Disturbi intestinali

Egregio Dottore,

da circa 1 mese avverto disturbi intestinali che inizialmente avevo attribuito ai miei viaggi mensili in Nord Africa a scopo lavorativo. Dopo un ciclo di Bimixin (ed esame parassitologico delle feci -negativo), i sintomi permangono.
Attualmente (alcune volte a giorni alterni) ho 3-4 scariche di feci malformate , la prima appena sveglio o subito dopo colazione e le altre durante la mattinata, o nel primo pomeriggio, al più tardi. Il tutto è accompagnato da leggeri dolori migranti all’addome superiore e all’addome inferiore che permangono per l’intera giornata, senza disturbare il sonno notturno. Avverto la presenza di gas intestinale e liquidi soprattutto a partire dal pomeriggio e in serata dopo cena e la notte. Ho registrato inoltre un leggero calo ponderale.
Da anni soffro di intestino irritabile e reflusso gastro esofageo, ma questa volta i sintomi sembrano diversi dal solito.
Ad aprile 2014 ho effettuato colonscopia (referto:lieve colite aspecifica) e gastroscopia (referto:lieve gastrite cronica) a seguito di un riscontro occasionale di sangue occulto positivo.
Ad aprile 2015, prima dell’inizio dei sintomi, ho effettuato una eco all’addome superiore di routine (negativa).
Nel 2010 i test per la celiachia erano risultati negativi.
Attualmente assumo : benzodiazepine 0,25mg due volte al giorno, IPP 20 mg alla sera e gastroprotettore dopo cena.
L’assunzione di carbone vegetale non ha dato effetti e pertanto sto assumendo enterosgel e ho ridotto il consumo di pane e pasta.
Gentilmente desideravo conoscere la sua opinione in merito.

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Ha escluso una eventuale intolleranza al lattosio ? O una sovrainfezione batterica intestinale (SIBO) ?


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio vivamente Dottore per l'immediato riscontro.

Ho letto sul sito Medicitalia le informazioni in merito alla SIBO e avrei due domande da fare.

1) devo sottopormi al Breath Test che rileva la quantità di idrogeno nell'espirato (dopo somministrazione di glucosio o lattulosio) e se questo test è valido anche per l'intolleranza al lattosio.

2) se è possibile fare ipotesi su una eventuale SIBO, sperando che non si tratti,nè di Crohn (l'ultima colonscopia era normale anche per il tratto iloececale) , ne di diabete mellito (la glicemia fatta a marzo era a 82)

La ringrazio ancora e porgo Cordiali Saluti
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
- Il test non è valido per il lattosio e non penserei affatto al crohn.




[#4]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
sono in attesa di visita dal gastroenterologo per valutare la situazione e richiedere gli esami che lei mi ha suggerito.
Nel frattempo, dietro richiesta al mio medico, ho effettuato i seguenti esami:
1) Copro coltura di cui attendo i risultati
2) Esame chimico fisico feci
Colore: marrone, consistenza: poltacea; odore: sui generis; forma: formate; Assenza di sangue, fibre carnee,vegetali, acidi grassi, grassi neutri e amidi
3) Emocromo. Nella norma (emoglobina 15,4)

Di mia iniziativa, in quanto un po’ preoccupato, ho aggiunto amilasi totale (106 , max 100) e lipasi (36 max 67), aspetto del siero : no lipemia/ittero/emolisi

Gentilmente volevo chiedere un suo parere e se il valore dell’amilasi è preoccupante.
Le scariche si sono ridotte a una, massimo 2 giornaliere, ma permangono gonfiore e meteorismo (non tutti i giorni) e i leggeri dolori all’addome alto e basso. Ho la sensazione ( ma non la certezza) che il meteorismo compaia dopo circa 6-8 ore dall’assunzione di carboidrati tipo pasta e pizza. L'assunzione di Enterosgel mi sembra aver dato effetti positivi.

Cordiali saluti
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Nessun problema per le amilasi....
[#6]
dopo
Utente
Utente
Egregio dottore,

Volevo aggiornarla.

Ho effettuato la visita dal gastroenterologo e questo è stato il responso all’esame obiettivo : Borbogismi, corde coliche ++, TEC ++.
Si richiede ecografia anse intestinali e calprotectina fecale. Terapia : normix 800mg/gg per 15 gg, Pentacol 800 3 cp/gg per 2 mesi.
La terapia ( ho aumentato d’accordo con il mio medico il dosaggio del Normix a 1200mg) non sta dando grandi risultati. Le scariche sono 1-2 al gg. di feci formate, ma permane a volte un po’ di nausea che passa con l’assunzione di cibo. L’appetito è comunque scarso e la digestione difficile. Permangono leggeri dolori addominali migranti nell’arco di tutta la giornata. Alla mattina assumo anche 1 compressa di alprazolan 0,5 mg che, mi sembra riduca, i dolori. Sono sempre leggermente sotto peso, circa 2-3 kg in meno. Mi sento stanco, ma non ho febbre.
Esito esami: Calprotectina= 61 (1-50) VES=16 (1-20) ;PRC<2,9 (0-5)
Eco addome superiore: Normale
Eco anse intestinali: II bolo di soluzione liquida transita regolarmente nei segmenti intestinali visualizzati fino alla valvola ileocecale. Le anse del piccolo intestino si presentano normoperistaltiche, a pareti regolari e nei limiti fisiologici di spessore. Nei limiti l’ultima ansa. Il colon appare disteso da abbondante meteorismo intestinale e la parete risulta valutabile in piccoli tratti, con spessore nei limiti. Non segni di periviscerite.

Mi sono dimenticato di segnalare che l’istologico della colonscopia di Aprile 2014 parlava di “Mucosa del grosso intestino sede di lievi infiltrati linfocitari della lamina propria”.

In attesa della visita di controllo ,desideravo conoscere la sua opinione in merito.

Cordiali saluti


[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Ma quale é stato il parere del gastroenterologo ?

[#8]
dopo
Utente
Utente
Non si è pronunciato.

Secondo me, ma è una mia opinione, ha prescritto quegli esami (che lui non ha ancora avuto modo di visionare) per escludere qualche forma di MICI.

Esito esami: Calprotectina= 61 (1-50) VES=16 (1-20) ;PRC<2,9 (0-5)
Eco addome superiore: Normale
Eco anse intestinali: II bolo di soluzione liquida transita regolarmente nei segmenti intestinali visualizzati fino alla valvola ileocecale. Le anse del piccolo intestino si presentano normoperistaltiche, a pareti regolari e nei limiti fisiologici di spessore. Nei limiti l’ultima ansa. Il colon appare disteso da abbondante meteorismo intestinale e la parete risulta valutabile in piccoli tratti, con spessore nei limiti. Non segni di periviscerite

La mia paura invece è che possa esserci qualche patologia sottostante,ma anche questa è una mia opinione,non essendo un medico.

Cordiali saluti
[#9]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Ecografia del tutto negativa.


[#10]
dopo
Utente
Utente
Molte grazie Dottore per la sua risposta.

Oggi avrò il controllo con il gastroenterologo.Le farò sapere.

cordiali saluti.
[#11]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Bene. A risentirci.


[#12]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,

Ho effettuato il controllo dal Gastroenterologo. Visti gli esami (nel frattempo ho effettuato anche lo screening per il colon dell'ASL Lombardia- negativo), la diagnosi è di IBS. Consiglia di continuare con Pentacol fino metà agosto ed, eventualmente, cicli di Duspatal contro le addominalgie.

Nel complesso sento un miglioramento nel senso che l'intestino è migliorato, affronto meglio la giornata e riposo senza disturbi. Il calo ponderale si è fermato, ma rimango sotto peso. (ho modificato la dieta con meno carboidrati e più proteine). Non avverto più nausea.

Permangono le addominalgie che sono molto variabili durante la giornata. A volte mi capita (non tutti i giorni) di avvertire dolore crampiforme per circa mezz'ora ( che peggiora con la pressione) subito dopo pranzo in punti diversi: una volta vicino all'ombelico, un'altra al plesso solare; oppure dopo cena una sensazione di leggera colica addominale senza evacuazione. a volte prima di cena iniziano dei fenomeni di meteorismo.

in particolare la sera, dopo cena, sento disturbi di stomaco,s enso di peso e di dolenzia.

Non mi spiego questi sintomi così variabili.

Non bevo latte e consumo poco formaggio (senza peraltro avvertire disturbi legati ad esso). I test per la celiachia fatti nel 2010 erano negativi. E' possibile che sia cambiato qualcosa e/o che si sia sviluppata qualche intolleranza?

Cordiali saluti

Cordiali saluti
[#13]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test