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Buonasera, vi scrivo per informarvi che martedì sono andato da un gastroenterologo che ha optato per il ricovero. Ho fatto molti esami, tra cui ecografie, gastroscopia e prelievi ogni dì. La gastroscopia diceva: esofagite erosiva, reflusso biliare e lieve beanza cardiale. Alle analisi del sangue invece Vitamina B12 222 su valori 234-330 e folati 2.1 su valori 3.0- 4.9 se non erro. Volevano fare anche la colonscopia ma non essendo pronto psicologico ho rifiutato l'esame e ho firmato le dimissioni, attendendo le biopsie gastriche e duodenali tra una ventina di giorni per la celiachia. Ecografia tutto ok, quella intestinale anche, tranne un "eccessivo e diffuso meteorismo". Il problema è che al momento delle dimissioni, mi è stato prescritto oltre ai folati, la stessa terapia per la gastrite, ossia pantopan e gerd off che come detto, non davano risultati. Come procedo? Grazie.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve far presente al suo prescrittore l'inefficacia da lei rilevata della terapia (già assunta)
e concordare insieme una nuova strategia terapeutica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Dottore, io gliel'ho fatta presente, ma lei dice che al massimo potrei provare un Riopan ma che comunque la cura per la mia malattia è quella. Tutt'al più dice di prendere un integratore di acido butirrico (Ho scritto bene?) per l'infiammazione al colon. Ammetto di essere in difficoltà

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'unica alternativa è consultare un altro specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Mi scusi se la disturbo ancora dottore, ma lei vede qualche problema grave considerata anche la carenza delle vitamine su citate? Dopo la gastro ho problemi diffusi al petto e alle scapole, difficoltà nei movimenti e stanchezza immotivata.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non rilevo nulla che possa essere definito grave.

Si tranquillizzi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Dottore, io ho provato a tranquillizzarmi ma stamane nelle feci molto liquide ed estremamente maleodoranti, ho riscontrato piccole chiazze acquose di sangue sulle stesse. Alcune come striature, altre proprio gocce diluite nelle feci. Mi hanno detto che ho le emorroidi interne ma non mi era mai successo di vedere sangue nemmeno nei lunghi soliti periodi di stipsi cronica. Dovrei proprio fare una colonscopia?

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Un sanguinamento ascrivibile ad un tratto colico necessita di verifica endoscopica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Dottore, lei è molto gentile a rispondere con professionalità e cortesia. So anche che cercare rassicurazioni è sbagliato a livello ipocondriaco, ma considerata la mia età (27 anni) possiamo escludere un cancro o quantomeno ritenerlo improbabile? Ho molte preoccupazioni a riguardo, ma se dovessi togliermi un pensiero sarebbe sicuramente questo. Non ho mai avuto sangue e ho scordato di scrivere che nel ricovero ho subito un clistere. Appena terminato sono corso in bagno e c'era un po' di sangue diluito nell'acqua. Prima l'infermiere di turno e successivamente il medico in ospedale mi hanno detto che era colpa dell'emorroide interno che nello sforzo della diarrea si è irritato fortemente. Il giorno dopo, giovedi, ho defecato (stranissimo per me due giorni di fila) e non c'era sangue. Oggi di nuovo feci liquide e sangue. Potrebbe ancora essere l'emorroide dunque?

Dimenticavo, anche i marker tumorali sono a posto.

Grazie

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ovviamente non penso in prima istanza ad una neoplasia.
È probabile che si possa trattare di quanto lei dice
ma comprende facilmente che l'unica cosa da fare è una verifica visiva (endoscopica).
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
L'ultima domanda e non la disturbo più dottore. Posso almeno partire con una colonscopia virtuale? Grazie

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nel suo caso,
ad un mio paziente
non la consiglierei.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
Buonasera dottore, oggi ho fatto l'impegnativa per la colonscopia con biopsia. Le volevo chiedere, così come ho fatto al mio medico, il perché dopo il clistere ora le feci sono come poltiglia mentre nella mia vita le ho avute così solo quando avevo l'influenza. Anche se vado raramente in bagno sono quasi acquose e a grumi che si "uniscono", mi passi il termine. Inoltre ho una perenne sensazione di fastidio addominale con flatulenze estremamente maleodoranti (così come le feci) che al mattino prima di colazione non è presente. Il mio curante dice che il clistere ha accelerato dopo anni il movimento intestinale cambiando così la mia sindrome IBS da stitica a una sorta di diarrea. Lei che ne pensa?

[#17] dopo  
Utente
Ho appena defecato. Nessuna traccia di sangue, poca quantità di feci molto grasse, ogni "pezzo" composto a sua volta da una decina di piccoli pezzi, marrone tendente allo scuro tutte interamente ricoperte di muco giallo. Era più il muco che le feci e subito dopo il consueto dolore post defecazione. Ho paura dottore

[#18]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Quindi ha paura del colon iorritabile?

... su, si calmi!!!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it